Jump to content
  • Magnano "Non taglieremo nè Callahan nè Bowdler"

       (0 reviews)

    Lucaweb
     Share

    14 Febbraio 2005
    nero.gif
    Scritto da Luca Bianchin
     

    Nessuno pu� dire a che punto sia la �guarigione� di Varese n� se la Casti Group sia, ad oggi, pi� in crisi di Siena. Le parole di Becirovic & co per� lasciano pochi dubbi sulla volont� della squadra di remare in un�unica direzione, come dimostra l�unanime analisi fatta dai giocatori a fine partita. Federico Bolzonella ha il pregio della chiarezza: �E� stato decisivo il modo in cui abbiamo approcciato il secondo tempo, dopo che noi avevamo fatto la partita per i primi venti minuti togliendo a Siena buona parte delle sue soluzioni offensive. In quel momento la Mens Sana ha creato un divario che noi non abbiamo pi� saputo ricucire, per questioni anche fisiche. Sandro De Pol e Sani Becirovic gli fanno eco: �Questione di lucidit�. Siena � arrivata al finale di partita con molta meno stanchezza nelle gambe. Grazie a questa maggiore freschezza sono riusciti a mettere molta pressione nella nostra area, dominandoci a rimbalzo�. Un aspetto della partita che anche a coach Magnano non deve essere piaciuto pi� di tanto: �Basta guardare le statistiche per comprendere da dove si originino i nostri recenti problemi: Siena, come tutte le ultime squadre che abbiamo affrontato, ci ha messo sotto a rimbalzo (42-25 per la Mens Sana ieri sera)�. Fuori dallo spogliatoio varesino non c�� troppa voglia di parlare delle intemperanze dei supporter varesini, protagonisti di qualche scontro con il pubblico senese. Solo Sandro De Pol, capitano ieri sera, abbozza una spiegazione: �Mi spiace per l�atteggiamento dei nostri tifosi che quasi mai, peraltro, ci hanno dato problemi di questo tipo. Penso che il tutto si origini dal nostro periodo difficile, che ha reso un po� nervoso anche chi ci segue in trasferta�.

    Molto interessanti alcune dichiarazioni rilasciate sulla vicenda Ffriend. Ruben Magnano spiega i motivi della scelta di Kimani: �Per comprendere il nostro momento difficile basta guardare le ultime cinque partite di Varese, tutte terminate con un pesante deficit a rimbalzo. I rimbalzi offensivi che concediamo agli avversari sono davvero troppi, come dimostra il -17 del saldo di questa sera. Abbiamo scelto Ffriend proprio per le sue qualit� di rimbalzista, perch� � evidente che non possiamo continuare con questo handicap�. De Pol fa involontario eco al suo coach, confessando che �abbiamo veramente bisogno di aiuto sotto canestro�. Sorriso sulle labbra anche per Nolan, che auspica un piacevole ritorno al passato: �Mi vedo molto bene con Kimani, insieme possiamo formare una bella coppia, come mi era successo con Wesson a Roseto�. Diverso punto di vista ma stesso ottimismo per Federico Bolzonella, che vede Ffriend come �un uomo in pi� nelle nostre rotazioni, che potr� dare al coach pi� tranquillit� nel fare cambi. Un valore aggiunto, insomma.�
    Coach Magnano svela parzialmente i piani della societ�: �Castiglioni mi ha detto che per adesso non taglieremo nessuno. No, n� Callahan n� Bowdler. Quanto a Washington, il suo � ovviamente un caso a parte, a cui penseremo solo dopo la coppa Italia�.
     Share


    User Feedback

    There are no reviews to display.


×
×
  • Create New...