Jump to content

Search the Community

Showing results for tags 'gara1'.



More search options

  • Search By Tags

    Type tags separated by commas.
  • Search By Author

Content Type


Forums

  • Solo Basket
    • Varese e il campionato di Basket
    • Il basket dalla B in giù...passando dalle giovanili
    • Archivio articoli
  • Gruppo Vfb.it
    • Divertiti col gruppo di Vfb.it
    • FantaVFB
    • Il gioco dei pronostici

Find results in...

Find results that contain...


Date Created

  • Start

    End


Last Updated

  • Start

    End


Filter by number of...

Joined

  • Start

    End


Group


AIM


MSN


Website URL


ICQ


Yahoo


Jabber


Skype


Location


Interests

Found 2 results

  1. La Pallacanestro Openjobmetis Varese esce sconfitta dal primo round contro Brescia in occasione di gara-1 dei quarti di playoff per 68 a 61. Un risultato pesantemente condizionato da un secondo tempo estremamente povero di canestri per la compagine biancorossa nonostante una prima frazione molto positiva. Ferrero e compagni, però, non disperino: tra due giorni (lunedì 14 maggio ore 20:45) le due squadre si affronteranno per il secondo atto; sarà questa l’occasione ideale per rifarsi e ribaltare le sorti della serie Okoye rompe il ghiaccio con una precisa tripla che indirizza il match in favore della Openjobmetis che, in pochi minuti, si ritrova sull’8 a 2. Luca Vitali suona la carica per la Germani che accorcia successivamente con Landry; la risposta biancorossa non tarda ad arrivare e passa dalle mani di Avramovic e Tambone che, praticamente da soli, firmano il +7 (13-20) di fine primo quarto. Cotton inaugura il secondo periodo con quattro punti di fila “tamponati”, subito dopo, da una bomba di Okoye per il momentaneo 17-23. La Germani risponde con Moss, che trova il pareggio a quota 23, ma Varese ribatte con un parziale di 7-0 (Cain e Okoye) che costringe coach Diana al timeout. Al rientro, Vene piazza un altro “cesto”, preludio allo show di Avramovic che, con sei punti di fila, trascina i biancorossi sul +9 (31-40) del 20′. L’inizio della Leonessa è devastante e si traduce con un parziale di 7 a 0 (Michele Vitali e Landry) che vale il momentaneo -2 (38-40). Dopo il timeout di coach Caja, la Openjobmetis si sblocca con i liberi di Okoye ed il contropiede di Avramovic, ma Brescia torno nuovamente sul -1 (43-44) grazie ai canestri in serie di Landry. Okoye ed Avramovic firmano il nuovo +7 (43-50), ma la Germani torna a farsi sotto con maggior decisione fino al primo vantaggio di serata che rimane anche al 30′: 55-52. Dopo oltre 3′ di errori da una parte e dall’altra, Ortner apre gli ultimi 10′ di gioco con il canestro del +5 (57-52) e viene seguito dalla bomba di Landry al cospetto di una Openjobmetis incapace di fare canestro. Luca Vitali fa il +10, con Varese che si sblocca con Natali quando ormai è troppo tardi. Al 40′ festeggiano i padroni di casa: 68-61. GERMANI BASKET BRESCIA-PALLACANESTRO OPENJOBMETIS VARESE: 68-61 Germani Basket Brescia: Moore 3, Mastellari ne, L. Vitali 8, Landry 21, Ortner 4, Cotton 9, Fall, Traini, M. Vitali 13, Moss 5, Sacchetti 5. Coach: Andrea Diana. Pallacanestro Openjobmetis Varese: Avramovic 16, Bergamaschi ne, Natali 3, Vene 5, Okoye 18, Tambone 4, Cain 8, Delas 1, Ivanaj ne, Ferrero 2, Dimša, Larson 4. Coach: Attilio Caja.
  2. L’Openjobmetis prova a stupire ancora. Stasera a Verona (palla a due alle 20.45; diretta su RaiSport) la compagine di Attilio Caja inizierà il cammino nei playoff 2017-18 sfidando la terza forza Germani Brescia nella gara inaugurale dei quarti di finale al meglio di cinque partite (secondo atto lunedì a Montichiari, l’esordio al PalaA2A è previsto per mercoledì prossimo). Dopo cinque anni di digiuno, Varese torna tra le otto protagoniste della rincorsa scudetto grazie a un girone di ritorno da prima della classe che ha permesso ai biancorossi di scalare 10 posizioni in classifica in 15 giornate. Raggiunto un traguardo inaspettato ma meritatissimo per il mix di coralità, spirito di sacrificio ed impegno espressi sul campo, ora Ferrero e soci vogliono onorare al meglio una stagione che ha già prodotto risultati brillantissimi. Tra le big della serie A 2017-18, la Germani è quella sulla carta meno inarrivabile per una formazione biancorossa dal roster non certo infinito dopo l’infortunio di Cameron Wells. Ma la continuità ad alto livello espressa dalla Leonessa, che in due anni è passata dalla vittoria della A2 al terzo posto in stagione regolare più la finale di Coppa Italia, sarà un test impegnativo per valutare lo spessore dell’Openjobmetis al cambio del clima agonistico vibrante dei playoff: Brescia ha un roster con cinque “Over 30” che alla distanza di una serie dove si giocherà ogni 48 ore al meglio di 5 gare (saranno 72 solo tra l’eventuale quarta e quinta gara) potrebbero pagare dazio. Al contrario però il gap di esperienza tra Leonessa e Varese è enorme in favore dei padroni di casa: «A differenza nostra, Brescia ha tanti veterani dei playoff; noi ci metteremo l’entusiasmo e il coraggio degli esordienti, le armi che ci hanno sempre sostenuto in stagione regolare – spiega “Artiglio” - Per noi i playoff sono un premio: ci siamo guadagnati l’invito a questo party di fine stagione con imprese strepitose e l’obiettivo è quello di fare bella figura». Se c’è una occasione da cogliere per sovvertire il pronostico favorevole a Brescia può essere proprio quella del match inaugurale. La concomitanza con il concerto di Biagio Antonacci fissato da quasi un anno toglierà alla Germani il vantaggio del fattore-campo abituale a Montichiari, costringendo la squadra di Diana a spostarsi in un impianto spazioso ed accogliente come quello di Verona nel quale la spinta del pubblico amico (11-4 il record della Leonessa al PalaGeorge) potrebbe essere meno incisiva. A sostenere la squadra di Caja sono comunque annunciati 300 tifosi da Varese, con l’obiettivo di dare la carica ai biancorossi per giocare una partita arrembante ed aggressiva contro un’avversaria amante dei ritmi sincopati come la Germani. In regular season l'1-1 dei precedenti (73-67 a Montichiari e 100-72 al PalA2A) è stato figlio di partite diametralmente opposte tra due squadre dall'analogo coefficiente difensivo (Brescia seconda e OJM terza del campionato), ma dalla diversa interpretazione offensiva. Togliere lucidità alla mente Luca Vitali (miglior assistman della serie A a quota 6.2 di media) e disinnescare i bomber Landry e Michele Vitali sono le prime priorità tecniche nel piano gara di Varese, che dovrà puntare tutto sul controllo dei rimbalzi (prima contro decima nelle statistiche del 2017-18) per sorprendere i veterani della Leonessa con una partita giocata a tutto gas. Giuseppe Sciascia
×