Jump to content

Search the Community

Showing results for tags 'pagelle'.

  • Search By Tags

    Type tags separated by commas.
  • Search By Author

Content Type


Forums

  • Solo Basket
    • Varese e il campionato di Basket
    • Il basket dalla B in giù...passando dalle giovanili
    • Archivio articoli
  • Gruppo Vfb.it
    • Divertiti col gruppo di Vfb.it
    • FantaVFB
    • Il gioco dei pronostici

Find results in...

Find results that contain...


Date Created

  • Start

    End


Last Updated

  • Start

    End


Filter by number of...

Joined

  • Start

    End


Group


AIM


MSN


Website URL


ICQ


Yahoo


Jabber


Skype


Location


Interests

  1. Vittoria scaccia crisi per Varese che si impone su una Capo d’Orlando che resta in partita solo per il primo quarto e poi, complice anche una prestazione con più ombre che luci del grande ex Maynor, rimane in balia di una Varese che scioglie l’empasse iniziale e trova in maniera costante la via del canestro. Ma veniamo alle valutazioni : Avramovic 7,5 : è lui con il suo ingresso in campo a dare la prima sferzata e cambio di ritmo ai suoi che fino a quel momento, fatta eccezione per Cain, faticavano in maniera abnorme a trovare il fondo della retina. Ordinato e controllato nelle sua versio
  2. Primo vero e proprio disastro sotto tutti i punti di vista dei varesini che non cominciano mai la partita fatta esclusione per una piccola fiammata sul finale del secondo quarto ma gli isolani conducono le danze da inizio a fine gara senza che il risultato sia mai in discussione. A preoccupare maggiormente sono l’ennesima prestazione incolore di Wells e una gestione di coach Caja che lascia più di qualche dubbio sia per le girandole vorticose dei cambi vuoi per l’utilizzo ridottissimo di Hollis che non ha mai il tempo di entrare nel vivo del match. Ma veniamo alle valutazione dei singoli:
  3. Una Varese determinata ed impietosa abbatte subito le velleità dei vice campioni d'Italia, presentatisi a Masnago con Shields infortunato e con le batterie scariche in seguito alla battaglia combattuta solo qualche giorno fa a Gran Canaria. Pur facilitata da questa fortuita evenienza, la squadra varesina dimostra di farsi trovare pronta e non fa sconti all'Aquila. Avramovic 6,5: entra in campo quando le vacche hanno già dato un giro di chiave al cancello per scappare, però fa il suo senza tirare calci al secchio del latte già munto dai suoi compagni. Il meglio di sè lo fornisce nerlla sec
  4. Partita quella di questa sera a Masnago di un peso specifico importate; inizio dove si evidenza, se ce ne fosse bisogno, che il livello generale del campionato italiano è in ribasso con giocate non certo spettacolari, anzi con errori abbastanza grotteschi. Nella ripresa si alza il livello delle giocate e prima Pistoia tenta di dare una spallata decisiva ma poi Avramovic e sopratutto Wells cambiano il vento facendo salire i bosini a 4 punti in classifica generale.Ma veniamo alle valutazioni : Avramovic 7,5 : dimostra a differenza delle prime partite del campionato di essere da subito dentr
  5. Partita che ha un minimo equilibrio solamente per il primo quarto e che poi Varese domina andando oltre ogni più rosea aspettativa. Cantù si sfalda e dimostra di non avere la coesione di squadra fondamentale per reagire ad una spallata così energica da parte della compagine biancorossa ed esce letteralmente con le ossa rotte. Ma veniamo alle valutazioni dei singoli: Avramovic 6 : prima apparizione in campo per il serbo che lascia qualche perplessità, poi nella seconda parte di gara, con un punteggio che lasciava tranquilli e una intensità canturina veramente esigua fa vedere qualche buona
