Jump to content

Search the Community

Showing results for tags 'pagelle'.



More search options

  • Search By Tags

    Type tags separated by commas.
  • Search By Author

Content Type


Forums

  • Solo Basket
    • Varese e il campionato di Basket
    • Il basket dalla B in giù...passando dalle giovanili
    • Archivio articoli
  • Gruppo Vfb.it
    • Divertiti col gruppo di Vfb.it
    • FantaVFB
    • Il gioco dei pronostici

Find results in...

Find results that contain...


Date Created

  • Start

    End


Last Updated

  • Start

    End


Filter by number of...

Joined

  • Start

    End


Group


AIM


MSN


Website URL


ICQ


Yahoo


Jabber


Skype


Location


Interests

Found 54 results

  1. Buona la prima per quanto riguarda l’esordio assoluto della OJM nella nuova competizione allestita quest’anno dalla FIBA. Partenza subito in salita grazie ad un ottimo approccio del Villeurbanne ma Varese è brava a restare in partita grazie ancora una volta agli evergreen Avramovic e Pelle che si dimostrano anche in campo europeo un fattore determinante per gli equilibri biancorossi. Nel finale decisivi prima Maynor e un chirurgico Kangur. Ma veniamo alle valutazioni dei singoli: Anosike 5,5 : credo che non sia un caso che nelle prime azioni d’ attacco dei quarti in cui parte O.D., Varese vada costantemente a cercarlo per attivarlo e metterlo subito in condizione di rendere al meglio, ma la mossa non sempre riesce tant’è che il primo tempo lo chiude con una virgola. Nel secondo tempo trova 2 azioni da canestro buono più fallo ma in entrambi i casi non sono sfruttati. Unica certezza è che una decina di rimbalzi a partita li cattura sempre. ELEVATOR Maynor 6 : Eric, a detta di coach Moretti, è leader tecnico incontrastato del roster varesino ma agli occhi dei più, per almeno i primi tre quarti questo non si vede. Nel quarto ed ultimo periodo di gioco però ritrova la bacchetta del comando e fa cose molto importati per portare a casa i 2 punti. FATINA Avramovic 9 : sull’onda lunga della bellissima prestazione offerta domenica al Forum contro Milano, Aleksa è a dir poco fondamentale prima nel ricucire lo strappo aperto dai transalpini e poi nel sorpasso offerto nel terzo quarto. Con lui in campo qualcuno ha rivisto qualcosa che mancava dal nostro parquet dai tempi in cui giocava un certo Gianmarco, col dovuto rispetto e le dovute proporzioni. Ha ancora ampi margini di miglioramento ma intanto ci godiamo le sue giocate. TSUNAMI Pelle 6,5 : voto sicuramente sopra la sufficienza che non è maggiore semplicemente perché, forse per la troppa foga, forse perché i suoi compagni sopravalutano le sue eccelse qualità atletiche, non riesce a convertire in inchiodate da highlight almeno 3 assist sopra il ferro. Ormai un fattore fondamentale per la difesa biancorossa il fatto che nessun avversario si possa avvicinare senza rischiare di essere cancellato. INTIMIDATORE De Vita N.E. Cavaliero 6,5 : energia e dedizione difensiva buttate sul campo senza risparmiarsi sono i dati che meglio riassumono la prestazione del capitano. Dalla lunga fa 1 su 2 e da 2 un rivedibile 2 su 7 ma sono quasi sempre tiri giusti da prendere. ECLETTICO Campani 6 : entra solo nel primo tempo e fa 2 falli in un amen;poi resta fermo ai box inspiegabilmente. EMARGINATO Kangur 7 : è il match winner della serata dopo aver disputato una partita anonima per non dire deleteria fino a poco dalla fine; negli ultimi 2 minuti prende 2 rimbalzi in attacco e prima segna 2 punti di pura forza con un semi gancio e a 77 centesimi dalla fine infila la sua prima bomba dopo averne sbagliate 5 regalando il sorpasso e la vittoria a Varese. KILLER Canavasi N.E. Ferrero N.E. Eyenga 5 : anche questa sera dobbiamo registrare una prestazione altalenante con tendenza al ribasso. Primo tempo in cui rimane fuori partita sia in attacco che in difesa, ripresa dove, insieme a tutta la squadra, ritrova qualche giocata delle sue compresa una schiacciata clamorosa ma è lontano dal giocatore determinante da cui Varese non può prescindere. MONTAGNA RUSSA Johnson 5,5 : il fattore su cui coach Moretti e il suo staff dovrebbero lavorare maggiormente per far crescere il rookie americano è la continuità. Anche stasera va ad intermittenza e le percentuali al tiro risultano non eccelse. ALTERNO
