Jump to content

Ecco Serapinas: «Voglio restare»


Lucaweb

Recommended Posts

Buone qualità balistiche sia dalla media che dalla lunga distanza, conoscenza dei fondamentali "da lituano" e un ritmo di lavoro comunque adeguato ad un allenamento "di riattivazione" anche se sul piano del tono muscolare dimostra la lunga inattività. Di sicuro Simonas Serapinas ha tanta voglia di convincere la Cimberio a puntare su di lui: la 29enne ala lituana sbarcata ieri a Varese per un provino che durerà fino a domenica (entro le 24 del 13 marzo la società può esercitare la clausola d’uscita dal contratto già firmato) non vede l’ora di conquistarsi il posto per voltare pagina dopo due stagioni sfortunate: «Mi aspetto di rimanere a Varese fino a fine anno e non solo per i cinque giorni del mio periodo di prova: ho fiducia nelle mie possibilità di convincere la società e guadagnarmi il posto fino a fine stagione. Per me è una buona opportunità di tornare a competere in una lega competitiva come l’Italia: negli ultimi anni sono stato perseguitato da sfortuna e problemi fisici, così la mia carriera ha avuto uno stop dopo le apparizioni in Eurolega. Ma ora sto bene e prima di arrivare qui mi stavo già allenando, certo non giocavo a questo livello da un po’ ma spero di ambientarmi in fretta...»

L’auspicio dell’atleta lituano è che il provino in biancorosso abbia esito diverso da quello del mese scorso a Forlì, dove dopo due settimane di allenamento fu fermato da una contrattura inguinale inducendo il club romagnolo di LegAdue a rinunciare all’operazione: «L’esperienza di Forlì? Loro avevano bisogno di un giocatore pronto in tempi rapidi per evitare la retrocessione, io mi sono fatto prendere dalla foga ed evidentemente ho commesso un errore spingendo troppo nel tentativo di convincerli, Ora il mio stato di forma è soddisfacente anche se non ancora ottimale, ma cresce di giorno in giorno anche perchè la cosa più importante è che ho ritrovato la salute».

Dopo la "fumata nera" a Forlì Serapinas è tornato ad allenarsi in Lituania attendendo ulteriori chances e ha accettato al volo l’opportunità proposta da Varese: «Nell’ultimo mese mi sono allenato con il Neptunas Klapeida, la squadra della mia città dove ero tornato in campo lo scorso anno dopo aver chiuso l’esperienza in Ucraina a Mariupol; volevano che scendessi anche in campo ma non me la sono sentita per evitare problemi fisici che mi avrebbero precluso una chiamata. Poi è arrivata Varese, proprio nel momento giusto...».

E l’atleta del 1982 ribadisce il suo desiderio di ritagliarsi uno spazio nelle rotazioni biancorosse tornando a mostrare quelle qualità tecniche e balistiche che negli anni scorsi ne avevano fatto una pedina interessante del mercato internazionale (Zalgiris Kaunas, Aris Salonicco, Prokom Sopot e Mariupol nel suo "ruolino di marcia"): «La prima impressione è positiva: il gruppo si allena con intensità, ci sono diversi elementi di esperienza che hanno elevata conoscenza del gioco. Di loro conoscevo Rannikko che è dell’area baltica e Galanda per il suo grande passato in Nazionale. Il mio desiderio è quello di restare a Varese e sfruttare questa potenziale vetrina per dimostrare di aver recuperato la miglior condizione per rimettermi in gioco in chiave futura».

Giuseppe Sciascia

Link to comment
Share on other sites

×
×
  • Create New...