Jump to content

Ora Varese ha altri traguardi


Lucaweb

Recommended Posts

Praticamente chiuso il lavoro sul mercato della coppia Vescovi-Recalcati, passa nelle mani di Michele Lo Nero il testimone della... campagna-acquisti: nel prossimo mese il presidente di ''Varese nel Cuore'' dovrà infatti concretizzare le trattative già avviate sul fronte degli sponsor e dei nuovi consorziati, mettendo a segno colpi altrettanto importanti rispetto a quelli già effettuati a livello di organico della squadra biancorossa che domani si radunerà a Calcinate degli Origoni. In vista del ritorno alla piena operatività in cerca di risorse per riportare Varese ad antichi fasti - primo obiettivo il ritorno in Europa - il massimo dirigente del consorzio traccia i suoi obiettivi.

<<Settembre sarà un mese importante perché capiremo che cosa saremo riusciti a raccogliere concretamente dopo aver seminato tanto da fine stagione in poi. Sicuramente abbiamo già raccolto risultati concreti nel nostro lavoro per rafforzare la società: il rinnovo dell'accordo con il cavalier Cimberio (in questi giorni in vacanza in Liguria insieme con il presidente del consorzio, ndr) e la prosecuzione del rapporto con Sisal sono stati fondamentali per garantirci la continuità, mentre l'incremento già registrato dei soci del consorzio (attualmente a quota 55, ossia 11 in più rispetto a fine stagione, ndr) ha permesso quell'incremento del budget del cinque per cento che ci eravamo prefissati>>.

<<Ora gli obiettivi concreti sono quelli di condurre in porto le trattative per individuare uno o due sponsor di maglia e portare almeno a quota 60 il numero dei soci: centrando entrambi i traguardi - sostiene Lo Nero - raggiungeremmo la copertura quasi completa del budget già nel mese di ottobre>>. Il lavoro di setaccio sul territorio per incrementare ulteriormente il numero dei consorziati è comunque attivo 365 giorni l'anno: resta da capire se, dopo aver triplicato i soci nel giro di dodici mesi rispetto ai 18 fondatori del luglio 2010, c'è ancora margine per una crescita massiccia con relativo aumento degli investimenti della società e delle ambizioni della squadra.

<<L'opera di lavoro sul territorio dura tutto l'anno e può avere sbocchi importanti anche durante la stagione, come dimostrano gli ingressi in corsa nell'annata passata per Oro in Euro e Carlsberg. A mio avviso - afferma Michele Lo Nero - il consorzio ha ancora prospettive di crescita interessanti: il momento economico non è dei migliori ma abbiamo seminato tanto e sono convinto che credendo nella politica dei piccoli passi si potrà raccogliere ancora tanto. Siamo stati bravi ad accendere il fuoco sfruttando l'effetto positivo dei risultati della squadra e dando prove concrete del valore della nostra iniziativa, come la nuova sede in piazza Monte Grappa e il restyling del PalaWhirlpool. Ora bisogna soffiare sul fuoco per alimentare la positività che si respira attorno ad esso, però servono tempo e lavoro e soprattutto l'aiuto della squadra>>.

In tal senso Lo Nero auspica che la nuova Cimberio, al lavoro da domani, sappia replicare la stessa unità di intenti che nella scorsa annata spinse i biancorossi fino ai playoff.

<<I risultati del campo sono importanti per dare supporto al nostro lavoro, e per raggiungere obiettivi di alto livello auspico che i ragazzi sappiano replicare lo stesso spirito e la stessa coralità con cui nella stagione passata hanno galvanizzato il pubblico di Varese. In tal senso parleremo ai ragazzi per far capire loro quale dovrà essere l'atteggiamento con cui andare in campo sempre, sia in casa che in trasferta>>.

E a poco più di metà dell'opera del mandato triennale affidato alla Fim Credit per il completamento del progetto consortile con relativo distacco totale dalla famiglia Castiglioni atteso per il giugno 2013, Lo Nero rimanda al termine della stagione entrante i primi bilanci.

<<Per il momento è presto per fare bilanci, credo che le prime somme si possano trarre dopo due anni e dunque al termine di questo campionato. Guardandomi indietro posso solamente ringraziare tutti quelli che hanno creduto nel consorzio e che stanno lavorando per farlo crescere: abbiamo gettato basi solide ma la casa è ancora al primo piano, c'è da lavorare tanto per crescere...>>.

Giuseppe Sciascia

Link to comment
Share on other sites

×
×
  • Create New...