Jump to content

Tre profili nel mirino di Varese


simon89
 Share

Caccia aperta ad una combo guard con esperienza europea e leadership per riaccendere il motore della Pallacanestro Varese. La squadra è tornata ieri in palestra - compreso Damian Hollis che sta recuperando lentamente dall'influenza intestinale di martedì - per preparare la delicata trasferta di inizio 2018 a Brindisi: l'ala ungherese sarà però l'unico "rinforzo" a disposizione per la sfida salvezza sul campo dell'Happy Casa, perchè entro il termine ultimo delle 11 di oggi sarà impossibile tesserare il sostituto di Antabia Waller.

Il d.g. Claudio Coldebella sta lavorando su diverse piste per assecondare la richiesta di Attilio Caja di trovare un giocatore alla Phil Goss, ossia un elemento capace di giocare sia da play che da guardia e che sappia migliorare i compagni con la sua creatività. L'originale non è più disponibile, perchè accasatosi tre settimane fa al Paok Salonicco, così il dirigente trevigiano sta scandagliando i quattro angoli d'Europa in cerca di un giocatore con caratteristiche analoghe. Idee? Tante, ma da verificare al cambio di costi e disponibilità ad uscire dai contratti attuali. Il sogno Nigel Williams-Goss (rookie in grande evidenza al Partizan Belgrado in difficoltà economica e appena eliminato dall'Eurocup) resterà tale, visto che per liberarlo servirebbe un buyout che Varese non è in grado di permettersi per non erodere il suo tesoretto. Ossia quell'avanzo sul budget estivo per costruire il roster che è rimasto nelle casse del club dopo il no di Eyenga e la firma di Hollis alla metà della cifra stanziata per il congolese.

Più praticabili le piste che portano ad elementi già rodati in Italia, al momento scontenti dell'attuale collocazione, come Preston Knowles (visto due anni fa a Pistoia, ora allo Zadar Zara), Kwame Vaughn (nel 2013/14 campione dell'A2 Silver ad Agrigento, ora all'Aris Salonicco) e Brandon Triche (ex Trento e Roma, ora al Paok Salonicco). Più guardie che play il primo e il terzo, più play che guardia il secondo: profili comunque al vaglio con maggiore considerazione rispetto a Tourè Murry, 27enne guardia ex NBA con i Knicks, che però in Europa non ha brillato nella scorsa annata in Turchia ed ora a Ulm, dov'è in uscita dopo l'eliminazione dall'Eurocup.

Nell'elenco dei free agent depennati perché considerati "solisti del mitra", non adatti ad un sistema organizzato giocatori con buone doti realizzative ma spiccata propensione individualistica, come Josh Akognon (già bocciato a febbraio 2015 da "Artiglio " quando subentrò a Gianmarco Pozzecco), Terrell Stoglin - già visto a Varese senza convincere nelle 5 partite finali del 2013/14 - e Kevin Dillard, bocciato dagli stessi compagni al Paok Salonicco nei primi mesi della stagione corrente. Rispetto al primo check-up con una quindicina di profili, il cerchio si è ristretto a 3 o 4 situazioni in fase di approfondimento, pur con la possibilità che F elenco delle preferenze possa cambiare in corsa in caso di apertura di nuovi canali da esplorare in Turchia. L'obiettivo è chiuderne una entro domenica o al più tardi lunedì, schierando il rinforzo il 7 gennaio a Cremona.

Giuseppe Sciascia

 Share


User Feedback

Recommended Comments

There are no comments to display.



Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Add a comment...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

×
×
  • Create New...