  6. Esordio casalingo di Varese che fa tornare saldamente con i piedi per terra i più ottimisti che speravano, visto il precampionato svolto, in una squadra che potesse almeno vendere cara la pelle con qualsiasi avversaria ma questa sera la compagine veneta si è dimostrata superiore in ogni aspetto del gioco assumendo ad un certo punto l'aspetto di uno tsunami, meritandosi ampiamente il risultato sul campo . C’è da sperare che dopo un impatto così brusco Caja riesca a far leva sull’orgoglio dei suoi per poter ripresentarsi vogliosi di riscatto. Veniamo alle valutazioni personali: Avramovic 5:
  7. Una salvezza meritata, una stagione comunque a lieto fine ma orfana dell'acuto sperato, senza centrare l'obiettivo sognato. La Pallacanestro Varese chiude nuovamente a bagno maria, a mezza via tra i playoff e le sabbie mobili della retrocessione, dopo aver percepito per qualche partita il calore dell'inferno che stava sotto i piedi. Questi sono i giudizi che, andata in archivio l'ultima di campionato a Torino, abbiamo voluto dare ai giocatori, ai coach ed alla dirigenza biancorossa. Dominique Johnson 8 L'elemento che, dopo un breve periodo di ambientamento, ha dato la svolta. Ha trovato l
  8. Ultima uscita ufficiale per quanto riguarda la stagione 2016/17 che viene onorata con una partita buona per 38 minuti e che viene rimessa in discussione da un sussulto dei Cremona, che cerca di restare aggrappata alla massima serie fino all’ultimo ma che alla fine deve arrendersi ad una Varese parsa superiore in tutto e per tutto retrocedendo in A2 dopo il sorprendente quarto posto dell’annata scorsa. Ma veniamo alle valutazioni : Johnson 7 : forse è la guardia più forte e completa che ha vestito la casacca biancorossa negli ultimi anni e sicuramente le sirene di club più facoltosi e con
  9. Vittoria quanto mai insperata questa della vigilia di Pasqua a Masnago in quanto i trentini conducono praticamente per tutta la gara e con autorità ma in un palpitante finale Varese mette la freccia grazie soprattutto al suo regista, Eric Maynor, e poi non senza colpi di scena e pathos porta a casa sotto forma di sorpresa i 2 punti. Ma veniamo alle valutazioni : Johnson 7 : dopo la prestazione balistica eccezionale contro Brescia Dom sembra aver bagnato le polveri almeno per quanto riguarda le conclusioni dalla lunga distanza. In compenso è salito il suo contributo difensivo e la sua capa
  10. Questa sera l’orchestra (perché ora non c’è termine migliore per definire la OJM Varese) diretta dal Maestro Caja decide di suonare la quinta sinfonia e la platea dimostra tutto il suo gradimento con scroscianti applausi e facendo tornare a vibrare le mura del PalaA2A. Capo si dimostra avversaria ostica e rognosa e che non a caso occupa i vertici della classifica ma Varese da una dimostrazione di forza e carattere che alla fine vale per i 2 punti in classifica. Ma veniamo alle valutazioni : Johnson 7,5 : partita diversa rispetto a quella di Montichiari dove la conclusione dalla lunga non
  11. Varese questa sera riesce nella doppia impresa di vincere lo scontro diretto con Pesaro che vale oro e nel raggiungere quello che è il record stagionale di 3 vittorie consecutive grazie ad una prestazione a tutto tondo e dove tutti gli interpreti sfoderano una ottima partita. Ma veniamo alle valutazioni : Johnson 7,5 :quando è stato acquistato lo si è fatto principalmente per le sue doti offensive ma una volta di più questa sera ha dimostrato di dire il fatto suo anche nella metà campo difensiva, è un fattore a 360 gradi. BIDIMENSIONALE Anosike 8 : partita sontuosa da parte del
  12. Vittoria che equivale a ossigeno puro visto che le dirette concorrenti (Cremona e Pesaro), che si stanno giocando la permanenza nella massima serie con Varese, nella giornata di domenica erano riuscite a sovvertire i pronostici vincendo entrambe gare per niente scontate. La partita, tutt’altro che piacevole, è stata condotta sin dall’inizio dalla squadra di casa ma Pistoia, a parte nella parte finale del quarto periodo, ha fatto di tutto per lanciare un salvagente ai lombardi che non senza qualche patema d’animo alla fine mettono in cascina 2 punti che valgono oro. Ma veniamo alle valutaz
