Jump to content

Search the Community

Showing results for tags 'abbonamenti'.



More search options

  • Search By Tags

    Type tags separated by commas.
  • Search By Author

Content Type


Forums

  • Solo Basket
    • Varese e il campionato di Basket
    • Il basket dalla B in giù...passando dalle giovanili
    • Archivio articoli
  • Gruppo Vfb.it
    • Divertiti col gruppo di Vfb.it
    • FantaVFB
    • Il gioco dei pronostici

Find results in...

Find results that contain...


Date Created

  • Start

    End


Last Updated

  • Start

    End


Filter by number of...

Joined

  • Start

    End


Group


AIM


MSN


Website URL


ICQ


Yahoo


Jabber


Skype


Location


Interests

Found 8 results

  1. Riesplode l'entusiasmo dei tifosi OJM nel giorno della firma di LJ. Peak. La formalizzazione definitiva dell' intesa tra Varese e l'ala del South Carolina - contratto annuale respingendo l'ultimo assalto in extremis di Pistoia - non ha effetti diretti sull'apertura della campagna abbonamenti, che ha confermato l'amore incondizionato dei fedelissimi disposti a sottoscrivere alla cieca la tessera stagionale. Al momento il club biancorosso ha quattro certezze (Ferrero, Tambone, Natali e da ieri Peak), al di là della trattativa con Tyler Cain che però ristagna per le richieste dell'agente straniero, ma c'è chi come Claudio Colombo - il primo abbonato della stagione 2019/20 - si è presentato all'Enerxenia Arena alle 6 del mattino, dunque 10 ore prima dell'apertura delle porte, per bruciare sul tempo altri innamorati dei colori biancorossi. L'imprenditore di Venegono, che ha sottoscritto 4 tessere per tutta la famiglia in Tribuna Gold, stimola Varese a costruire una squadra ambiziosa: «Il basket lo devi amare, altrimenti non verresti al buio a Masnago alle 6 del mattino - racconta Colombo -. Sono rimasto un po' deluso per il finale della stagione passata, vero che il budget fa la differenza, ma mi sarebbe piaciuto rischiare su una sostituzione di Archie scommettendo sull'arrivo ai playoff per recuperale l'investimento. Un sogno per il mercato? Adrian Banks». L'accordo già blindato con Brindisi renderà impossibile accontentarlo, mentre la richiesta del secondo abbonato biancorosso. il legnanese Emanuele Macchi che ha sottoscritto la tessera Under 24 in Curva Nord, è teoricamente praticabile: «Sono abbonato dal 2011, mi aspetto una squadra che combatta sempre come quella della stagione appena conclusa, ma spero in qualche sogno in più nel cassetto provando a puntare ai playoff. Il mio sogno di mercato? Il ritorno di Mike Green». Ipotesi che fa parte del listone delle idee al vaglio - anche se i costi del 34enne ex Indimenticabili sono ancora elevati - pur con Siim Sander Vene e Tyler Larson più caldi nell'elenco degli ex considerati nelle strategie di mercato. «La società opera sempre bene, speriamo di ripetere la bella stagione passata coronando il tutto con i playoff. Mi piacerebbe rivedere Chris Wright» aggiunge Edoardo Scola, storico abbonato in Galleria e terzo nella classifica dei più veloci. Il primo abbonato Under 14 è stato il giovanissimo Tommaso Badò, iscritto ai corsi di Minibasket della Robur et Fides che assieme alla famiglia - mamma, nonna e zia - ha sottoscritto la tessera in Galleria. Per i fedelissimi più veloci foto di rito con Attilio Caja e premi con i gadget biancorossi. Dopo la cinquantina di presenti all'apertura delle 16, l'affluenza nella sala Giancarlo Gualco è stata costante per tutto il pomeriggio. Alla chiusura delle 20 sono state 170 le tessere staccate al primo giorno: si continuerà fino a sabato per provare a battere quota 1.065 tessere della prima fase di 12 mesi fa. Giuseppe Sciascia
