Jump to content

Craig Callahan è il primo nome nuovo di Varese


pxg14
 Share

[color=rgb(0,0,0)][font=Verdana][size=3]
Sarà con ogni probabilità Craig Callahan (nella foto a destra) il primo giocatore dell'era Pozzecco. Il 33enne giocatore statunitense di nascita e scuola tecnica ma italiano di passaporto, è ad un passo da Varese. Nella giornata in cui l'accordo per il divorzio da Achille Polonara (foto sotto) è diventato operativo (sulle carte per la rescissione c'è la firma della societa, nella notte italiana dovrebbe arrivare quella dei suoi rappresentanti), la casella delle entrate del mercato biancorosso è prossima ad essere inaugurata.[/size][/font][/color][color=rgb(0,0,0)][font=Verdana][size=3]

Il primo acquisto della stagione 2014/2015 è un'ala forte di 203 centimetri per 104 chili, dotato di grande esperienza internazionale con più di 10 anni di carriera europea dopo la laurea a North Carolina-Wilmington University. Callahan ha giocato in Repubblica Ceca (dal 2003 al 2006 tra Milanena Kunin e Prostejov), Spagna (dal 2007 al 2008 al Manresa), Belgio (nel 2009/2010 al Mons) e Germania (2008/2009 e 2010/2011 a Bremerhaven) prima di approdare nel nostro campionato nella stagione 2011/2012, quando ha acquisito la cittadinanza italiana grazie alle ascendenze della moglie Lauren. 
Nelle ultime tre stagioni è stato un protagonista in LegAdue (poi DNA Gold): all'esordio promosso in serie A con Brindisi (12,8 punti e 5,5 rimbalzi), poi protagonista a Barcellona (13,9 punti e 7,4 rimbalzi col 55% da 2 e il 41% da 3) e ancora a Verona (13,8 punti e 6,8 rimbalzi col 50% da 2 e il 39% da 3) chiudendo il cammino in semifinale contro l'Upea Capo d'Orlando guidata da Gianmarco Pozzecco. Quest'anno la volontà di salire di categoria lo ha spinto ad accettare un ingaggio decisamente inferiore a quello delle stagioni passate al piano di sotto, dunque perfettamente calzante al prototipo del giocatore affamato e fortemente motivato che società e coach stanno cercando sul mercato. 
L'ala-pivot del 1981 occuperà la casella del passaportato, ossia dell'atleta con cittadinanza in Italia ma senza formazione giovanile nei vivai tricolori che negli anni scorsi Varese aveva sfruttato con Fajardo e Cerella. Più che il sostituto di Polonara, nell'economia della Varese che verrà Callahan arriverà al posto di Dusan Sakota: la caratteristica migliore della 33enne ala forte è un tiro frontale molto fluido e preciso, rispetto al serbo-greco ha meno centimetri ma più propensione al gioco interno, sia a rimbalzo che nei movimenti spalle a canestro. Si tratta principalmente di un numero 4 frontale che lo scorso anno in DNA Gold marcava anche i pivot; il ruolo di Callahan sarà quello di terzo lungo uscendo dalla panchina, mentre per sostituire Polonara nello starting five arriverà un'ala forte europea o americana (non Vladimir Dasic che ha firmato al Buducnost). 
Giuseppe Sciascia[/size][/font][/color]
 

 Share


User Feedback

Recommended Comments

There are no comments to display.



Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Add a comment...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

×
×
  • Create New...