  13. Arrivando questa sera al palazzetto ho visto scendere dal Sacro Monte auto ricoperte da una abbondante coltre bianca al che mi sono detto : ”Stasera si può fare!”. Ma tutto è durato fino al 61 pari, per vedere poi un parziale di 22 a 3 che ha nuovamente girato la partita direzione Milano anche se l’atteggiamento dei varesini è stato senza dubbio encomiabile, ma la differenza tecnico atletica era troppo schiacciante. Ma veniamo alle valutazioni : Johnson 5,5 : primo tempo completamente stonato dove riesce a segnare 1 solo punto sparacchiando tiri anche puliti ma che non si avvicinano mai a
  14. Anche la prima partita di ritorno non può essere festeggiata dal pubblico di Masnago con una vittoria; di fronte c’è una squadra tosta, dal roster importante e che arriva da una lunga striscia positiva e Varese ci prova fino in fondo a giocarsi i 2 punti ma le percentuali mortifere degli isolani e alcuni passaggi a vuoto dei biancorossi fatali per gli uomini di coach Caja. Ma veniamo alle valutazioni dei singoli: Johnson 5,5 : un passo indietro rispetto alla partita di mercoledì sera per quanto riguarda la continuità di rendimento all’interno della stessa gara. Nel momento determinante sc
  15. Seconda vittoria di fila per la Varese di coppa che anche a Masnago, dopo la vittoriosa trasferta in Polonia, riesce a tratti a fornire sprazzi di buon gioco corale condito anche da una difesa che finalmente sa farsi sentire. Purtroppo non riesce completamente la rimonta della differenza canestri subita all’andata ma i segnali lanciati dai biancorossi sono senza dubbio positivi sia per quanto riguarda l’atteggiamento sia per quello che sembra la condizione fisica. Ora l’importante è dare continuità a questo tipo di lavoro. Ma veniamo alle valutazioni dei singoli: Johnson 7 : il fuciliere
  16. Questo gelido sabato di gennaio, oltre che esserlo climaticamente parlando, rimane gelido anche per i tifosi biancorossi che non riescono a gioire per una vittoria neppure vedendo giocare la loro squadra per 3 quarti una discreta partita che alla fine racconterà di un dominio assoluto a rimbalzo e con quasi venti possessi in più dell’avversario che però chiude con 7 punti sotto. Entrambe le compagini a ranghi ridotti ma i gialloblu restano lucidi e cinici nel portare a casa la vittoria. Ma veniamo alle valutazioni dei singoli: Johnson 5,5 : l'ultimo americano sbarcato sotto le prealpi non
  17. L’era Caja 2.0 comincia all’insegna di una prestazione tra lo sconcertante e lo stucchevole. I 13 punti di scarto finale non raccontano la vertità per quanto riguarda l’andamento dell’incontro che è stato saldamente in mano ai lagunari dal primo al quarantesimo minuto e solo un fisiologico rilassamento dovuto all’ampio margine ha permesso ai varesini di chiudere con così pochi punti di scarto. Del resto non si potevano pretendere miracoli dopo solo poche sedute di allenamento ma come detto dallo stesso Caja in conferenza stampa pre partita, sicuramente un atteggiamento più volitivo sarebbe sta
  18. Tutto quello di buono fatto intravedere domenica contro Reggio Emilia questa a sera a Masnago svanisce, sia per la qualità e fisicità maggiore dei lituani rispetto ai varesini ma soprattutto perché la OJM tira i remi in barca dopo pochissimo dall’inizio del terzo quarto consentendo così ai baltici di allungare in modo definitivo e di controllare la partita in scioltezza fino alla fine. Impressionate il dato statistico dei possessi che segna un significativo 72 a 51 per gli ospiti. Ma veniamo alle valutazioni dei singoli: Johnson 6 : sufficienza piena per il nuovo arrivato in casa OJM che