  2. La Pallacanestro Varese lancia la campagna abbonamenti 2019/20 facendo riferimento alla sua identità. "Noi siamo Varese" lo slogan scelto dalla società di piazza Monte Grappa per la vendita delle tessere stagionali: si partirà con la prima tranche... al buio dal 4 all'8 giugno, poi dal 18 al 27 luglio la seconda fase a mercato quasi completo e l'ultima parte si terrà dal 5 al 14 settembre. «Per la prima fase chiediamo ai tifosi un atto di fede al di là delle conferme, ma abbiamo scelto lo slogan come segnale dell'identità che abbiamo avuto in queste ultime due stagioni - spiega il g,m. Andrea Conti -. Varese gioca un basket organizzato, aggressivo e corale che soprattutto in casa ci ha permesso di ottenere imprese importanti. Lo confermeremo anche nella prossima annata, pur cercando un paio di innesti di talento per abbinare spettacolo e risultati». PREZZI IN SU CON DUE GARE IN PIÙ - Confermate le tre fasce di prezzi con rincari su seconda e terza fase (rispettivamente 20 e 65 euro in più per la Tribuna Gold, 20 e 40 per la Silver e 10 e 30 per Galleria e Curva Nord). Il costo complessivo è aumentato rispetto al 2018/19 in funzione delle 17 partite casalinghe previste dal nuovo format della serie A a 18 squadre rispetto alle 15 gare delle ultime stagioni, anche se l'ufficialità dell'aumento delle partecipanti al massimo campionato ci sarà soltanto dopo il Consiglio federale del 16 luglio. Sulla prima fase si tratta di 15 euro in più per la Gold e 10 per Silver, Galleria e Curva Nord, in realtà è diminuito il prezzo unitario per ogni singola partita (ad esempio per la Gold da 27,3 a 25,9 euro). PRELAZIONI E SCONTI - I 2.798 abbonati del 2018/19 potranno esercitare la prelazione sia nella prima che nella seconda fase (termine ultimo 27 luglio), mentre i nuovi abbonati potranno scegliere tra i posti liberi. L'ultima tranche di settembre sarà invece in modalità vendita libera. Le tessere saranno in vendita nella sala Giancarlo Gualco dell'Enerxenia Arena di Masnago oppure on line su www.pallacanestrovarese. it sia per chi rinnova sia per i nuovi abbonati. Previste tariffe agevolate per i soci del Trust (50 euro su Gold e Silver e 40 su Galleria e Curva Nord nella prima fase) più sconti per Over 65 e le fasce 14-18, 18-24 e Under 14 (60 per cento in meno su tutti gli ordini di posti). Sconti anche per genitore e under 18 o 14 e per i nuclei con quattro o più familiari. Chi si abbona avrà il 10 per cento di sconto sul merchandising.
  3. La Pallacanestro Varese chiama a raccolta i tifosi col più classico appello "I want you" per il lancio della campagna abbonamenti 2018/19. C'è un galletto biancorosso stilizzato che invita i supporters ad acquistare la tessera stagionale per la prossima stagione dell'Openjobmetis: da giovedì prossimo fino al 30 maggio sarà già possibile sottoscrivere l'abbonamento nella prima fase anticipata in primavera come già accaduto 12 mesi fa. Rispetto alla scorsa annata ci sono sicuramente delle certezze in più dal punto di vista della struttura dell ' organico - vedi le situazioni contrattuali garantite con Attilio Caja, Giancarlo Ferrero, Matteo Tambone e Nicola Natali più Aleksa Avramovic che pure ha escape a pagamento - e un clima di entusiasmo aumentato dalla esaltante rimonta playoff con l'ultima partita ufficiale disputata solo 8 giorni prima del via della nuova campagna abbonamenti. TRE FASCE - La prima tranche della campagna 2018/19 si terrà dal 24 al 30 maggio tra i botteghini del PalA2A (dalle 16 alle 20 feriali, dalle 10 alle 19 di sabato) e l'acquisto on line su www.pallacanestrovarese.it. La seconda fase è prevista dal 12 al 21 luglio, l'ultima apertura è prevista dal 6 al 15 settembre. La prelazione per i vecchi abbonati - 