Jump to content

Alternative a Slay? Poche, forse nessuna


Lucaweb

Recommended Posts

Mercato europeo? Cari e comunque poco adatti allo "specimen" tecnico-atletico Askrabic e Van Den Spiegel, troppo modesto e poco mobile il lungagnone Starosta, troppo frontale l’estone Talts. Tagli NBA? Finora quel che è uscito dal giro dei lunghi (Stiensma e Hicks) non serve e comunque non vale Varese. Free agent extracomunitari? Santiago intriga per la "liaison" Vescovi-Recalcati, ma al di là dei costi - l’anno scorso oltre 1 milione di dollari in Turchia - è ormai uno specialista offensivo.

Alternative a Slay? Al momento nessuna, a meno di clamorosi colpi di scena (leggi "scarti a sorpresa" dai professionisti disposti a scommettere su loro stessi a prezzi "modici") nei prossimi 3 o 4 giorni. All’atto pratico la "tegola-Collins" è arrivata nel momento in cui il mercato internazionale è più "scarno", ossia con gli ultimi saldi ormai piazzati a settembre e la "infornata" di giocatori in uscita dal pianeta statunitense che arriverà nell’ultima decade di ottobre.

Per questo è così difficile trovare alternative credibili all’ala del 1981, almeno con quel che Varese è in grado di proporre al sostituto di Collins dopo aver "scalato" dalle risorse disponibili il costo della transazione con il giocatore statunitense. Per quanto si sta iniziando a intravvedere nel precampionato, probabilmente era proprio il pivot ex Miami - ma col ginocchio sano, non quello senza "speed" con il quale si è ingenuamente presentato a Masnago - il tassello giusto per completare il mosaico biancorosso con un mix di fisicità ed atletismo per blindare l’area e riempire il serbatoio per il contropiede.

Ormai vicina la chiusura della sua avventura a Varese - non senza strascichi economici - se dovesse toccare a Slay raccogliere la sua eredità è lecito aspettarsi un lavoro congiunto di integrazione: Ron dovrà fare un passo verso il sistema nella versione "2.0" senza Childress e con la necessità di tanta circolazione di palla, Recalcati dovrà fare un passo verso l’americano per cercare di massimizzarne i talenti e minimizzarne i limiti. Sia come sia la decisione è ormai imminente...

Link to comment
Share on other sites

×
×
  • Create New...