Jump to content

Search the Community

Showing results for tags 'varese-pesaro'.

  • Search By Tags

    Type tags separated by commas.
  • Search By Author

Content Type


Forums

  • Solo Basket
    • Varese e il campionato di Basket
    • Il basket dalla B in giù...passando dalle giovanili
    • Archivio articoli
  • Gruppo Vfb.it
    • Divertiti col gruppo di Vfb.it
    • FantaVFB
    • Il gioco dei pronostici

Find results in...

Find results that contain...


Date Created

  • Start

    End


Last Updated

  • Start

    End


Filter by number of...

Joined

  • Start

    End


Group


AIM


MSN


Website URL


ICQ


Yahoo


Jabber


Skype


Location


Interests

Found 16 results

  1. L'Openjobmetis fa cinquina all'Enerxenia Arena e rimane agganciata al treno delle Final Eight. La formazione di Caja allunga la sua striscia vincente casalinga e tiene a quota zero il fanalino di coda Pesaro, domata con un finale all'insegna dell'aggressività e del sacrificio dopo un'inedita versione "sparatoria all'OK Corral" nei primi 28 minuti. Varese gioca una partita leggera per lunghi tratti, affidandosi all'attacco (record stagionale i 103 punti a referto) più che alle abituali certezze difensive: il primo tempo chiuso sul 56-54 concedendo il 73% da 2 è totalmente contrario alle ab
  2. E' una Pesaro ostica quella che scende in campo sotto le volte di Masnago e come evidenziato nelle ultime uscite si dimostra combattiva e anche ispirata offensivamente tant’è che il primo tempo si chiude con un risultato che potrebbe benissimo essere di una partita NBA. Nella ripresa, causa rotazioni ridotte da parte dei viaggianti, l’incisività dei marchigiani cala e così anche la fiducia e Varese riesce a stringere quanto basta le maglie per realizzare un break che alla fine si dilaterà arrivando al 103 a 87 conclusivo per una vittoria meritata da parte dei padroni di casa. Ma veniamo alle v
  3. Partita importante per entrambe le squadre scese in campo sotto le volte di Masnago ma con in palio obbiettivi ben diversi; Pesaro si gioca la permanenza nella massima serie, Varese deve tenere accese le speranze di qualificarsi per la post season e forse proprio per questo ne esce un match abbastanza equilibrato e che vede le 2 squadre superarsi nel punteggio in diverse occasioni ma sicuramente lo spettacolo offerto non è certo di prim’ordine. Alla fine hanno la meglio i padroni di casa che allungano nel finale grazie soprattutto a 2 bombe di Avramovic e ora aspetta Pistoia settimana prossima
  4. L'Openjobmetis cala il tris contro Pesaro e prova ad alzaie l'asticella degli obiettivi stagionali. La truppa di Caja festeggia davanti ai 4.365 tifosi del PalA2A la certezza aritmetica della permanenza in serie A, abbattendo con un avvio a tutto gas la resistenza dell'ultima della classe Vuelle. Varese ribadisce la forma smagliante ritrovata dopo gli stop contro Pistoia e Trento sulla base della solita ricetta fatta di intensità difensiva e scelte lucide in attacco. L'appeal inferiore dell'avversaria di turno rispetto alle big Avellino e Sassari non spegne la fame di gloria della formazi
  5. Nella 24° giornata di Campionato, Varese si è trovata ad affrontare la squadra di Pesaro, allenata dal coach Massimo Galli e famosa per la sua insoddisfacente posizione nella classifica (sedicesima in un elenco di sedici). Nonostante la “cattiva fama” che circonda questa squadra, essa può vantare di possedere alcuni elementi molto validi, ovvero i due americani Rotnei Clarke e Eric Mika. Questi due giocatori sono riusciti a emergere e a farsi notare, anche se non sono stati in grado di ribaltare a loro favore l’esito della serata. Tornando alla partita, lo squilibrio fra le due squadre er
  6. Varese 88-68 Pesaro nella 24° giornata di Campionato Stasera al Pala2a una Openjobmetis più che carica. Al fischio d’inizio gli avversari di Pesaro rubano la palla al quintetto base varesino (Cain, Vene, Larson, Okoye, Wells). Si fa da subito notare un prepotente Mika che è il primo a segnare, ma le sorti sembrano scritte fin dall’inizio: segue un fantastico assist di Larson che porta Vene, ormai perfettamente inserito nella squadra, a segnare i primi punti per Varese. Il giocatore si fa vedere tra triple, liberi e assist. Dunque un ottimo inizio per i ragazzi di Caja che al primo ti
  7. E’ una partita dominata per lunghi tratti, fatta eccezione l’inizio del terzo quarto con un parziale di 15 a 0 a favore dei pesaresi, quella che si svolge sotto le volte di Masnago alla vigilia di Pasqua. Varese parte fortissimo e mette subito la VL a distanza di sicurezza e non la fa più rientrare in partita nonostante una prestazione sotto tono, per come ci aveva abituato, di Okoye ma come ormai accade sovente se all’appello manca un protagonista ne emerge un altro e questa volta tocca ad Avramovic essere assoluto mattatore dell’incontro. Ma veniamo alle valutazioni : Avramovic 9 : esc