2.701 le tessere staccate nel 2017/18 - varrà nella prima e nella seconda fase; a maggio e luglio i non abbonati potranno acquistare la tessera nei posti liberi, a settembre non ci saranno più vincoli. Si partirà ovviamente senza l'opzione Europa (iscrizione da formalizzare eventualmente entro il 23 giugno) valutando la possibilità dei mini-abbonamenti come nel 2016-2017. LIEVE RINCARO - Come 12 mesi fa il prezzo della tessera varierà a seconda della fase: chi si abbona "al buio" a maggio risparmi era 100 euro sul parterre, 20 euro sulla Tribuna Gold e Silver e 10 su Curva Nord e Galleria rispetto a chi lo farà a luglio (a settembre altro rincaro di 100 euro sul parterre, 15 per Gold e Silver e 25 per Curva Nord e Galleria). Previsto un piccolo rincaro in tutti i settori (Parterre da 1.600 a 1.800 euro, Gold da 390 a 415, Silver da 295 a 315 e Curva Nord e Galleria da 180 a 195 confrontando la prima fase del 2017-18): i prezzi più popolari erano bloccati da 3 stagioni, nella scelta della società di piazza Monte Grappa hanno pesato gli investi- menti sulla struttura e le aggiunte del "contorno" per rendere più fruibile il PalA2A e accattivante lo spettacolo extra-campo. La novità riguarda il settore Court Side: i 32 posti dei divanetti in primissima fila inaugurati nel girone di ritorno del campionato 2017/18 saranno in vendita a 5mila euro l'uno, comprendendo una vasta gamma di benefit. SCONTI E FACILITAZIONI - Confermati gli sconti per diverse fasce d'età (Over 65, Under 14, Under 18 e Under 24) più la novità della tariffa ridotta per i membri de "Il Basket Siamo Noi". La tessera 2018/2019 darà diritto alla prelazione in caso di eventuali playoff oltre allo sconto de "la giornata dell'abbonato" e il 10% di riduzione sui prodotti del Pallacanestro Varese Store. Giuseppe Sciascia
  4. Certezze? L'unica disponibile al momento ha letteralmente aperto le porte del Tempio ai fedeli, dando il via ufficiale alla campagna abbonamenti 2017/2018 e alla relativa stagione. La precoce e inedita "raccolta del tifo", partita con addosso il profumo e le incognite di maggio, ha avuto in Attilio Caja una sorta di "front-man" d'eccezione, con il coach pavese disponibile e sorridente nell'accogliere la prima ventina di supporter allo scoccare delle 16 al PalA2A. Sono stati lui, la sua etica del lavoro e il credito accumulato con i fatti nei suoi sei mesi biancorossi (quattro in questa stagione e due nel 2015) le buone ragioni che hanno convinto ieri 159 persone a chiudere gli occhi e a dire "sì" a Varese sulla fiducia (il dato della prima giornata supera quello del luglio 2016: allora furono 124). Lui e quell'amore verso la causa che in taluni sgorga sempre senza bisogno di condizioni, colpi di mercato e prospettive: semplicemente c'è e non si riesce a tenerlo dentro. Retorica? No. Basta chiedere a Edoardo Scola da Rozzano, fuori dall'ingresso del parterre fin dalle 9.30 del mattino, primo abbonato in assoluto per il secondo anno di fila: «Venire subito è davvero un gesto d'amore verso Varese e verso il basket - dichiara dopo aver sottoscritto la tessera di Galleria - Sono e sarò sempre orgogliosissimo di questi colori, anche se si dovesse ripartire da zero. E poi c'è Caja, che - come due stagioni fa -anche in quella appena trascorsa ha dimostrato di essere un allenatore su cui si può contare». Alla domanda su chi tra i "Resuscitabili" vorrebbe rivedere ancora con la canotta varesina, Edoardo risponde pronto: «Ferrero e Pelle. Il primo perché è un capitano tutto cuore, il secondo perché a mio parere ha avuto una crescita stratosferica dopo un inizio un po' difficile». Norvel il caraibico è la speranza anche di Claudio Colombo, secondo nella classifica della fede