  2. Finalmente Masnago può gioire per una vittoria meritata e per una squadra che fa intravedere delle buone potenzialità per il futuro del campionato e perché no anche per il cammino in Europa che comincerà il 19 ottobre proprio tra le mura amiche. Partita che viaggia con un sostanziale equilibrio nei primi 2 quarti e che si decide nella terza frazione grazie a una difesa del canestro da parte di Pelle che ha dell’incredibile e di un attacco guidato dal rookie Johnson visto che Eyenga, dopo un primo tempo pirotecnico, si limita a contenere gli avversari. Ma veniamo alle valutazioni personali: Anosike 6 : parte in quintetto e dopo la bella prestazione di Sassari, il centro varesino comincia col giusto piglio anche in questa partita; non trova mai la via del canestro per tutto il primo tempo ma in fase difensiva è sicuramente un fattore positivo. Recupera e distribuisce palle ai compagni oltre a catturare 8 rimbalzi a volte su suoi errori. PIOVRA Maynor 6 : i giri del motore non vanno ancora al massimo e quindi a volte fatica a battere il diretto avversario sul primo passo ma grazie al suo ball handling difficilmente riescono a portargli via la sfera. Decisamente impreciso al tiro decide di illuminare la serata dispensando 8 assist alcuni veramente da leccarsi i baffi ma il suo contributo dovrà necessariamente crecere. PASTICCERE Avramovic 6,5 : partenza ancora in salita per il giovane serbo che lascia intravedere una minima parte del suo potenziale sul finale del primo tempo attaccando il ferro e sfornando un assist delizioso per l’inchiodata di Pelle. Nel finale sembra sbloccarsi prendendosi le giuste responsabilità, penetrando, subendo fallo e realizzando i liberi, mettendo in ritmo i compagni per concludere con un buzzer beater che fa esplodere Masnago. ARTIFICERE Pelle 7,5 : pur con un minutaggio relativamente basso (16 minuti) il caraibico conferma di saper infiammare i suoi tifosi con le sue giocate ad altezze siderali, sopra il ferro ripulisce tutto lui. Attraversa momenti in cui pare difensivamente insuperabile e ne sono la prova le 5 stoppate e i 12 rimbalzi. SPAZZACAMINO Bulleri 6 : quasi un quarto di gioco in campo per il toscano chiamato in causa da coach Moretti causa l’iniziale imbarazzo di Avramovic; non si prende tiri ma fa piccole cose importanti come 3 rimbalzi e 2 assist. FORMICHINA Cavaliero 5,5 : Daniele non è in grande spolvero e probabilmente il primo ad accorgersene è proprio lui, infatti decide di centellinare le conclusioni finendo con un complessivo 2 su 3 (1 su 2 dalla lunga). Per il resto anche lui alla ricerca della condizione migliore che speriamo arrivi già domenica prossima contro una delle sue ex squadre. EMBRIONALE Campani 7 : inserito nello starting five come ala grande fa come sempre vedere ottimi sprazzi in attacco alternando movimenti da pivot vecchia scuola a tiri frontali dalla media e lunga distanza cercando di aprire la difesa casertana. Il suo tallone d’Achille rimane la mobilità difensiva soprattutto dovendo fronteggiare delle ali vere e proprie spesso più rapide di lui ma stasera il suo lo fa ampiamente. APRISCATOLE Kangur 5,5 : insieme a Maynor è sembrato quello ancora più indietro a livello di condizione fisico/atletica; se ci aggiungiamo una serataccia nelle conclusioni ecco il perché di una valutazione non pienamente sufficiente anche se la sua intelligenza e la sua duttilità tattica lo rendono comunque indispensabile. IMPRESCINDIBILE Canavasi S.V. Ferrero S.V. Eyenga 8 : nel primo tempo è in assoluto il terminale offensivo principe di Varese e a differenza di altre volte è lucidissimo nella scelta del tipo di conclusione da prendere. Sfrutta sempre al meglio il miss match a suo favore attaccando in post basso e non forzando mai da fuori concludendo con 19 punti con il 78% di realizzazione. Nel secondo tempo si dedica a difendere forse anche perché la caviglia che già gli aveva dato dei problemi sembra leggermente dolorante. DEVASTANTE Johnson 8 : esordio casalingo per il numero 32 in maglia biancorossa da incorniciare; dall’angolo è una sentenza ma non si spaventa certo di entrare nel traffico in area per provare la conclusione. Nel terzo quarto è grazie a lui che Varese da lo strappo decisivo per vincere la gara. Dimostra di avere anche buona visione di gioco e di non essere un birillo in difesa. SFRONTATO
