Jump to content

Search the Community

Showing results for tags 'varese-sassari'.

  • Search By Tags

    Type tags separated by commas.
  • Search By Author

Content Type


Forums

  • Solo Basket
    • Varese e il campionato di Basket
    • Il basket dalla B in giù...passando dalle giovanili
    • Archivio articoli
  • Gruppo Vfb.it
    • Divertiti col gruppo di Vfb.it
    • FantaVFB
    • Il gioco dei pronostici

Find results in...

Find results that contain...


Date Created

  • Start

    End


Last Updated

  • Start

    End


Filter by number of...

Joined

  • Start

    End


Group


AIM


MSN


Website URL


ICQ


Yahoo


Jabber


Skype


Location


Interests

Found 24 results

  1. L'Openjobmetis crolla malamente nell'esordio casalingo all'Enerxenia Arena. Il varesino onorario Gianmarco Pozzecco è profeta in patria in un debutto nel quale la truppa di Attilio Caja non tiene fede agli auspici espressi ieri su queste colonne da Rosario Rasizza. Una Varese piccola piccola, principalmente nel rendimento offensivo generato da una tremenda collezione di ferri dall'arco (35 errori su 42 tentativi da 3 rispetto ai 25 tiri da 2), ma anche in un atteggiamento troppo remissivo - fatta salva la verve di capitan Ferrero - e figlio della frustrazione per un attacco totalmente improdut
  2. Esordio per la Openjobmetis 2019/20 a dir poco deludente se non deprimente. L’avversaria non era certo tra le più abbordabili, stiamo parlando della fresca vincitrice della Super Coppa italiana, la Dinamo Sassari guidata dalla vecchia conoscenza Pozzecco per cui portare a casa i 2 punti non era certo scontato ma la prestazione dei padroni di casa è stata a dir poco sconfortante sotto tutti i punti di vista, tecnico, di atteggiamento e di combattività durata un quarto e poi ogni pezzo del sistema è drammaticamente andato alla deriva, cominciando da chi è il leader designato da inizio stag
  3. L'Openjobmetis inaugura la nuova stagione contro il Banco Sardegna del caro ex Gianmarco Pozzecco. Stasera all'Enerxenia Arena (palla a due alle 20.30) la truppa di Attilio Caja alzerà il sipario provando a sorprendere la Dinamo fresca vincitrice della Supercoppa. Partita carica di significati non soltanto per l'esordio casalingo di Varese in un campionato che si annuncia più competitivo degli anni scorsi e più denso di incognite per i biancorossi reduci da un precampionato condizionato da numerosi travagli. Ma anche per la prima a Masnago sulla panchina avversaria del Poz, amatissimo da gioca
  4. Varese in questo freddo mercoledì di coppa lascia e non raddoppia contro una Sassari che ricalca la partita fatta dai biancorossi appena 3 giorni fa, parte meglio e conduce dall’inizio alla fine l’incontro portando a casa una vittoria meritata grazie ad una buona continuità e ad un Rashawn Thomas in grandissimo spolvero, rebus indecifrabile per i lombardi che danno anche l’impressione di non infondere tutta l’intensità che di solito è il loro marchio di fabbrica. Ma veniamo alle valutazioni: Archie 5,5 : 9 punti ottenuti quasi tutti in avvicinamento a canestro; da fuori continuano ad esse
  5. Primo atto di una doppia sfida (mercoledì si giocherà per la FIBA Europe Cup) che vede fronteggiarsi Varese e Sassari a Masnago nel match che chiude la seconda giornata di ritorno e che vede gli umori delle 2 squadre diametralmente opposti(Varese viene da 3 stop consecutivi mentre Sassari da 5 vittorie) ma i padroni di casa danno da subito l’impressione di una maggiore intensità e alla fine mantengono il pallino del comando per tutto l’incontro e meritatamente portano a casa i 2 punti. Ma veniamo alle valutazioni: Archie 6,5 : ormai Mr. Smile ci ha abituato al medesimo copione, 3 falli in