e al quinto anno consecutivo di abbonamento: «Speriamo non ce lo portino via - dice dopo le foto di rito - In realtà vorrei semplicemente rivedere un gruppo convincente come quella del girone di ritorno 2017, che grazie a Caja ha trovato una quadra. So, però, che non abbiamo un budget illimitato...». Al tavolo che ha i volti familiari degli "eterni" Raffaella Demattè e Luca Maffioli come biglietto da visita, si siede anche Michele Rossi da Morazzone, terzo come nel 2016: «Io vengo sempre il primo giorno - ci confessa - Perché è un atto di fede... E poi non rinuncerei per nulla al mondo alle partite al palazzetto nel fine settimana». Michele è stato anche il primo a rinnovare la tessera de "Il Basket siamo Noi", usufruendo così degli sconti riservati a tutti coloro che confermeranno l'appartenenza al Trust o decideranno di iniziare a farvi parte. Per tutto il pomeriggio, dandosi il cambio, una delegazione dei soci fondatori della grande famiglia del BSN (il presidente Luca Villa, Paola Guarneri, Antonio Caputo, Renato Vagaggini e Umberto Argieri) ha tenuto vivo il banchetto dedicato proprio fuori dalla sala Gualco, mettendosi a disposizione di chiunque volesse aderire all'avventura (alla fine si sono registrati 32 abbonamenti alla Pali. Va tramite il Trust, con 11 rinnovi cartacei e 7 nuovi associati): «Io ho sempre creduto al Supporter Trust - afferma Rossi - tanto da essere stato il primo a entrare nell'associazione dopo i fondatori l'anno scorso. Spero che il numero dei soci possa crescere, in modo da dare un aiuto consistente alla società come avviene in Spagna tramite iniziative analoghe». Scrivevamo di fede, giusto? Beh che dire di quella di chi ieri si è abbonato pur "abitando" ancora in un pancione? Fosse per la futura mamma Paola Arosio, la prima "quota rosa" del 2017, nipote del mitico e intramontabile ex segretario Augusto Ossola, il nascituro avrebbe il suo posto sui seggiolini del Lino Oldrini fin dai primi vagiti: «Sono contenta che abbiano aperto la campagna abbonamenti ora - confida - perché a luglio sarò alle prese con la nascita di mio figlio e non sa- rei potuta venire. Chissà che a ottobre non riesca davvero a portarlo già al palazzetto...». La prima ora di abbonamenti scorre dunque così, tra due chiacchiere, qualche bella storia e i sorrisi di Attilio Caja. Ovvero la certezza di cui sopra che, a sua volta, di certezza ne ha un'altra: «È tanto che faccio questo lavoro e mai mi era capitato di vedere persone in fila al 25 di maggio per fare un abbonamento. Ritengo che questa sia l'ennesima prova di cosa rappresenti Varese nella pallacanestro italiana. Qui c'è gente che spende tempo e risorse per starci vicino: non dovremo mai scordarcelo». Fabio Gandini
  5. L’amore biancorosso, quest’anno, sboccia a primavera. È stata lanciata ieri la campagna abbonamenti della Pallacanestro Varese per la stagione 2017/2018: a memoria non si ricorda una raccolta tessere con un inizio così precoce. Sulla scorta di quanto è avvenuto in altre realtà (Brescia e Milano, per esempio), invece, piazza Monte Grappa ha scelto la data del 25 maggio per cominciare a verificare la fedeltà dei propri tifosi, strutturando la campagna in tre fasi di cui una (quella al via a breve) economicamente assai premiante per tutti coloro che vorranno sposare subito la causa. La novità principale se ne porta dietro altre, su tutte questa: gli aderenti al Support Trust “Il Basket siamo Noi” godranno di una tariffa agevolata e molto vantaggiosa, a testimoniare la crescente importanza dell’associazione che oggi possiede il 5% delle quote societarie. “Trusta” che ti conviene Cominciamo proprio da qui. I soci del Trust avranno uno sconto di circa 40-45 euro (le tariffe