Jump to content

Search the Community

Showing results for tags 'aleksa avramovic'.

  • Search By Tags

    Type tags separated by commas.
  • Search By Author

Content Type


Forums

  • Solo Basket
    • Varese e il campionato di Basket
    • Il basket dalla B in giù...passando dalle giovanili
    • Archivio articoli
  • Gruppo Vfb.it
    • Divertiti col gruppo di Vfb.it
    • FantaVFB
    • Il gioco dei pronostici

Find results in...

Find results that contain...


Date Created

  • Start

    End


Last Updated

  • Start

    End


Filter by number of...

Joined

  • Start

    End


Group


AIM


MSN


Website URL


ICQ


Yahoo


Jabber


Skype


Location


Interests

Found 8 results

  1. Aleksa Avramovic sarà il quinto giocatore dell’Openjobmetis versione 2018/19. L’esterno del 1994, beniamino del PalA2A per il suo adrenalinico stile di gioco, sarà il terminale principe della Varese che verrà dopo essersi guadagnato sul campo lo status di prima punta con i 19,3 punti fatturati tra la rimonta playoff e la serie contro Brescia (inserito dalla Lega Basket nel secondo quintetto ideale della post season insieme all’altro confermato Tyler Cain). Tecnicamente la scadenza dell’escape in favore dell’esterno mancino è fissata per oggi, ma è ormai acclarata la volontà del giocatore serbo
  2. Dieci giorni di attesa per capire se Aleksa Avramovic sarà ancora la guardia titolare dell'Openjobmetis versione 2018/19. La clausola rescissoria a favore dell'atleta serbo contenuta nel contratto triennale stipulato dal d.g. Claudio Coldebella - il primo in assoluto siglato nell'era del dirigente veneto nel giugno 2016 - andrà eventualmente esercitata entro il 25 giugno; dopo quella scadenza il contratto diventerà garantito e qualsiasi acquirente dovrà eventualmente intavolare una trattativa con il club di piazza Monte Grappa. Possibilità che qualche "amatore" internazionale investa i 50
  3. Aleksa Avramovic ricambia l’affetto che Varese gli ha tributato in occasione della festa di fine stagione di lunedì scorso. L’esterno serbo ha confermato il suo ruolo di preferito dai fans biancorossi nell’applausometro al momento della presentazione e nella caccia a selfie e autografi: «Una festa che ha confermato l’amore per il basket di questa città: vedere tanta gente che è venuta a salutarci è stato un momento speciale e un bellissimo coronamento di una annata che ci ha dato sensazioni fortissime. Credo che a caldo tutti noi vorremmo restare in una piazza dove c’è questo tipo di supporto,
  4. Adrenalina a mille per Aleksa Avramovic dopo un derby da protagonista assoluto: se Cameron Wells è stato MVP per continuità ad alto livello della partita contro Milano, la guardia serba è stato il jolly che Attilio Caja ha pescato nella manica da calare in corsa per spaccare la partita con i suoi 18 punti in 23'. Davvero una grande emozione per l'atleta del 1994, che ha ribadito la sua empatia con i tifosi varesini. «Una grandissima serata per noi e per il pubblico: Varese non batteva Milano da quasi 5 anni, la gente ci ha dato una spinta incredibile e noi abbiamo messo in campo un'e
  5. La timidezza nello sguardo e nell’approccio sembra arrivare in fotocopia dall’estate 2016 e da quell’avvento varesino da perfetto sconosciuto, vissuto con delicata, pudica ed emozionata grazia. Ventidue anni, oggi quasi ventitrè, non sono d’altronde un’opinione, nemmeno se nella vita hai scelto di fare il professionista del basket. ... Non è mica da questi particolari che si giudica un giocatore: e con Aleksa Avramovic lo sappiamo bene. Sul parquet timido non lo è mai stato: negli occhi dei tifosi c’è ancora il fragore dei primi mesi della scorsa stagione. Un fragore fin troppo anarchico
  6. La quadra trovata da Attilio Caja nella disastrosa Openjobmetis da lui ereditata a fine dicembre 2016 ha richiesto sudore e sacrifici. Del lavoro, innanzitutto, ma anche di uomini: il più evidente è quello di Aleksa Avramovic, 1,5 minuti di impiego medio nelle ultime quattro partite, quelle della rinascita biancorossa, frutto di 6 primi giocati contro Pistoia e di 3 n.e. consecutivi contro Avellino, Pesaro e Brescia. Un accantonamento evidente, per un giocatore che durante la gestione di Paolo Moretti in campionato (12 gare) restava sul parquet 18,9 minuti di media, producendo 9,5 punti a
  7. Un ragazzo con tanta voglia di sfondare, con un volto ben più giovane dei suoi 21 anni, e che vuole mettersi alla prova nell'occasione propostagli da Varese. Aleksa Avramovic è un vero e proprio basketball addicted, sia per la conoscenza della storia biancorossa («Sono orgoglioso di giocare per uno dei club più gloriosi d'Europa che ha vinto 5 Coppe dei Campioni») che per l'interesse a 360 gradi per la pallacanestro («Guardo tanta NBA per provare ad imparare qualcosa»). Sogna di imitare i suoi idoli di gioventù («Mi piaceva moltissimo Dejan Bodiroga, un giocatore che in Italia è stato grande p
  8. È Aleksa Avramovic il primo acquisto dell'era Claudio Coldebella. Il 21enne playmaker serbo ha firmato un contratto pluriennale (2 stagioni con opzione per il 2018-19) con la Pallacanestro Varese, che ha chiuso in fretta un accordo già in fase di elaborazione da qualche settimana. Il giocatore del 1994 arriva dal Borac Cacak, formazione del campionato serbo dove ha totalizzato 20.1 punti (con un high score stagionale di 47 punti) e 5.9 assist di media. Un prospetto emergente che il nuovo d.g. biancorosso stava seguendo da più di un mese ed ha convinto anche Paolo Moretti in occasione de
×
×
  • Create New...