Jump to content

Varese in vetta per restarci


pxg14
 Share

[color=#000000][font=Verdana][size=1][size=3]Due mesi e mezzo da vivere costantemente con la testa sul manubrio per la Cimberio nella corsa verso il primato della stagione regolare, indicato dal presidente Cecco Vescovi come un traguardo vitale in vista delle decisive sfide playoff.[/size][/size][/font][/color]

[color=#000000][font=Verdana][size=1][size=3]Con dodici partite ancora da giocare prima della “dead-line” del 5 maggio, la volata per lo status di testa di serie numero 1 del tabellone-scudetto sembra ridotta a tre sole concorrenti: dietro la capolista Varese, a quota 30 punti, incombono infatti Sassari a 28 e Siena a 26, mentre la coppia Roma-Cantù a 24 e Milano a 22 sembrano avere troppo divario per competere per il primo posto della regular season.[/size]
[size=3]Il calendario della squadra di Frank Vitucci presenta lo stesso ruolino di marcia delle dirette inseguitrici, con sei gare casalinghe e sei trasferte ancora da disputare. Ma con due sole sfide a Masnago contro le “big” (Roma l'1 aprile e Milano il 14 aprile), sarà lontano dal PalaWhirlpool che Ere e soci dovranno difendere il primato che li vede soli al comando ormai dalla quinta giornata del girone di andata.[/size]
[size=3]In particolare, sembra determinante lo scontro diretto del 17 marzo a Sassari, dove Varese non potrà certo andare per difendere il +1 dell'andata: sulla carta il calendario della squadra di Meo Sacchetti sembra più abbordabile rispetto a quello dei biancorossi, dato che la Dinamo avrà molti scontri diretti in casa e sarà ospite di squadre di medio-bassa classifica, eccetto la sfida conclusiva dell'ultimo turno sul campo di Siena.[/size]
[size=3]Ma poter contare su un 2-0 negli scontri diretti con il Banco Sardegna darebbe una spinta decisiva alle velleità di primato della Cimberio, che ha comunque altri passaggi delicati lontani da Masnago.[/size]
[size=3]Primo tra tutti il derby del 24 febbraio sul campo di Cantù, unica trasferta delle prossime quattro gare che vedranno i biancorossi impegnati a Masnago contro Bologna, Caserta e Biella con la possibilità di mettere altro fieno in cascina in vista della volata finale.[/size]
[size=3]Anche la Montepaschi pare avere un cammino in discesa verso la fase finale della stagione regolare, ospitando al PalaSclavo le dirette avversarie Cantù, Roma, Venezia e Sassari, con la sola trasferta di Milano come partita ad altissimo coefficiente di difficoltà. Ma sul cammino dei toscani potrebbe gravare il peso del doppio impegno campionato-Eurolega, che nel mese di gennaio ha già causato qualche passo falso esterno di troppo.[/size]
[size=3]Di certo la MPS è avversaria da cui guardarsi comunque con attenzione per la Cimberio, che in caso di arrivo in parità con i toscani sarebbe penalizzata dal -7 nel saldo dei due scontri diretti del campionato.[/size]
[size=3]In definitiva, quante vittorie servono a Varese per mantenere l'attuale primato in classifica?[/size]
[size=3]Idealmente verrebbe da dire che con 10 successi nelle ultime 12 gare difficilmente la truppa di Vitucci potrà essere scavalcata dalle inseguitrici, anche se l'equilibrio assoluto della serie A 2012/2013 induce alla massima prudenza in ogni circostanza, senza dare per scontato alcun impegno.[/size]
[size=3]Certo, il primo posto in stagione regolare è importante ma non determinante, ricordando gli sforzi della DiVarese di Vescovi e Ferraiuolo poi pagati a caro prezzo nei playoff, e al contrario la “frenata” finale dei Roosters tricolori, scesi dal primo al terzo posto tra andata e ritorno ma poi irresistibili durante la post-season.[/size]
[size=3]Però, il peso del fattore-campo di Masnago (sinora 8-1 il record casalingo dei biancorossi) potrebbe davvero valere doppio nelle serie lunghe al meglio di sette partite, e il ruolo da testa di serie numero 1 potrebbe garantire un tabellone più agevole a partire dal primo turno, evitando incroci pericolosi nei quarti di finale contro le “riemergenti” Milano e Venezia, attualmente al sesto e al settimo posto in classifica.[/size]
[size=3]E l'eventuale pienone di pubblico nei playoff con il fattore-campo garantito in tutti e tre i possibili turni della post-season farebbe tutti contenti: squadra, tifosi e cassiere...[/size]
[size=3]Giuseppe Sciascia[/size][/size][/font][/color]

 Share


User Feedback

Recommended Comments

There are no comments to display.



Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Add a comment...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

×
×
  • Create New...