precise verranno comunicate nei prossimi giorni) per ogni ordine di posto, ovvero per qualunque settore del PalA2A decidano di sottoscrivere il proprio abbonamento. Una decisione ponderata per premiare in assoluto tutti gli associati, con un occhio di riguardo per coloro che - dovendo fare i conti più di altri con il portafoglio- opteranno per i seggiolini più popolari. Un esempio? Un risparmio di 45 euro su un abbonamento di 180 (che è il costo di una tessera in galleria nella prima fase) risulta essere piuttosto consistente. Conditio sine qua non per usufruire dei prezzi agevolati sarà dimostrare l’appartenenza al Basket siamo Noi, o rinnovando la propria adesione annuale (e presentando la ricevuta di versamento all’atto della sottoscrizione dell’abbonamento), o entrando a far parte dell’associazione come socio, nelle alternative Gold (500 euro all’anno), Silver (100 euro) o Under 18 (50 euro): il tutto, ovviamente, prima di sottoscrivere l’abbonamento con la Pallacanestro Varese. I soci fondatori del Trust saranno presenti al PalA2A (Sala Gualco) per tutta la durata della campagna, in modo da agevolare chi volesse entrare a far parte della “famiglia” del Basket siamo Noi e subito dopo prenotare il proprio posto nel Tempio. Tre fasi Come anticipato all’inizio saranno tre le fasi della “raccolta del tifo”. Nella prima, “a tariffa ridottissima” (si va dai 180 euro della galleria ai 1650 del parterre), dal 25 al 31 maggio, i vecchi abbonati avranno diritto alla prelazione sul loro posto e i nuovi abbonati potranno scegliere i seggiolini non soggetti a prelazione, usufruendo anch’essi della tariffa agevolata. Gli orari: giovedì 25 e venerdì 26 maggio (16.00–20.00), sabato 27 maggio (10.00–19.00), lunedì 29, martedì 30 e mercoledì 31 maggio (16.00–20.00). La seconda fase, “a tariffa ridotta” (si va da 190 euro della galleria ai 1650 del parterre), è in programma dal 13 al 22 luglio, con le stesse modalità sopra elencate per la prima. La terza, infine, avrà luogo dal 7 al 16 settembre e sarà a vendita libera (cioè senza diritto di prelazione per i vecchi abbonati) e a tariffa intera (si va dai 195 della galleria ai 1700 del parterre). Pallacanestro Varese, come negli anni scorsi, ha previsto agevolazioni per gli over 65, per gli under 14, per gli under 18, per i giovani dai 18 ai 24 anni e per i nuclei familiari composti da 4 o più persone. Le tessere stagionali potranno essere rinnovate anche online all’indirizzo www.pallacanestrovarese.it/rinnovo-abbonamento-online/ e ritirate nei giorni di campagna abbonamenti saltando la fila. Tutte le info in dettaglio si possono trovare su www.pallacanestrovarese.it. Riuscirà Varese a superare le 2810 tessere del 2016? La rincorsa parte giovedì prossimo. Fabio Gandini
  6. [color=#000000][font=Verdana][size=1][size=3](G.S.) - Chiude a quota 2762 la campagna mini-abbonamenti per i playoff messi in vendita dalla Pallacanestro Varese per le gare casalinghe dei primi due turni della post-season. Un dato che supera di oltre 200 tessere il numero degli abbonati del settembre 2012 (totale a quota 2533) ma che, analizzato in maniera più dettagliata, “fotografa” una netta ascesa dei consensi riscossi dalla Cimberio tra i suoi tifosi. Circa l'80 per cento dei “fedelissimi” di inizio stagione ha esercitato l'opzione a prezzi ridotti previsti nella prima fase: 1781 hanno rinnovato il proprio posto e circa 250 hanno sottoscritto il miniabbonamento spostandosi però in un settore diverso. Ma sono stati circa 750 i non abbonati che hanno scelto di “opzionare” il posto per le partite casalinghe dei playoff. [/size][/size][/font][/color] [color=#000000][font=Verdana][size=1][size=3]«Numeri ampiamente soddisfacenti che fanno