Jump to content

"Varese nel cuore" nel cuore di Varese.


Lucaweb

Recommended Posts

Densa di spunti e novità importanti l’assemblea di ieri al Palace Hotel di “Varese nel Cuore". Nella prima riunione degli azionisti del consorzio che dallo scorso settembre regge le sorti della Pallacanestro Varese (presenti 39 dei 44 membri) il presidente Michele Lo Nero ha fatto il punto della situazione finanziaria e sull’esito delle numerose iniziative intraprese per accrescere la visibilità del club: «A livello economico siamo fiduciosi di raggiungere il pareggio del bilancio a fine giugno. Chiudere senza la necessità di ripianare le perdite era l’obiettivo dichiarato al momento della nascita del consorzio, ora alla copertura del budget manca il 3-4 per cento (attorno ai 150mila euro su un totale di 4,8 milioni - ndr) e virtualmente siamo vicini al traguardo. Abbiamo illustrato le importanti iniziative svolte a livello societario: su tutte l’album delle figurine che ha portato 60mila volti di tesserati dalla serie A al minibasket all’interno delle famiglie; poi il calendario “Varese nel Cuore”, oltre ai workshop con Almiento, Recalcati e Sannino. Ma per il futuro c’è molto altro: saremmo già tanto realizzare il 20 per cento di quel che abbiamo in testa».

Intanto, gli spunti più interessanti derivano dai programmi futuri: spicca la nuova sede del club che si sposterà nel cuore pulsante della città, nella centralissima piazza Monte Grappa, sopra il Banco di Santander, oltre al potenziamento della struttura societaria con l’inserimento di un nuovo GM e il ritorno della squadra di basket in carrozzina sotto la “griffe” di Varese nel Cuore: «La scelta di piazza Monte Grappa nasce dalla volontà di portare il centro motore della vita della società nella zona più centrale della città: il simbolismo è chiaro, “Varese nel Cuore” vuol essere nel cuore di Varese. Il ritorno del basket in carrozzina, che porterà il nome della Pallacanestro Varese, è un’iniziativa cui tenevamo moltissimo, mentre è stata confermata la volontà di inserire una figura tecnica che si occuperà di scouting e mercato affiancando Vescovi: la scelta verrà effettuata al raggiungimento della salvezza matematica».

Positivo il riscontro dei consorziati riguardo ai programmi futuri: «Sono contento della partecipazione e del clima della riunione - dice Lo Nero -. I soci hanno formulato consigli interessanti su varie iniziative, apprezzando quanto stiamo cercando di fare per impostare un progetto futuro più ambizioso al di là dell’intento di aumentare leggermente il budget nell’ordine del 5%. La leadership è chiara: i soci hanno dato mandato triennale all’attuale CdA e quindi portiamo avanti le nostre idee. Ma tutti i consorziati credono nel progetto e l’esito dell’assemblea è stato positivo: tra fine maggio e inizio giugno faremo nuovamente il punto».

Tra i pochissimi assenti l’ex presidente Claudio Castiglioni, ora membro del CdA del club. Ma Lo Nero ribadisce la solidità del rapporto: «Purtroppo Claudio è stato trattenuto da un impegno dell’ultima ora, ma il fatto che l’incontro si sia svolto al Palace è significativo della sua vicinanza. In questo momento da parte sua c’è un distacco comprensibile dopo 10 anni faticosi, ma resta il suo amore per la Pallacanestro Varese. Certo, una fase si è chiusa ma un’altra s’è iniziata e si sta sviluppando, anche grazie alla famiglia Castiglioni che ancora quest’anno e per le prossime due stagioni contribuirà in maniera fattiva».

Giuseppe Sciascia

Link to comment
Share on other sites

×
×
  • Create New...