  19. Finalmente Varese ritrova la via della vittoria a Masnago in campionato dopo un lungo digiuno e una involuzione tecnica preoccupante. I biancorossi trovano unità d’intenti e voglia di difendere contro una Grissin Bon dalle polveri bagnate e giocando di squadra, guidati dagli ottimi Maynor e Bulleri, vincono meritatamente. Ma veniamo alle valutazioni dei singoli: Anosike 6,5 : inizia molle non andando a canestro con la dovuta cattiveria e di conseguenza sbagliando conclusioni molto semplici; poi piano piano prende coraggio e ha un minutaggio elevato per i problemi di falli di Pelle e riesc
  20. Finalmente la OJM riesce a trovare i 2 punti in Champions dopo un trend negativo che l’avevano portata sul fondo della classifica della competizione europea. Segnali positivi soprattutto da Maynor e dalla percentuale ai liberi che supera di poco il 90%.Ma veniamo alle valutazioni dei singoli: Anosike 6 : partita in cui non eccelle in nessuna statistica particolare se non per il plus minos che segna un sorprendente +17. In realtà atteggiamento e linguaggio del corpo sono assolutamente confortanti e seppur soffrendo il mastodontico Qvale ne apprezziamo la prestazione. SOLIDO Maynor 7
  21. Anche in questo anticipo giocato di sabato sera, la OJM non riesce a tornare alla vittoria tra le mura amiche, annichilita da una combattiva Leonessa Brescia che vince la seconda gara consecutiva in trasferta senza rubare nulla, anzi dimostrando nonostante le rotazioni ridotte, di avere schemi e idee ben delineate a differenza di Varese che è sembrata una canna sbattuta dal vento. Ma veniamo alle valutazioni personali: Anosike 6 : partita sufficiente per il lungo nigeriano che sembra stia ritrovando la condizione dopo l’infortunio alla schiena che lo aveva limitato nelle settimane scorse.
  22. La confortante prestazione in trasferta della OJM offerta all'Adriatic Arena domenica scorsa si rivela a distanza di 3 giorni un fuoco di paglia. Quella che va in scena a Masnago in una fredda notte di metà novembre è la più brutta prestazione della squadra varesina di questa stagione. Il gruppo degli italiani crolla e un Maynor pimpante nel primo tempo si sgonfia come un soufflè nella ripresa senza contare che lo staff tecnico sembra in balia degli eventi.Veniamo dunque alle pagelle dei singoli: Anosike 5 : impiegato 18 minuti abbondanti riesce a catturare 10 rimbalzi ma la sua p
  23. La striscia negativa prosegue e si sale a quota 3 sconfitte consecutive contro un Paok Salonicco che è parso non certo una corazzata insuperabile, anzi sul finale ha concesso a Varese la possibilità di rientrare e di giocarsela fino in fondo ma alla fine i rimbalzi non catturati e una preoccupante e sempre più costante sterilità in attacco dei prealpini hanno portato alla vittoria finale la squadra ellenica. Veniamo alle valutazioni dei singoli: Anosike S.V. : gioca poco meno di 5 minuti e poi si deve sedere per un riacutizzarsi del solito fastidio alla schiena(o così pare). INGIUDICABIL
  24. Salgono a 4 le sconfitte consecutive per la OJM Varese che deve cedere il passo nelle mura amiche ad una Sidigas Avellino che non fa certo la partita perfetta. Alla fine risultano decisive per la sconfitta le pessime percentuali ai liberi (ormai sta diventando una preoccupante consuetudine) e l’ennesima serata buia dalla lunga distanza (4/20). Magra consolazione che l’atteggiamento della squadra sia stato sicuramente più propositivo delle ultime gare ma purtroppo non basta per i 2 punti. Maynor 6,5 : una delle migliori partite dal suo ritorno sotto le prealpi anche se con diverse sbavatur
  25. Dopo il mercoledì di coppa anche alla domenica il palazzetto regala al pubblico una serata di tanta sofferenza per 39 minuti e 59 secondi e una gioia incontenibile all'ultimo secondo per la bomba di Kangur, che vale l’overtime che poi viene dominato da Varese che chiude con 10 punti di margine su una combattiva Brindisi. Non si può negare che anche questa sera la dea bendata sia stata particolarmente benevola nei confronti dei colori biancorossi. Ma veniamo alle valutazioni dei singoli: Anosike 6 : consueto contributo a rimbalzo con 12 palloni catturati, ma carente dal punto di vista del
×
×
  • Create New...