Jump to content
Sign in to follow this  

Varese, non puoi sbagliare. A Pesaro caccia ai due punti


simon89

Pesaro-Varese rientra nella categoria delle partite da non sbagliare: seguendo una ipotetica tabella di marcia, Pesaro è una squadra contro cui Varese può e deve fare punti. Possibilmente quattro da qui al termine della stagione.

Alle 18.15 all’Adriatic Arena i biancorossi affrontano per la prima volta in stagione una formazione che sta sotto di loro in classifica, anche se di soli due punti. Si rientra ufficialmente in campo dopo la sosta che ha lasciato spazio agli impegni delle Nazionali, e si rientra con la necessità di mettere un punto, anzi due, e andare a capo dopo la sconfitta casalinga con Sassari, netta e senz’appello.

Se si somma quella giunta in volata al Pala Del Mauro di Avellino, sono due le sconfitte consecutive per la formazione di Attilio Caja, contro due formazioni che sulla carta però sono superiori a Varese. Pesaro non lo è. Certo, direte voi, la carta non va in campo: servirà dunque quel fuoco che era mancato al PalA2A contro la Dinamo, quell’energia che è imprescindibile per il gioco di Varese. E, benedetto, serviranno le percentuali al tiro: «La difesa non ci ha mai lasciato a piedi, l’attacco a volte sì, e per attacco intendo proprio le percentuali», ha commentato Attilio Caja in sede di presentazione della partita. Nelle ultime settimane, la Openjobmetis è stata rivedibile proprio in questa fase, nella precisione al tiro. E qui è necessario un upgrade, un passo in avanti. Varese va anche alla ricerca della prima vittoria esterna di questa stagione: le prime tre giocate finora lontano dal PalA2A sono state solo sconfitte. Milano, Brescia e Avellino, tutte potenzialmente fuori portata ma tutte giocate ad ottimi livelli di competitività, segnale che non esiste realmente un “problema trasferta”.

Però a Pesaro c’è necessità di vincere, anzitutto per mettere ulteriore spazio tra sé e la zona calda della classifica, che più si allontana e meglio è per Varese. In casa la Vuelle di Spiro Leka, salvatore della patria l’anno scorso dopo l’esonero di Piero Bucchi, ha vinto solo contro Brindisi per 80-75, e poi ha sofferto molto: questa settimana si è aggiunto al roster Rihard Kuksiks, cecchino lettone che il pubblico di Varese si ricorda bene per aver giocato ai piedi del Sacro Monte fino alla finale di Fiba Europe Cup. E il lettone avrà un ruolo di primo piano nell’attacco dei marchigiani, come ha confermato lo stesso coach Leka: «Kuksiks sarà la prima opzione offensiva, potranno cambiare un po’ le gerarchie nella squadra; Rihards dovrebbe essere già pronto, era abituato a giocare 22-23 minuti a partita».

In settimana, la Openjobmetis ha giocato e perso in amichevole a Gallarate contro la Vanoli Cremona: in questi giorni c’è stato tempo per lavorare, per migliorare, per incanalare i pensieri sull’obiettivo. Ci aspettiamo la solita Varese, che porti a casa il primo scalpo esterno della stagione.

Alberto Coriele

Sign in to follow this  


User Feedback

Recommended Comments

There are no comments to display.



Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

  • Member Statistics

    1,329
    Total Members
    1,155
    Most Online
    Galeno
    Newest Member
    Galeno
    Joined
×