Jump to content

Gianfranco Castiglioni:"Noi ci mettiamo i soldi, e gli altri?"


Lucaweb

Recommended Posts

Scritto da:Francesco Caielli

Un uomo d'altri tempi, Gianfranco Castiglioni. Uno di quelli che sono ancora capaci di emozionarsi e arrabbiarsi. Uno capace di buttarsi a corpo morto per difendere le cose in cui crede. Lo aveva fatto con il suo Magnano, quando lo aveva visto in difficoltà e attaccato da più parti. Lo fa ora, per schierarsi a fianco della sua Pallacanestro Varese, del suo progetto. E lo fa nel modo più semplice e civile: parlando e spiegando le sue ragioni. Senza scappare dalle critiche e senza nascondere la testa sotto la sabbia. «Ho letto con interesse l'intervento di Flavio Vanetti sul vostro giornale - dice il presidente - e trovo bello che tanta gente si interessi del bene della Pallacanestro Varese. Mi sento però in dovere di fare alcune precisazioni in merito. La nostra società è particolare, diversa dalle altre realtà con le quali competiamo e alle quali veniamo paragonati. La nostra gestione è del tutto familiare, ci occupiamo di tutto noi in prima persona, esattamente come facciamo con le nostre aziende. Il nostro obiettivo primario deve e vuole essere quello del contenimento dei costi e della trasparenza dei bilanci. Ringrazio dei consigli, ma noi ci troviamo a combattere giornalmente per garantire la sopravvivenza della pallacanestro a Varese. Siamo diversi da altre società, che hanno appoggi di ogni tipo: istituzionali, ambientali, politici. Noi, anche per scelta, abbiamo sempre scelto di stare fuori da questi giochi. Però siamo da soli, e vi garantisco che non è per niente facile. C'erano dei soci, ma sono scappati tutti quanti. Il 100% della Pallacanestro Varese S.p.A. è di proprietà della famiglia Castiglioni. Siamo aperti a qualsiasi soluzione, non è vero che non accettiamo aiuti. Anzi, invito chiunque sia interessato a far parte di questo progetto a farsi avanti: per tenere in piedi questa baracca ci vogliono quattrini, e chi vorrà dare una mano in questo senso troverà tutte le porte aperte. Per quanto riguarda l'immediato futuro, vi assicuro che sappiamo benissimo come muoverci e abbiamo ben chiare quali sono le mosse da fare. Non c'è spazio per le stravaganze e le idee campate in aria, c'è bisogno di cose concrete. Ed è quello che stiamo facendo. Mandiamo avanti - e bene -uno dei gruppi industriali più importanti d'Italia, sapremo farlo anche con la Pallacanestro Varese».

Francesco Caielli

Edited by Lucaweb
Link to comment
Share on other sites

×
×
  • Create New...