  6. L'Openjobmetis riparte di slancio anche in campionato. La compagine di Attilio Caja sfata il tabù casalingo contro Sassari, chiudendo a quota 3 la sua serie negativa in serie A e fermando a quota 5 la striscia aperta del Banco Sardegna. Successo perentorio e mai in discussione per una Varese capace di rispolverare le sue armi migliori per imporre la legge dell'Enerxenia Arena ad una Dinamo penalizzata dalle defezioni di Pierre e Smith. I biancorossi azzannano la partita con l'approccio difensivo graffiante necessario per disinnescare il mix di forza fisica ed atletica a disposizione di En
  7. Le triple di Sassari sgonfiano i sogni di gloria di una Varese piccola piccola. Il Banco Sardegna allunga a quota 5 la serie positiva al PalA2A, infliggendo una punizione pesante alla peggior versione stagionale della squadra di Attilio Caja. Biancorossi spenti e senza mordente in una serata povera di lucidità, ma anche di energie: e in un match giocato su cadenze sincopate, la maggior qualità della Dinamo è il fattore chiave di una serata dove la solare differenza nelle percentuali da 3 (2/18 contro 12/28) è la prima ma non l'unica causa di una sconfitta nettissima. Di certo Varese ha sc
  8. Più del risultato, seconda sconfitta casalinga della stagione, a far male è l’avvolgente sensazione di non essere stati all’altezza della situazione. Anche in questo caso si tratta di un bis: prima di ieri, solo l’esordio di campionato contro Venezia aveva prodotto un sentimento simile negli occhi di spettatori e critica. Si è perso anche a Milano, a Brescia e ad Avellino, tutte occasioni nelle quali - però - Varese aveva sempre dimostrato di poter degnamente reggere lo stesso terreno di combattimento delle contendenti. Nel -21 (61-82 il risultato finale) con cui il Banco di Sardegna Sassari h
  9. Primo vero e proprio disastro sotto tutti i punti di vista dei varesini che non cominciano mai la partita fatta esclusione per una piccola fiammata sul finale del secondo quarto ma gli isolani conducono le danze da inizio a fine gara senza che il risultato sia mai in discussione. A preoccupare maggiormente sono l’ennesima prestazione incolore di Wells e una gestione di coach Caja che lascia più di qualche dubbio sia per le girandole vorticose dei cambi vuoi per l’utilizzo ridottissimo di Hollis che non ha mai il tempo di entrare nel vivo del match. Ma veniamo alle valutazione dei singoli:
  10. Varese si appella alla legge del PalA2A per provare a sorprendere Sassari. Oggi a Masnago (palla a due alle 18.15) la truppa di Attilio Caja cercherà di allungare a quota 4 la sua serie di vittorie casalinghe ospitando un Banco Sardegna sempre corsaro nelle sue ultime 4 visite sulle Prealpi. Partita ricca di spunti per i biancorossi alla vigilia della pausa per la Nazionale che manderà a riposo il campionato per due settimane, permettendo i primi bilanci a metà del girone d'andata. Battere una squadra con ambizioni playoff come la Dinamo confermerebbe l'elevato spessore del "sistema-Varese" an
  11. Sulla carta quella di oggi sarà un’altra montagna: Sassari vale una parte di classifica (quella di sinistra) nella quale Varese non dovrebbe avere diritto di cittadinanza (mentre la squadra di Pasquini sì, al pari di Venezia, Milano, Brescia, Trentino e Avellino). Sulla carta quella di oggi sarà un’altra montagna, scivolosa per di più. C’entra la psicologia: la Dinamo ha già sfiorato il suo fondo (dimissioni dell’allenatore dopo la sconfitta interna di domenica scorsa contro Capo d’Orlando), ha immediatamente ricominciato la risalita (dimissioni ritirate davanti alla presa di posizione co
