Jump to content

Aquil8

vfb.it
  • Content Count

    1
  • Joined

  • Last visited

Community Reputation

0 Neutral

About Aquil8

  • Rank
    varesefans

Profile Information

  • Gender
    Male
  • Location
    Varese

Previous Fields

  • Attività:
    lav.dipendente
  • Appassionato/a di:
    sport

Recent Profile Visitors

The recent visitors block is disabled and is not being shown to other users.

  1. Apro un post diverso dal solito: vorrei parlare di ciò che sta dietro la società sportiva, quello che il tifoso normalmente non vede…. E sono curioso di sentire il parere dell’appassionato, quantomeno dei pochi che avranno voglia di leggere tutto Quest'anno è tornata farsi viva una squadra importante per una sponsorizzazione. accordo di scambio merce per 1800 euro + iva fatto. La mia parte portata a termine con successo tra settembre e novembre. Io in cambio ho chiesto 25 biglietti per il parterre, spendibili a piacere durante la stagione, facendo notare che avendo famiglia non mi interessavano abbonamenti annuali, ma solo andare a vedere 3-4 volte una partita in compagnia di amici. A gennaio chiedo di programmare le partite che mi interessano (da marzo a fine aprile). Mi rispondono che non ci sono biglietti disponibili nel parterre per nessuna delle 4-5 partite che ho chiesto, ma in tribuna, o in alcuni casi 2 da una parte, due dall'altra, spaiati. MA non più di 5 per partita(!!!!???). Mi propongono quindi 2 biglietti per tribuna per 1 in parterre (quindi 50 biglietti in tutto?), con un MA, ovvero MA tutti da spendere in questa stagione. Allora gli faccio notare che 4 abbonamenti in tribuna, stagione completa costano 1000 euro (e 16 biglietti singoli in tribuna 400 euro). Inoltre mancano 7 partite, in occasione di 3 di queste non sarò nemmeno in Italia, quindi se la matematica non è un’opinione potrei “spendere” 4X5x4= 20 biglietti, gli altri 30? Io ho chiesto di vedermi 3-4 partite con gli amici (quindi 6/8 ticket a weekend), se non hanno i biglietti che se ne parli l’anno venturo. E’ una richiesta assurda? Allora ventilano la minaccia di consegnarmi biglietti al parterre dietro le panchine, dove non si vede niente, dove SANNO che non si vede niente. E dopo aver litigato con il referente… un tizio della biglietteria tenta di applicare la minaccia dicendomi che mi daranno quelli “con limitata visibilità”, come da mia richiesta. Ho deciso allora descrivere ad un manager (personaggio noto per un amante dello sport anni 80, e di cui nutro ammirazione) di restituire il denaro (DA NON VERSARE A ME MA IN BENEFICENZA ad una onlus). Oppure, se non hanno soldi, di mantenere un livello di decenza nei rapporti, e di posticipare la consegna all'anno venturo i biglietti. Non mi ha più risposto nessuno... Quindi errata corrige: “nutrivo ammirazione”. Al medesimo durante l’anno ho chiesto inutilmente più volte di passare a salutarmi, ed era la richiesta di un ex bambino che tifava per lui, che tifava di brutto per lui. Ebbene nel mezzo, un responsabile ha avuto la faccia tosta di rinfacciarmi che non si è mai lamentato nessuno dei biglietti. Gli ho ricordato che anni fa, quando avevo una piccola quota dell’azienda che gestiva la medesima società sportiva, ad una riunione tra soci alcune persone erano arrivate quasi alle mani, perché in occasione delle finals di coppa italia i soliti noti si erano meschinamente imboscati i biglietti… Vi assciuro, una scena madre, una follia tutta italiana che ha coinvolto decine di persone chiuse in un salone, stile far west. Io ne conoscevo un po’ di vista, ma non mi sarei mai immaginato un casino simile per dei biglietti. Con un ragazzo, di cui non ricordo il nome, che si è alzato e ha ribattuto ai dirigenti che facevano gli indiani “io vi do 400.000 euro l’anno per sponsorizzarvi, se chiamo in biglietteria e mi dite che la federazione non vi ha dato biglietti ok me li compro nessun problema, ma poi non si può andare a vedere la partita e trovare le vostre mogli dietro la panchina, nei posti che sono dedicati agli sponsor. Ma come siete messi?”. I soliti noti negarono l’evidenza, e fecero passare il tizio per rompiscatole (io uno che versa 400.000 euro l’anno lo chiamerei benefattore, ma tantè per loro non era cosi). Da quella riunione assurda molte persone sane (e io mi ritengo tale) decisero che era meglio lasciare. Poi leggi i giornali: “eehhh siamo in difficoltà, servono nuovi sponsor che diano una mano, la città ne ha bisogno”. Dite? Ho acquistato dei biglietti per una partita nba da vedere tra qualche settimana, ho speso per la singola partita 110 dollari, nelle prime file di un palazzetto americano nel campionato sportivo più importante del mondo. E pagando, non ho dovuto ringraziare nessuno. Con 1800 euro + iva avrei guardato la partita tra Trump e Obama (o tra Shakira e la Lopez, meglio) PS Carissimi dirigenti, se state leggendo vi sarete riconosciuti: fate un’azione etica, e donate il controvalore dei biglietti ad una onlus di una malattia rara che mi è cara, e che oggi ha davvero bisogno per salvare vite di bambini. A richiesta vi giro l’iban. E a me dimenticatemi. L’errore mio è stato chiedere biglietti in cambio. Dovevo subito forzare la mano con una richiesta di fre beneficenza. Errore mio avere una famiglia e pensare di poter condividere un paio d’ore di allegria sportiva con degli amici. Sono un folle… Non faccio nomi di alcun tipo, perché la questione non è screditare qualcuno. Per chi non avesse facebook questo ė il post indicato da @parish76 . Chiarisco subito che non sono io. Volevo però chiedere ai più dentro agli affari della società se ė verosimile, e se lo ė cosa ne pensate? P.s. non viene citata la Pallacanestro Varese ma basta andare sul profilo di chi ha creato il post per capire che di questa si tratta.
×
×
  • Create New...