estremamente piacere, soprattutto per i numerosi nuovi abbonati convinti a darci fiducia da quello che la squadra ha saputo dimostrare sul campo», commenta soddisfatto il presidente Cecco Vescovi. «Una fiducia che ci siamo saputi guadagnare con una stagione decisamente positiva, ma la risposta dei tifosi è certamente gratificante per società e squadra», aggiunge il “ministro delle finanze” Stefano Coppa. [/size] [size=3]Di sicuro dunque i playoff 2012/2013 faranno registrare presenze significative sulle tribune di Masnago: i miniabbonamenti venduti sono sin d'ora superiori all'affluenza nelle sfide contro Siena della stagione passata (rispettivamente 2573 e 2569 paganti per i playoff 2011/2012). E il gettito complessivo dell'operazione stimabile attorno ai 200mila euro lordi (da cui togliere Iva e diritti Siae) garantisce alla società la copertura dell'ultima “mini-porzione” del budget stagionale: il pareggio definitivo del bilancio si otterrà con l'eventuale passaggio del primo turno playoff, che non solo spalancherebbe nuovamente alla Cimberio le porte delle coppe europee ma farebbe maturare i premi previsti dai contratti di sponsorizzazione (quelli per i giocatori sono già scattati con la qualificazione alla post-season). L'aggiunta all'organico nel settore dei lunghi europei (ci sta lavorando il d.s. Simone Giofrè attualmente in missione a Portsmouth per il torneo dei migliori laureati della NCAA: se ne saprà di più tra qualche settimana quando le situazioni negli altri campionati europei delineeranno maggiormente l'effettiva disponibilità di giocatori) potrà essere “coperta” con gli incassi dalla biglietteria. Togliendo dal totale di 5107 posti i 2762 miniabbonamenti più i 112 della tribuna stampa e i 233 del settore ospiti, resteranno a disposizione poco più di duemila biglietti per le sfide dei quarti e delle eventuali semifinali; qualora dovesse chiudere prima la stagione regolare ed avere facoltà di scelta per la data di inizio del suo cammino playoff, Varese avrebbe già optato per il 10 maggio (significherebbe le prime due in casa venerdì 10 e domenica 12, poi due trasferte in fila martedì 14 e giovedì 16, l'eventuale quinta partita a Masnago sabato 18, l'eventuale sesta in trasferta lunedì 20 e la possibile “bellissima” in gara-7 al PalaWhirlpool mercoledì 22). [/size] [size=3]Per le eventuali finali invece la società, con un pizzico di scaramanzia, non ha ancora studiato alcuna iniziativa; di certo più proseguirà il percorso nei playoff e più sarà soddisfatto il cassiere, anche in ottica futura... [/size][/size][/font][/color]
  7. [font=verdana, geneva, sans-serif][size=3]Una scommessa su un lungo cammino playoff pensata a misura dei tifosi biancorossi: è questo l'intento della campagna abbonamenti per la post-season lanciata ieri dalla Pallacanestro Varese con il messaggio “Noi ci crediamo, e tu?”. [/size][/font] [size=3][font=verdana, geneva, sans-serif]Raggiunto aritmeticamente il traguardo della qualificazione al tabellone-scudetto, la società di piazza Monte Grappa propone per la prima volta nella sua storia un mini-abbonamento valido per le gare dei quarti e delle eventuali semifinali (non comprese invece le finali). [/font][/size] [size=3][font=verdana, geneva, sans-serif]Pagando l'equivalente di tre partite si può arrivare a un risparmio che potrebbe raggiungere il 170 per cento: dipenderà tutto dal cammino dei biancorossi, ma se il minimo è di due tappe casalinghe, in caso di eliminazione per 0-4 al primo turno, il massimo di 8 se in entrambi i turni la Cimberio andrà a gara-7 da giocare a Masnago. Si tratta di una promozione certamente vantaggiosa per i tifosi, soprattutto alla luce dell'elevato numero di partite in