  12. Attilio Caja chiede alla sua Varese un passo avanti rispetto ad Avellino e di mantenere il trend di crescita portato avanti nelle prime sette giornate. La ricetta in vista della gara di domani contro Sassari prevede anche la massima attenzione alle eventuali zone che Federico Pasquini potrebbe schierare per imbrigliare il contropiede biancorosso in versione PalA2A: «Per battere una squadra di prima fascia, che ambisce legittimamente ad un posto nei playoff - spiega il tecnico - dovremo disputare una partita migliore rispetto a quella di domenica scorsa. Noi siamo sempre cresciuti una partita d
  13. La pioggia di triple di Sassari spegne le velleità di riscossa dell'Openjobmetis. Quarto periodo ancora fatale alla truppa di Attilio Caja che, due settimane dopo il calo decisivo contro Torino, si fa trafiggere da un Banco Sardegna infallibile dall'arco (16/31 totale di cui 6/11 negli ultimi 10'). A Varese non bastano le migliori prove stagionali sul piano statistico nel tiro da 2 punti e nelle palle perse (rispettivamente 60% e solo 7) per aver ragione della lanciatissima Dinamo (4 successi in fila per il team di Pasquini). Nella sconfitta consecutiva numero 5 dei biancorossi sono molti
  14. Anche la prima partita di ritorno non può essere festeggiata dal pubblico di Masnago con una vittoria; di fronte c’è una squadra tosta, dal roster importante e che arriva da una lunga striscia positiva e Varese ci prova fino in fondo a giocarsi i 2 punti ma le percentuali mortifere degli isolani e alcuni passaggi a vuoto dei biancorossi fatali per gli uomini di coach Caja. Ma veniamo alle valutazioni dei singoli: Johnson 5,5 : un passo indietro rispetto alla partita di mercoledì sera per quanto riguarda la continuità di rendimento all’interno della stessa gara. Nel momento determinante sc
  15. L'Openjobmetis prova a conciliare fame di punti e voglia di impresa. Oggi al PalA2A (palla a due alle ore 18.15) la formazione di Attilio Caja inaugura il girone di ritorno contro il Banco Sardegna Sassari, una delle big dell'ultimo decennio italiano contro la quale non vince a Masnago dal novembre 2012. Test probante ma significativo per verificare il livello raggiunto da Cavaliero e compagni dopo i primi riscontri positivi della cura somministrata dal nuovo coach. Le due corroboranti vittorie contro Radom e Usak (rispetto a mercoledì recuperato Massimo Bulleri, che sarà a disposizione del te
  16. Attilio Caja indica la rotta alla sua Openjobmetis per ripetere 1" impresa di due anni fa. Proprio il coach pavese infatti era alla guida del team biancorosso il 19 aprile 2015, in occasione dell'unica vittoria di Varese negli ultimi 7 confronti con Sassari: al PalaSerradimigni finì 79-71 con 21 punti di Maynor e 20 di Eyenga. Ora serve rompere un digiuno casalingo che dura dall'ottobre 2012 con Frank Vitucci in panchina per invertire la rotta e lasciare l'ultimo posto in classifica. Ma "Artiglio" non vuole sovraccaricare il match che inaugurerà il girone di ritorno di eccessive aspettative: «
  17. [color=rgb(0,0,0)][font=Verdana][size=3]RAUTINS 6,5 Spara a raffica nel primo tempo quando Varese trova qualche accelerazione in campo aperto, dopo i 12 punti con 5 tiri dei primi 20' non trova più soluzioni aperte (alla fine 5/9 dal campo). Aggiunge 9 rimbalzi e 2 assist, ma al netto del tiraccio di fine primo overtime andrebbe coinvolto di più.[/size][/font][/color][color=rgb(0,0,0)][font=Verdana][size=3] DANIEL 7 (foto Blitz) Parte timido contro Lawal, poi sale di tono (10/15 da 2 e 13 rimbalzi) confezionando i massimi stagionali per punti e impatto sotto i cristalli; glaciale sui liberi
  18. [color=rgb(0,0,0)][font=Verdana][size=3]Chi crede alla cabala è autorizzato a toccare ferro: 113 a 117 è un punteggio da... smorfia. Anche quella della delusione per aver buttato via una vittoria. Il post Natale biancorosso si ferma a una manciata di secondi dal successo. Avanti di cinque gli uomini del Poz non rallentano, corrono e "sfondano" il muro azzurro. Varese schiaccia Sassa...ri finisce pancia a terra, colpita e affondata dai dardi dell'inafferabile Sosa. Egli, nella circostanza, ne sbaglia poche pur avendo sbagliato atteggiamento con un gestaccio censurabile (pagato solo con un tecni
