Jump to content

Search the Community

Showing results for tags 'venezia-varese'.

  • Search By Tags

    Type tags separated by commas.
  • Search By Author

Content Type


Forums

  • Solo Basket
    • Varese e il campionato di Basket
    • Il basket dalla B in giù...passando dalle giovanili
    • Archivio articoli
  • Gruppo Vfb.it
    • Divertiti col gruppo di Vfb.it
    • FantaVFB
    • Il gioco dei pronostici

Find results in...

Find results that contain...


Date Created

  • Start

    End


Last Updated

  • Start

    End


Filter by number of...

Joined

  • Start

    End


Group


AIM


MSN


Website URL


ICQ


Yahoo


Jabber


Skype


Location


Interests

Found 13 results

  1. Varese non riesce a smuoversi da quota 6 punti in classifica e resta impantanata nelle zone caldissime della classifica dopo il KO rimediato al “Taliercio” di Mestre, contro una Venezia che ritrova il sorriso dopo una lunga serie di sconfitte e di guai assortiti (tra Covid e infortuni) chiudendo a proprio favore 40′ di testa a testa con i biancorossi. 86-77 alla sirena, un divario bugiardo visto che la Openjobmetis ha avuto (e sprecato) almeno due palloni del sorpasso a 3′ dalla fine o giù di lì, pagando poi a caro prezzo gli ultimi giri di lancette. Nulla da fare quindi per la banda-Bull
  2. L'Openjobmetis timbra la patente da grande al Taliercio. La truppa di Attilio Caja infligge il primo stop casalingo stagionale alla seconda forza Venezia, e regala una soddisfazione doppia a Rosario Rasizza nel "derby del lavoro interinale" contro l'Umana. Eloquente il tweet a fine gara del main sponsor biancorosso («Openjobmetis gioca una partita disUmana. Luigi Brugnaro, ti aspetto a Varese per tifare insieme. Questa volta forza Varese!») per celebrare il secondo "sacco di Mestre" nell'anno solare 2018: "Orgoglio Varese" è ormai (praticamente) realtà, nel frattempo sono il coach pavese e la
  3. Varese risorge a Venezia. Dopo cinque stop consecutivi, la truppa di Attilio Caja sbanca con autorità il Taliercio e rompe un digiuno di 42 giorni (ultimo urrà il 10 dicembre 2017 contro Capo d'Orlando) abbandonando l'ultimo posto della classifica. La vittoria che non ti aspetti, frutto di una prestazione corale di altissimo livello sui due lati del campo di una squadra capace di applicare alla perfezione il piano gara preparato da Artiglio. Biancorossi tatticamente perfetti nell'imporre la propria superiorità fisica a rimbalzo (37-27 ma 22-11 a metà gara) e impostare una partita su ritmi cade
  4. La Pallacanestro Varese va in cerca dell'impresa sul campo dei campioni in carica. Stasera a Mestre (palla a due alle ore 19) la compagine di Attilio Caja sarà ospite dell' Umana Venezia, provando a invertire il trend negativo delle cinque sconfitte consecutive che l'hanno fatta scivolare in fondo alla classifica. Sulla carta è una missione impossibile tra il valore della seconda forza Reyer e l'emergenza perdurante ormai da un mese nel ruolo di guardia. La prossima settimana porterà certamente un rinforzo e dal derby con Milano l'organico biancorosso tornerà numericamente al completo, me
  5. Si spegne a Venezia il sogno proibito della rimonta playoff per l'Openjobmetis. La compagine di Attilio Caja cede soltanto nel finale sul campo della seconda forza della serie A, onorando comunque al meglio l'impegno contro una big come l'Umana. Anche al Taliercio i biancorossi mostrano la solidità di un impianto di gioco esaltato da un Maynor a lungo incontenibile (11/18 al tiro e 8 assist per il play statunitense). Alla fine, però, la cavalleria leggera della Reyer punisce Varese proprio nel reparto in cui i padroni di casa erano più in affanno viste le assenze sotto le plance di Batista, Ha
  6. Varese piegata a Venezia, Pistoia vince in casa contro Pesaro: l’aritmetica, con due giornate ancora in calendario, spegne il sogno della clamorosa rimonta playoff partendo dall’ultimo posto in classifica (sia i toscani che Capo d’Orlando, al momento ottava, sono avanti negli scontri diretti con la Openjobmetis). Non vogliamo sprecare più di una frase nel dare conto del verdetto che chiude, di fatto, il campionato della squadra di Attilio Caja: per un’impresa ai limiti dell’impossibile non ci possono essere grandi rimpianti, soprattutto se la memoria ti ricorda come (e dove) era messo que
