Jump to content

Maynor ed Eyenga: ma cosa ci facevano oltre oceano?


Nicolò Cavalli
 Share

[b]ANDY RAUTINS [/b](12 punti; 0/2 2p; 4/10 3p; 0/0 tl) [b]VOTO: 6. [/b]Appare uno dei pochi ad aver capito l'incubo in cui squadra, allenatore e tifosi sono piombati. La dea bendata non è dalla sua, al pari degli arbitri. Al suo fallo tecnico, di pura frustrazione, vorremmo alzarci in piedi ad applaudirlo: grazie lo stesso.
 
[b]ERIC MAYNOR [/b](0 punti; 0/3 2p; 0/4 3p; 0/0 tl)[b] VOTO: 4. [/b]Cinque assist lo salvano da giudizi peggiori. Fa rimpiangere amaramente la tartaruga ninja Robinson: ad Eric, quando assegnavano le armi del combattimento tra le fogne, sono state fornite le presine da teiera. Sua maestà evanescenza.
 
[b]JOHNDRE JEFFERSON [/b](12 punti; 4/5 2p; 0/0 3p; 4/4 tl), [b]VOTO: 6. [/b]Soffre, come ampiamente prevedibile, il salto di categoria. Colleziona comunque rimbalzi (otto) e spazi dove esaltare la propria in agilità. Balla in difesa, ma nel grigiore generale non demerita.
 
[b]YAKHOUBA DIAWARA [/b](0 punti; 0/2 2p; 0/1 3p; 0/0 tl) [b]VOTO: 5. [/b]Pozzecco sceglie il francese, fermo da un mese e con gli occhiali laser, al posto di Okoye. Kuba spara a salve, ricordando quegli eroi generosi ma fuori luogo: nessun lieto fine.
 
[b]WILLIE DEANE [/b] (6 punti; 3/6 2p; 0/0 3p; 0/0 tl) [b]VOTO: 5. [/b]La timida reazione dell'ultimo periodo, quando i buoi erano scappati di alcuni ettari dalle stalle, gli consegna un posizionamento tra i meno infimi. Il resto scivola lungo il solito copione: passaggi al rallentatore, tiri rifiutati, carisma nemmeno abbozzato.
 
[b]CRAIG CALLAHAN[/b] (10 punti; 0/0 2p; 3/5 3p; 1/2 tl) [b]VOTO: 6. [/b]Inserito in colpevolissimo ritardo (del coach) nel tremebondo terzo quarto, l'italo-statunitense apre l'area dell'Umana con alcuni buonissimi tiri dal perimetro. In difesa fatica molto e perde per strada palloni vaganti. Ci mette l'anima e un pizzico di tecnica, a prescindere dal CV.
 
[b]KRISTJAN KANGUR [/b] (1 punto; 0/2 2p; 0/2 3p; 0/0 tl) [b]VOTO: 5. [/b]I postumi dell'operazione e il recupero forzato lo costringono a boccheggiare. Mena le mani per stare a galla, ma il poco ossigeno non mette in funzioni i neuroni (e KK è uno dei pochi ad averli, in questo manipolo): poche idee, sovente sbagliate.
 
[b]JACOPO BALANZONI [/b](4 punti; 2/3 2p; 0/0 3p; 0/0 tl) [b]VOTO: 5,5. [/b]L'unico italiano in campo[b] [/b]assomma sei minuti decorosi, sporcati da un sottomano errato quando il punteggio appariva ancora aperto. Deve ancora masticare pallacanestro per avere i movimenti sicuri, ma qualche sprazzo c'è.
 
[b]CHRISTIAN EYENGA [/b](8 punti; 3/11 2p; 0/2 3p; 2/2 tl)[b] VOTO: 4,5. [/b]I sette palloni al vento irritano tanto quanto il pressapochismo nell'andare al tiro. Qualcuno ci spieghi come un individuo simile abbia potuto calcare, anche solo in allenamento, i campi dell'NBA.

 Share


User Feedback

Recommended Comments

There are no comments to display.



Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Add a comment...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

×
×
  • Create New...