  19. [color=rgb(0,0,0)][font=Verdana][size=3] (G.S.) - Cecco Vescovi non getta la spugna nonostante il pesante stop casalingo contro Sassari. Lo show balistico del Banco Sardegna ha lasciato il segno contro una Cimberio troppo remissiva e disposta ad accettare il run più che altro serve cambiare atteggiamento e riprendere il volto delle partite prima della pausa per la Coppa Italia. Eppure la settimana prima di Avellino la squadra s'era allenata bene, poi siamo andati in campo ed è arrivata una debacle imprevista. Viviamo su equilibri fragili e basta un niente per andare fuori giri; ma così ci com
  20. [color=#000000][font=Verdana][size=1][font=verdana, geneva, sans-serif][size=3]Cimberio senza freni anche nell’esame più impegnativo della sua fuga solitaria ai vertici della classifica. La vittoria più elettrizzante contro l’avversario più difficile conferma la leadership assoluta della truppa di Vitucci, che macina l’ottavo successo in fila al termine di una partita che regala spettacolo a piene mani tenendo fede alle aspettative di alto profilo della vigilia. Per lunghi tratti Varese deve trovare strade offensive alternative ai soliti giochi a due sull’asse Green-Dunston, dato che il primo
  21. [color=#000000][font=Verdana][size=1][font=verdana, geneva, sans-serif][size=3]Primato solitario ancor più sostanzioso per la Cimberio, che abbatte con la stoccata finale del suo leader Mike Green la strenua resistenza dell’indomito Banco Sardegna e porta a 4 le lunghezze di vantaggio sul trio delle inseguitrici già cadute a Masnago. Dopo Siena e Cantù, anche Sassari segna il passo al PalaWhirlpool: Varese ha il ribollente sostegno del “tutto esaurito” in tribuna e i tifosi si spellano le mani al termine di una partita condita di adrenalina purissima per 40 minuti. Bravi i sardi a rimettere t
  22. [color=#000000][font=Verdana][size=1][font=verdana, geneva, sans-serif][size=3]Avanti il prossimo. Lo pensa il tifosone che, per sua immacolata concezione della squadra del cuore, non teme sconfitte che non s'aspetta e che, soprattutto, reputa l'imbattuta Cimberio... ancor più imbattibile nella sua fortezza di Masnago. Stasera tocca a Sassari, l'altra squadra che ha sconvolto le consuete gerarchie di campionato, misurare l'irresistibilità da risultato di una Pall. Varese che, d'ora in poi, probabilmente, stupirebbe solo se si sgonfiasse come il pneumatico di una bici rimasta, per troppo tempo,
  23. [color=#000000][font=Verdana][size=1][font=verdana, geneva, sans-serif][size=3]Occhi puntati da tutta Italia sul parquet di Masnago per la sfida al vertice tra Cimberio Varese e Banco Sardegna Sassari. Stasera alle 20 (diretta su RaiSport) l'imbattuta capolista di Frank Vitucci ospiterà la sua più diretta inseguitrice in uno scontro diretto tra le due attuali "reginette" della classifica della serie A. Un big-match inatteso ma quanto-mai stimolante vista la capacità delle due protagoniste assolute della stagione 2012/2013 di abbinare i successi sul campo ad un basket allo stesso tempo concreto
  24. [color=#000000][font=Verdana][size=1][font=verdana, geneva, sans-serif][size=3]Sale anche nell'ambiente biancorosso l'attesa per lo scontro al vertice tra Varese e Sassari: mentre le prevendite volano oltre quota 4000 posti già assegnati, il grande seguito previsto per domani sera a Masnago sarà uno stimolo supplementare per una Cimberio decisa a ripagare i tifosi per l'entusiasmo che si respira attorno alla squadra. [/size][/font][/size][/font][/color] [color=#000000][font=Verdana][size=1][size=3][font=verdana, geneva, sans-serif]Lo conferma il coach Frank Vitucci (foto Blitz in alto): «La
×
×
  • Create New...