pochi giorni con relativo esborso importante. Ma allo stesso tempo lo è anche per la società, che con gli introiti generati da questi mini-abbonamenti avrà la garanzia di coprire il 100 per cento del budget della stagione 2012/2013 e di aumentare in maniera concreta l'affluenza al PalaWhirlpool dopo i dati non certo entusiasmanti delle ultime due stagioni (poco più di 2600 paganti per le due sfide dello scorso anno contro Siena). [/font][/size] [size=3][font=verdana, geneva, sans-serif]LE DUE FASI - Così come accade abitualmente in campagna abbonamenti ci saranno due “step” temporali differenti. [/font][/size] [size=3][font=verdana, geneva, sans-serif]La prima fase - da giovedì 21 a sabato 30 marzo - sarà riservata ad abbonati e Sostenitori Più, che potranno esercitare il diritto di prelazione sul loro posto abituale. Dal 3 al 9 aprile invece spazio per i non abbonati con vendita libera a tariffa maggiorata. Gli abbonati e i Sostenitori Più che non sottoscriveranno il mini-abbonamento manterranno comunque le agevolazioni previste in campagna abbonamento (rispettivamente 30 per cento di sconto e prime due partite gratis) in fase di acquisto dei biglietti playoff, senza però poter avere garanzia della prelazione dei posti. [/font][/size] [size=3][font=verdana, geneva, sans-serif]I PREZZI - Nella prima fase i mini-abbonamenti costeranno 360 euro in parterre Ovest, Sud e Nord (120 il biglietto singolo), 220 in parterre Est (biglietto a 70), 115 in Tribuna Gold (35 il biglietto), 85 in Tribuna Silver (25 il biglietto), 55 in Curva Nord e Galleria (15 il biglietto) riducendo a 290, 175, 90, 70 e 45 euro il costo degli abbonamenti per l'Under 18. Ulteriori sconti per i Sostenitori Più (120 il parterre, 55 la Tribuna Gold, 45 la Silver e 30 in Curva Nord e Galleria). [/font][/size] [size=3][font=verdana, geneva, sans-serif]Nella seconda fase i prezzi saliranno a 450 euro (360 per gli Under 18) nel parterre Vip, 250 (200) per il parterre Est, 140 (110) per la Tribuna Gold, 100 (80) per la Tribuna Silver e 70 (55) per Curva Norde Galleria. [/font][/size] [size=3][font=verdana, geneva, sans-serif]MODALITÀ - I mini abbonamenti saranno disponibili presso i botteghini del PalaWhirlpool dalle 17 alle 19,30 dal lunedì al venerdì (nelle tre giornate di sabato invece apertura dalle 10 alle 12,30 e dalle 16 alle 18). L'acquisto della tessera eviterà code ai botteghini e permetterà di avere il posto garantito per quarti e semifinali. A tutti coloro che sottoscriveranno il mini-abbonamento sarà regalata una T-shirt a tiratura limitata. [/font][/size] [size=3][font=verdana, geneva, sans-serif]Giuseppe Sciascia [/font][/size]
  8. [color=#000000][font=Verdana][size=1][font=verdana, geneva, sans-serif][size=3]In attesa dei riscontri del campo c'è già un primo risultato acquisito dal nuovo corso della Pallacanestro Varese (foto Blitz in alto): i consensi del pubblico varesino per la costruzione di una squadra in grado di coniugare successi e divertimento sono stati evidenziati dagli esiti soddisfacenti di una campagna abbonamenti chiusa con un saldo positivo sia in termini di tessere staccate che di incassi. [/size][/font][/size][/font][/color] [color=#000000][font=Verdana][size=1][size=3][font=verdana, geneva, sans-serif]In totale 2.533 i tifosi biancorossi che hanno sottoscritto il tagliando stagionale, 242 in più rispetto al 2011/2012 con un incremento dell'11 per cento “riscontrato” nelle casse. Ciò significa un introito complessivo netto superiore di 18mila euro (compresi i 173 “Sostenitori Più” rispetto ai 104 della passata stagione) nonostante le molte agevolazioni (prezzi ridotti nella prima fase per Galleria e Curva Nord e sconti robusti per gli Under 18) ideate