  7. La seconda in classifica del girone di ritorno contro la seconda in classifica “reale”: «Vediamo quanto siamo distanti da loro: basta questo come stimolo» I playoff lasciamoli lì dove sono: non pensarci, in fondo, fino adesso ha portato fortuna. E poi, al “cartesiano” Attilio Caja, ciò che dipende anche da fattori esterni al “super io” biancorosso non interessa: così è stato nella rincorsa salvezza, così sarà in questo finale di campionato. “Prima” della classe Sulla strada di una Openjobmetis da 7 vittorie in 8 partite stavolta c’è un esame di quelli da 3 mesi di studio. Al Tal
  8. Yakhouba Diawara ha le idee chiare sulle prospettive dell'Openjobmetis alla vigilia della trasferta di Venezia. L'ala francese capocannoniere della serie A a 26,3 punti di media esprime senza mezzi termini la voglia di riscatto del gruppo biancorosso dopo il primo stop casalingo stagionale contro la Grissin Bon: «Dopo la sconfitta contro Reggio Emilia abbiamo tanta voglia di riscatto: ci aspetta una partita difficile, però ci siamo allenati molto bene in settimana e siamo pronti a giocare una gara ricca di intensità: lo stop di sabato sera ci ha lasciato l'amaro in bocca, vogliamo tramutare
  9. [color=rgb(37,39,37)][font=Verdana][size=3] [color=rgb(0,123,186)]SCEKIC 6,5 - [/color]Fatica a tenere il ritmo forsennato del secondo quarto col suo ingresso forzoso sul secondo fallo di Johnson che contribuisce al controbreak della Reyer. Nel quarto periodo presidia l’area con tutto il mestiere del suo bagaglio di esperienzae in mezzo alla zona è un baluardo.[/size][/font][/color][color=rgb(37,39,37)][font=Verdana][size=3] [color=rgb(0,123,186)]SAKOTA 5 - [/color]Tre minuti senza incidere, poi sacrificato sull’altare delle scelte difensive per accoppiarsi ai quintetti piccoli dell’Umana.
  10. [color=rgb(0,0,0)][font=Verdana][size=3] [color=rgb(37,39,37)]Due imprese esterne per girare una stagione nata sotto una cattiva stella. Se il colpaccio di Reggio Emilia era stato un segnale importante, quello del Taliercio può davvero simboleggiare la svolta verso la metà alta della classifica per una Cimberio capace di cambiare decisamente volto rispetto alla squadra senza continuità né coesione difensiva del girone d’andata. Nell’equilibrio assoluto di una classifica che racchiude 8 squadre in 4 punti tra il sesto e il tredicesimo[/color][/size][/font][/color][color=rgb(0,0,0)][font=Verdan
  11. [color=rgb(0,0,0)][font=Verdana][size=3][color=rgb(37,39,37)]MESTRE – Espone nuovamente la bandiera corsara una Cimberio capace di bissare il colpaccio di Reggio Emilia, sbancando con autorità anche il campo dell’Umana. Secondo hurrà esterno consecutivo per la squadra di Frates, che rientra a pieno titolo nella corsa playoff intascando un altro 2-0 pesantissimo nei confronti di una diretta rivale come Venezia. Una conferma importante per le rinnovate ambizioni di post-season della Varese "riveduta e corretta" con le aggiunte di Banks e Johnson, ma anche più quadrata nelle esecuzioni difensive
  12. [font=verdana, geneva, sans-serif][size=3]Come un serio ripasso prima degli esami. Ai quali Vitucci e i suoi uomini, ammessi a pieni voti e con lode, sono preparatissimi, avendo solo l'incognita di una pressione diversa rispetto a quella di tante prove durante l'anno.[/size][/font] [size=3][font=verdana, geneva, sans-serif]Gli esami non sono una lotteria, i primi della classe, ferrati in tutte le materie, non possono temerli se non emotivamente per loro natura, potendo essi rimettere in discussione ogni valutazione sin lì accertata.[/font][/size] [size=3][font=verdana, geneva, sans-serif]È
  13. Una partita senza quel pathos legato alla classifica tra due squadre che si misureranno in un antipasto dei quarti playoff al via da venerdì prossimo. Per Frank Vitucci (foto Blitz) la trasferta di domani a Venezia che chiude la regular season della Cimberio (già certa del primato in classifica e dell'incrocio con l'Umana ottava classificata) è una sorta di "gara zero": «Sarà una partita un po' strana per entrambe le squadre: potremmo definirla "gara zero" in attesa dell'inizio della serie playoff, ma in attesa delle sfide che conteranno veramente cercheremo di giocare una partita comunque ser
×
×
  • Create New...