Jump to content
  • Varese-Roma 97-83

       (0 reviews)

    Giulio
     Share

    19 Dicembre 2004
    nero.gif
    Scritto da Giulio P.
     

    foto varesefansbasket.itLa Varese che i tifosi trovano sotto l�albero � veramente natalizia: a fare le spese della ritrovata verve biancorossa � una Lottomatica Roma in versione rimaneggiata, che regala ai biancorossi due titolari ma non il risultato, lottando per quasi 40 minuti e gestendo la partita, finche le � stato possibile, con soluzioni ad alta percentuale e salti continui dalla uomo alla zona.
    Sono Giachetti e Tonolli a fare le veci dei grandi infortunati Edney e Tusek in una Roma subito aggressiva sui due lati del campo e pronta a correre nonostante l�assenza del suo �regista sprint�. Nell�attacco a met� campo, Bucchi prova a sfruttare i mis-match di chili (Farabello-Sconocchini) e centimentri (Callahan-Van den Spiegel) per un primo miniallungo (2-8 in meno di tre minuti).
    Per Roma, che sembra voler prendere in mano la partita, c�� anche del pressing, ma il 5-0 di un Nolan ben ispirato da Becirovic restituisce subito la parit� sul 9-9.
    I due falli di Callahan costringono Magnano ad inserire De Pol: l�attacco varesino � particolarmente fermo e per sei minuti non vede canestri che non siano dell�uomo della Virginia, che al 7� � gi� a quota 10, ma non pu� fare, oltre alla pentola, il coperchio dell�area difensiva, nella quale Ven den Spiegel �pasteggia�, tenendo avanti d�un soffio la sua squadra (15-16, 2� 50� al termine).
    Seduto il belga, entra l�azzurro Garri, che in difesa non � proprio impeccabile e guarda De Pol bersi Tonolli in palleggio ed appoggiare due volte al vetro per il + 3 casalingo: se c�� Sandro, non pu� mancare il Menego, che bagna il rientro con un �missile�, pareggiato dalla tripla di Bonora per il 22-23 di fine primo quarto.
    Anche nel secondo periodo � Nolan-De Pol Show all�avvio, con Tonolli e Garri che proprio non gli prendono le misure, mentre Meneghin e Bonora continuano a scambiarsi tiri da tre (30-29).
    Magnano ribalta il backcourt e prova la strana coppia Marin-Washington contro la zona capitolina: il nuovo americano sbaglia i primi due tiri della sua partita d�esordio, mentre il giovane italoargentino si presenta con la quasi-tripla del 32-33.
    Varese difende duro e paga con i falli: poco pi� di cinque minuti ed � gi� in bonus, mentre da molto tempo denuncia il solito buco a centroarea; la retroguardia capitolina concede buoni tiri che i padroni di casa non sfruttano a dovere, tanto � vero che il coach argentino si rigioca la carta Meneghin, anche per contenere Righetti, che � molto dell�attacco di Roma.
    La partita non � certo spettacolare ma ha la tensione di una sfida di playoff: Roma nervosa, Varese poco fluida, il parziale del secondo quarto dice 16-17 a 49 centesimi dalla sirena, quando Sandrino De Pol azzecca il tiro della domenica per un 41-40 che non si butta via.
    Nel tabellino spicca, alla voce punti, lo zero di Becirovic, mentre Nolan e De Pol ne hanno messi 26 con 4/5 da tre; rimbalzi e recuperi in parit�, ottime le percentuali con Varese che ha addirittura il 73% da due, statistica cui Roma risponde con un 64% nel totale tiri, merito anche di un �control game�che l�ha portata a 22 selezionatissimi tiri in 20 minuti.
    L�avvio di ripresa � ancora romano, con Giachetti e Carter che trovano strada aperta fino al capolinea, mentre Varese � costretta a girare al largo dai tentacoli di Van Den Spiegel e deve accontentarsi del tiro da fuori, in cui, per fortuna, eccelle Digbeu (49-48 al 3� con Becirovic e Farabello a quota tre falli nella cronica difficolt� contro gli esterni avversari).
    Becirovic decide d�imitare i pariruolo avversari e cerca l�1c1, portando anche gli ospiti in bonus e muovendo finalmente il proprio tabellino con 4 tiri liberi consecutivi che spingono Varese ancora avanti (55-54 dopo sei minuti), nonostante Roma trovi caterve di canestri facili.
    La notizia � per� il quarto fallo di Van den Spiegel, anche se poi Varese non manda mai la palla in post basso ed insiste nelle soluzioni perimetrali nonostante i punti li cavi quasi solo dalla lunetta: quando arrivano anche un paio di canestri ravvicinati s�apre un minimo divario, un + 4 sparagnino, che grazie anche ad un paio di buone azioni difensive di Washington produce il 70-64 della terza sirena, con Bucchi poco contento dei 29 punti subiti.
    Che Roma stia a uomo o a zona, Varese da tre ci prende e apre l�ultimo quarto con un 6-2 che la porta a + 10, anche grazie ad alcune ottime azioni difensive, frutto di un�intensit� bella ma foriera di molti falli: 4 per Washington e Becirovic, con Roma che torna a � 5 ma si prende, in una bolgia, l�ennesima tripla di D.W, ben calato nella parte del tuttofare (79-71).
    Al quarto minuto Varese � gi� in bonus, anche Nolan ha 4 lampadine accese e deve tornare Callahan: in vena di compensazione, gli arbitri fischiano anche il quinto di van den Spiegel, sulla stessa azione Dibeu segna ancora da fuori e tiene la Casti Group a + 8 (83-75 dopo 5 minuti di gioco). La difesa capitolina � alla canna del gas mentre Varese sembra avere molta benzina da bruciare: Becirovic sente l�odore del sangue e apparecchia un 7-0 di quelli letali che porta i biancorossi a + 13 con poco pi� di tre minuti sul cronometro (90-77).
    Da qui in poi � solo accademia, perch� Bucchi ha finito le alternative mentre i biancorossi pescano a mani piene nell�entusiasmo dell�ampio vantaggio: finisce 97-83 con Varese che ha segnato 56 punti nel secondo tempo, grazie ai soliti Digbeu e Becirovic ma anche ad un Washington davvero sorprendente per la sicurezza con cui s�� calato nella nuova realt�.
     
     Share


    User Feedback

    There are no reviews to display.


×
×
  • Create New...