  3. La sconfitta che alla fine dobbiamo registrare in casa della capolista Milano ce la si poteva ampiamente aspettare, un flop così del quintetto di partenza da parte di Varese invece ha colto tutti i tifosi biancorossi come una doccia fredda. Per fortuna quelle che sulla carta sono le seconde linee (Avramovic, Pelle e Campani su tutti) erano di tutt’altro avviso e hanno buttato sul campo energia, voglia e qualità tecniche che sono il miglior auspicio per il futuro di questa squadra. Ma ecco le valutazioni personali: Anosike 5 : l’avvio di gara avrebbe sinceramente fatto sperare in qualcosa di meglio; realizza i primi 4 punti della squadra ma subito dopo fa intravedere dei limiti a livello di intensità. Troppi palloni persi con la sfera che sembra un’anguilla e un raffronto con Macvan impietoso. Unica costante positiva sono le 12 carambole che riesce a catturare. UNTO Maynor 4 : le indicazioni che giungono da casa Maynor sono tutt’altro che confortanti. Quello che ci si aspettava da Eric non era certo una involuzione simile. Svogliato e poco aggressivo come visto in campo è assolutamente deleterio. Non è un caso che anche Repesa lo fa raddoppiare sistematicamente mandandolo in tilt. GAMBERO Avramovic 8 : in assoluto il fattore più positivo della serata del Forum dove capisce che deve caricarsi la squadra sulle spalle e lo fa dimostrando l’innata leadership e tutte le sue potenzialità e sia in difesa che in fase realizzativa il tutto condito da 4 assist. ALL IN Pelle 7,5 : entra in campo con la voglia giusta e non si fa certo intimorire dal fatto di avere come diretto avversario un certo Raduljica, anzi gli stampa nella prima azione difensiva 2 stoppate clamorose. Alla fine le stoppate saranno 7 e il coraggio e l’energia lo porteranno anche a segnare 9 punti. LEONE Bulleri : N.E. Cavaliero 6,5 : sicuramente questa è la miglior uscita, fino ad ora, del capitano biancorosso. Buone percentuali in attacco con tiri presi e segnati in momenti delicati per non far scappare Milano. Buona visione di gioco corale e buona attitudine difensiva rendono più che sufficiente la sua prestazione da ex. RITROVATO Campani 7 : ancora una prestazione di buon livello per il lungo emiliano che mostra tutti i suoi migliori colpi andando a segno con una varietà davvero apprezzabile. Da prendere e mostrare a tutti un canestro in post basso con uso del piede perno e giro frontale da cineteca. POETA Kangur 4,5 : anche lui, come tutto lo starting five, non è in gran serata ne difensivamente ne offensivamente. Sempre in ritardo in chiusura e rotazioni, non mette nemmeno 2 bombe piedi a terra e con spazio che gridano vendetta. INGESSATO Canavasi N.E. Ferrero 6,5 : entra solo nel finale, negli ultimi 5 minuti, quando ormai i buoi sono scappati dalla stalla, ma il suo impatto è tutt’altro che negativo. Se pur inferiore tecnicamente che fisicamente ai suoi diretti avversari, non si risparmia mai e dimostra forse di meritare una diversa considerazione da parte del coach. FIERO Eyenga 4 : prestazione in assoluto da dimenticare. Come spesso accade, quando il congolese non è in partita, si vede dalle prime giocate. Il suo più grosso limite è che se non trova la via del canestro da subito si intestardisce andando a cercarsi situazioni e conclusioni forzatissime che hanno anche lo svantaggio di regalare la transizione in campo aperto agli avversari. Questa frustrazione ha pregiudicato anche la sua prestazione difensiva. ECTOPLASMICO Johnson 5 : anche Melvin paga lo scotto dello scontro con la “prima della classe”. Soffre in particolare il tonnellaggio e le cure ruvide degli esterni meneghini e a parte le 2 bombe messe alla fine secondo quarto, non entra in fiducia anche perché almeno altri tre dardi girano sul ferro per poi essere sputati fuori. Che questa partita gli sia di lezione per avere un impatto più deciso nelle prossime uscite. SCOLARETTO