dalla società per venire incontro ai sostenitori. [/font][/size][/size][/font][/color] [color=#000000][font=Verdana][size=1][size=3][font=verdana, geneva, sans-serif]«Siamo pienamente soddisfatti dei numeri della campagna abbonamenti, evidentemente i tifosi hanno apprezzato sia la squadra allestita che le promozioni a loro riservate – spiega il tesoriere biancorosso Stefano Coppa –. Vista la crisi economica generale più di così non potevamo fare e alla fine i tifosi, scegliendo magari di risparmiare sull'ordine dei posti, hanno premiato la nostra politica». [/font][/size] [size=3][font=verdana, geneva, sans-serif]Abbonamenti in crescita soprattutto nei settori di Tribuna Silver (più 45 per cento) e Curva Nord (più 35 per cento con molti Under 18 a sfruttare la promozione a soli 50 euro) a scapito di una contrazione della Tribuna Gold (meno 7 per cento) e di una lieve riduzione del parterre. [/font][/size] [size=3][font=verdana, geneva, sans-serif]Molto apprezzata la promozione ideata per gli abbonati Trenord (ben 235 le riduzioni del 20 per cento ottenute grazie all'accordo di “co-marketing” con lo sponsor biancorosso) mentre gli Under 18 hanno fatto registrare un'ascesa relativa (dall'8 al 10 per cento) inducendo la società a riflettere sulle politiche promozionali per i giovani.[/font][/size][/size][/font][/color] [color=#000000][font=Verdana][size=1][size=3][font=verdana, geneva, sans-serif]«Le fasce d'età su cui puntare in futuro sono quelle riguardanti i giovanissimi delle scuole elementari e medie» chiarisce a riguardo Coppa. [/font][/size] [size=3][font=verdana, geneva, sans-serif]Nel complesso gli abbonamenti – con un ricavo netto di poco superiore ai 430mila euro – confermano il loro peso sostanzioso nel budget biancorosso, contando l'ulteriore riduzione degli omaggi (solo 136 con un taglio ulteriore del 30 per cento rispetto al 2011/2012; nell'anno del record a quota 3479 gli omaggi erano 985...). [/font][/size] [size=3][font=verdana, geneva, sans-serif]Chiaro che la politica dei prezzi praticata dalla società varesina nel rapporto tra tessera stagionale e biglietto singolo spinge i tifosi più appassionati a scegliere la via della “fidelizzazione”; ma sulla crescita degli abbonati hanno inciso anche le strategie di mercato votate a costruire una squadra più spettacolare. [/font][/size][/size][/font][/color] [color=#000000][font=Verdana][size=1][size=3][font=verdana, geneva, sans-serif]«Quest'anno non ho ancora sentito qualcuno scontento della squadra: l'esordio contro Avellino ha fornito un bel biglietto da visita circa il nostro modo di giocare, e a differenza dello scorso anno si respira un clima di fiducia totale attorno a tutti i giocatori - afferma Coppa -. Sulla costruzione della squadra è normale che in sede di strategia di mercato abbiamo cercato di assecondare i desideri dei tifosi: in fondo questo è un prodotto da vendere e per riuscire ad essere più accattivanti nei confronti del pubblico abbiamo provato a rendere più interessante lo spettacolo». [/font][/size] [size=3][font=verdana, geneva, sans-serif]Il concetto vale per i tifosi in tribuna ma si può ampliare anche a sponsor e consorziati, gli altri due “pilastri” sui quali si regge il bilancio della società: «Pubblico e consorzio - prosegue il tesoriere del club biancorosso - sono ormai due certezze sulle quali abbiamo lavorato bene; ora confidiamo che la faccia fresca, giovane e divertente della nuova Varese possa coinvolgere anche nuove realtà decise ad apparire sulla maglia di una squadra in grado di attrarre attenzioni e consensi».[/font][/size] [size=3][font=verdana, geneva, sans-serif]Giuseppe Sciascia[/font][/size][/size][/font][/color]
×
×
  • Create New...