  8. Dubbi e certezze. Dubbi: nessuno pensi che la corsa sia finita qui. Perchè ne manca di sofferenza a “far felici” le budella la domenica pomeriggio prima di alzare la bandiera della salvezza. Soprattutto in un campionato, vittima di un livello appiattito verso il basso, in cui non esiste alcunché di scontato. Certezze: la Openjobmetis Varese, all’alba del mese di marzo, ha finalmente trovato un’anima, collettiva come somma di quelle individuali, su cui contare. Non puoi prevedere il momento in cui un insieme di singoli diventa una squadra: ci sono assemblaggi tecnici e umani che ci me
  9. L'Openjobmetis abbatte Pesaro con un quarto periodo arrembante e torna a godersi gli applausi scroscianti del PalA2A. La compagine di Attilio Caja ribalta con 15 minuti ad altissimo coefficiente di intensità difensiva (9 punti concessi nel quarto periodo) un match che aveva preso una brutta piega (50-61 al 25') e allunga a quota 3 una serie positiva che allontana finalmente i biancorossi dalla zona retrocessione. Il 2-0 negli scontri diretti con Pesaro è un punto fermo d'importanza capitale nella volata per evitare l'ultimo posto, ora distante 4 lunghezze visto il contemporaneo scivolone casal
  10. Varese questa sera riesce nella doppia impresa di vincere lo scontro diretto con Pesaro che vale oro e nel raggiungere quello che è il record stagionale di 3 vittorie consecutive grazie ad una prestazione a tutto tondo e dove tutti gli interpreti sfoderano una ottima partita. Ma veniamo alle valutazioni : Johnson 7,5 :quando è stato acquistato lo si è fatto principalmente per le sue doti offensive ma una volta di più questa sera ha dimostrato di dire il fatto suo anche nella metà campo difensiva, è un fattore a 360 gradi. BIDIMENSIONALE Anosike 8 : partita sontuosa da parte del
  11. Attilio Caja non cambia la ricetta vincente per l'Openjobmetis a dispetto del peso specifico della posta in palio. La chiave tattica della sfida di domani contro Pesaro sarà la stessa che ha permesso a Varese di conquistare la prima mini-striscia vincente della stagione 2016-17: difesa, coralità e concentrazione sono le priorità richiamate dal coach pavese alla vigilia del primo spareggio-salvezza al PalA2A. «La settimana di lavoro è stata estremamente positiva per arrivare al meglio al match contro Pesaro: siamo consapevoli dell'importanza dell'impegno, trattandosi di uno scontro diretto casa
  12. L'Openjobmetis teme l'effetto-scossa in casa Consultinvest dopo la clamorosa svolta sulla panchina marchigiana con la risoluzione consensuale ufficializzata mercoledì con Piero Bucchi e la promozione a capo allenatore dell'assistente Spiro Leka. Il precedente che fa paura a Varese è quello del derby del 2 dicembre contro Cantù: l'allora Red October si presentò al PalA2A in piena crisi dopo le dimissioni di Rimas Kurtinaitis e la promozione ad interim di Kyrill Bolshakov. Ma la scossa per l'addio di un allenatore che evidentemente era poco gradito dal gruppo diede una carica inattesa ai canturi
  13. [color=rgb(0,0,0)][font=Verdana][size=3]Senza arte né parte. Questa è la Pallacanestro Varese di Gianmarco Pozzecco i cui proclami di rimonta sono naufragati miseramente contro una formazione che, pur data alla canna del gas per il suo modesto assetto, ha spadroneggiato a Masnago.[/size][/font][/color][color=rgb(0,0,0)][font=Verdana][size=3] Ci si può stupire ma non troppo al di là di ogni vigilia allorquando, in un'orgia di buoni propositi, si accarezzano sogni di gloria (esagerati) salvo poi precipitare nell'impatto con la realtà che puntualmente punisce chi è incapace di far sua la partita
  14. [color=rgb(37,39,37)][font=Verdana][size=3]Altro che rincorsa playoff, qui bisogna cominciare a guardarsi le spalle. E a trovare in fretta la “scatola nera” per sistemare il rendimento di una squadra che continua ad accusare paurosi vuoti d’aria nella sua versione casalinga. E’ crisi aperta per una Openjobmetis nuovamente inchiodata dai limiti mentali di un gruppo povero di qualità ma anche di carattere, visto il tracollo contro un’avversaria più grintosa e reattiva come Pesaro. E se Consultinvest e Caserta muovono la classifica, per una squadra totalmente inadatta alle “rudezze” della bagarre
  15. [color=rgb(0,0,0)][font=Verdana][size=3]Due diverse partite: una giocata in campo, l'altra sugli spalti. L'una tra la Cimberio e Pesaro, l'altra tra la Curva Nord e il resto del pubblico, improvvisamente su sponde diverse, divisi da prese di posizione (opposte) nei confronti di squadra e società. Alla contestazione degli Arditi che, con uno striscione ricordavano il mercato biancorosso sbagliato con evidente risultato nonché la mancanza di rispetto per chi, come loro, ama i colori e che da sempre mette la faccia in trasferta (concetto abbastanza incomprensibile non esistendo società che commet
  16. [color=#000000][font=Verdana][size=1][font=verdana, geneva, sans-serif][size=3]Tre obiettivi per due punti da riporre in cassaforte e mettere definitivamente al sicuro il primato nella stagione regolare. [/size][/font] [size=3][font=verdana, geneva, sans-serif]Frank Vitucci (foto Blitz in alto) elenca così i motivi di interesse del match casalingo di domani contro Pesaro che concluderà il cammino al PalaWhirlpool nella prima fase di campionato: «Prima di tutto vogliamo conquistare aritmeticamente il primato della stagione regolare e in secondo luogo onorare l'ultima partita in casa della stag
×
×
  • Create New...