  4. Anosike 5,5 : parte bene il pivot titolare innescato subito in attacco dove realizza in un amen 4 punti e l'atteggiamento positivo si vede anche in difesa; però, come da una preoccupante abitudine che si sta delineando, presto Mr. rimbalzo viene dimenticato dai compagni e la sua intensità si affievolisce tant’è che nel concitato finale gli viene preferito Pelle. DEFILATO Maynor 4,5 : prestazione a dir poco preoccupante per l’ex Oklahoma City Thunder che latita anche dove dovrebbe farla da padrone e cioè nel dettare i tempi di gioco. Fino all’ultimo quarto è inesistente in attacco poi inventa 2 canestri di cui uno allo scadere che valgono oro. In difesa assolutamente assente si trascina per il campo lucidando il sacro parquet del “tempio”. ROTOWASH Avramovic 5 : dopo la trasferta di Lisbona, anche nel ritorno a Varese il serbo viene utilizzato con un minutaggio basso e a questo punto ci si domanda se non sia una decisione tecnica quella di coach Moretti e non una scelta obbligata causata da problemi fisici. Il suo impatto al primo ingresso è infatti poco redditizio con scelte che paiono forzate e che portano a diverse azioni sterili in attacco e poco efficaci in difesa. Meglio nell’ultimo quarto dove la sua aggressività paga dividendi arginando le folate portoghesi. FRIZZATO Pelle 7 : è il vero spauracchio per gli attaccanti lusitani costretti ad imprimere parabole improbabili per cercare la via del canestro. Per ben 4 volte li cancella con stoppate che infiammano il pubblico sugli spalti. Buona presenza a rimbalzo con 9 palloni arpionati. In attacco non ha molte frecce al suo arco ma la speranza è che le cure dello staff tecnico lo facciano maturare quanto prima. ERASER Bulleri 6 : anche stasera la sua linearità in regia, la sua difesa e un paio di buoni tiri sono qui a dimostrare che in questo momento della stagione l’utilizzo del Bullo, se pur ridotto come minutaggio, è fondamentale per guidare la Open Job fino a casa. TAXI DRIVER Cavaliero 6 : il capitano sta ancora rodando il suo fisico dopo la riattivazione dovuta all’intervento estivo alla spalla e per questo motivo la sua presenza questa sera resta relativamente poca. Zero canestri su tre tentativi da 2 mentre realizza 2 bombe su 3, una di queste chirurgica in transizione. In difesa cerca di mordere ma subisce il mismatch con quasi tutti i diretti avversari. POLLICINO Campani 5,5 : utilizzato col contagocce non riesce a dare il solito contributo in particolare nella metà campo difensiva. Anche in attacco la mano pare meno morbida del solito anche se qualche contatto sospetto sui suoi errori ai più era sembrato evidente. RUVIDO Kangur 6,5 : è evidente che non sia ancora al top della forma fisica e lo si nota dal fatto che non sempre riesca a difendere per 2 come ci ha ben abituato il buon Kristjan. Stasera rispetto al solito si prende la licenza di prendere 4 tiri da oltre l’arco, sempre con spazio e piedi a terra ma la dea bendata non è con lui e non ne insacca nemmeno uno. La poca lucidità si vede anche quando in un contropiede concluso malamente da Johnson, praticamente da solo e a 1 metro dal canestro, riesca a sbagliare l'appoggio. Resta comunque il giocatore più utilizzato. COLONNA PORTANTE Canavesi N.E. Ferrero 7 : non gode di tanti minuti neppure stasera e inizialmente fatica in particolare difensivamente dove deve sudare le proverbiali sette camice per contenere il suo diretto avversario. Poco male perché subito dopo decide di diventare praticamente perfetto in attacco sbagliando una sola conclusione su 5. BELLO DI NOTTE Eyenga 6,5 : primo quarto di onnipotenza assoluta dove sembra che niente e nessuno possa arrestare la sua vena realizzativa. Dopo il primo cambio sembra che il sacro fuoco si sopisca infatti da li in avanti le percentuali realizzative si abbasseranno notevolmente. In ogni caso la sua energia a rimbalzo e la sua attitudine difensiva lo fanno restare in campo molto a lungo. STACANOVISTA Johnson 6 : primo tempo da cancellare dove non trova mai la via del canestro e dove sceglie soluzioni troppo approssimative; secondo tempo nel quale si sblocca e nel quale raggiunge anche la doppia cifre (12 pt.) ma dove la precisione non lo assiste di certo. Sicuramente non gli manca il carattere e alla fine si guadagna la sufficienza mettendo a segno dalla lunetta i 2 liberi che valgono la qualificazione ai gironi di Champions. SPAVALDO
×
×
  • Create New...