Jump to content

OJM Varese Vs Pasta Reggia Caserta. Le Pagelle


banksanity6

Finalmente Masnago può gioire per una vittoria meritata e per una squadra che fa intravedere delle buone potenzialità per il futuro del campionato e perché no anche per il cammino in Europa che comincerà il 19 ottobre proprio tra le mura amiche. Partita che viaggia con un sostanziale equilibrio nei primi 2 quarti e che si decide nella terza frazione grazie a una difesa del canestro da parte di Pelle che ha dell’incredibile e di un attacco guidato dal rookie Johnson visto che Eyenga, dopo un primo tempo pirotecnico, si limita a contenere gli avversari. Ma veniamo alle valutazioni personali:

 

 

Anosike 6 : parte in quintetto e dopo la bella prestazione di Sassari, il centro varesino comincia col giusto piglio anche in questa partita; non trova mai la via del canestro per tutto il primo tempo ma in fase difensiva è sicuramente un fattore positivo. Recupera e distribuisce palle ai compagni oltre a catturare 8 rimbalzi a volte su suoi errori. PIOVRA

Maynor 6 : i giri del motore non vanno ancora al massimo e quindi a volte fatica a battere il diretto avversario sul primo passo ma grazie al suo ball handling difficilmente riescono a portargli via la sfera. Decisamente impreciso al tiro decide di illuminare la serata dispensando 8 assist alcuni veramente da leccarsi i baffi ma il suo contributo dovrà necessariamente crecere. PASTICCERE

    

Avramovic 6,5 : partenza ancora in salita per il giovane serbo che lascia intravedere una minima parte del suo potenziale sul finale del primo tempo attaccando il ferro e sfornando un assist delizioso per l’inchiodata di Pelle. Nel finale sembra sbloccarsi prendendosi le giuste responsabilità, penetrando, subendo fallo e realizzando i liberi, mettendo in ritmo i compagni per concludere con un buzzer beater che fa esplodere Masnago. ARTIFICERE

Pelle 7,5 : pur con un minutaggio relativamente basso (16 minuti) il caraibico conferma di saper infiammare i suoi tifosi con le sue giocate ad altezze siderali, sopra il ferro ripulisce tutto lui. Attraversa momenti in cui pare difensivamente insuperabile e ne sono la prova le 5 stoppate e i 12 rimbalzi.   SPAZZACAMINO

Bulleri 6 : quasi un quarto di gioco in campo per il toscano chiamato in causa da coach Moretti causa l’iniziale imbarazzo di Avramovic; non si prende tiri ma fa piccole cose importanti come 3 rimbalzi e 2 assist. FORMICHINA   

Cavaliero 5,5 : Daniele non è in grande spolvero e probabilmente il primo ad accorgersene è proprio lui, infatti decide di centellinare le conclusioni finendo con un complessivo 2 su 3 (1 su 2 dalla lunga). Per il resto anche lui alla ricerca della condizione migliore che speriamo arrivi già domenica prossima contro una delle sue ex squadre. EMBRIONALE

Campani 7 : inserito nello starting five come ala grande fa come sempre vedere ottimi sprazzi in attacco alternando movimenti da pivot vecchia scuola a tiri frontali dalla media e lunga distanza cercando di aprire la difesa casertana. Il suo tallone d’Achille rimane la mobilità difensiva soprattutto dovendo fronteggiare delle ali vere e proprie spesso più rapide di lui ma stasera il suo lo fa ampiamente. APRISCATOLE

Kangur 5,5 : insieme a Maynor è sembrato quello ancora più indietro a livello di condizione fisico/atletica; se ci aggiungiamo una serataccia nelle conclusioni ecco il perché di una valutazione non pienamente sufficiente anche se la sua intelligenza e la sua duttilità tattica lo rendono comunque indispensabile. IMPRESCINDIBILE

Canavasi S.V.

Ferrero S.V.

Eyenga 8 : nel primo tempo è in assoluto il terminale offensivo principe di Varese e a differenza di altre volte è lucidissimo nella scelta del tipo di conclusione da prendere. Sfrutta sempre al meglio il miss match a suo favore attaccando in post basso e non forzando mai da fuori concludendo con 19 punti con il 78% di realizzazione. Nel secondo tempo si dedica a difendere forse anche perché la caviglia che già gli aveva dato dei problemi sembra leggermente dolorante. DEVASTANTE

Johnson 8 : esordio casalingo per il numero 32 in maglia biancorossa da incorniciare; dall’angolo è una sentenza ma non si spaventa certo di entrare nel traffico in area per provare la conclusione. Nel terzo quarto è grazie a lui che Varese da lo strappo decisivo per vincere la gara. Dimostra di avere anche buona visione di gioco e di non essere un birillo in difesa. SFRONTATO

 

 


User Feedback

Recommended Comments



Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×
×
  • Create New...