Jump to content

«Bellissimo, ma pensiamo a Cremona»


pxg14
 Share

[color=#000000][font=Verdana][size=1]
[font=verdana, geneva, sans-serif][size=3]Vittoria che vale doppio per la Cimberio nel derby numero 164 sul campo di Milano. Anche perché la truppa di Frank Vitucci ha dovuto prevalere su due avversari: oltre all'EA7 infatti i biancorossi hanno dovuto lottare anche con una fastidiosa influenza che ha serpeggiato in spogliatoio tra sabato e domenica, appiedando Dusan Sakota e togliendo forze a Ere, Dunston, Polonara, De Nicolao e Rush. [/size][/font][/size][/font][/color][color=#000000][font=Verdana][size=1]

[size=3][font=verdana, geneva, sans-serif]Soddisfazione doppia dunque per il presidente Cecco Vescovi nella disamina post-partita: «Perdere una partita così sentita per un fattore esterno come quel virus influenzale che ha contagiato mezza squadra sarebbe stato veramente ingiusto; invece il gruppo ha dato ulteriore dimostrazione di solidità. Abbiamo giocato una partita di grande sostanza ed energia senza piangerci addosso e alla fine il campo ha espresso un verdetto meritato. Nonostante i problemi di organico e le condizioni non perfette di molti elementi, la squadra ha espresso il solito gioco; quelli che stavano bene come Green e Banks hanno disputato una partita strepitosa, mentre lo stesso Talts, come giustamente ha sottolineato capitan Ere in spogliatoio a fine gara, ha dato solidità a un reparto che senza Sakota e con Polonara e Dunston in condizioni precarie invece ha retto ottimamente l'urto contro avversari fisicamente più grossi». [/font][/size]
[size=3][font=verdana, geneva, sans-serif]E a fine gara gli oltre 1.500 tifosi varesini hanno festeggiato con grande trasporto il bellissimo regalo natalizio confezionato dalla squadra: «Una bellissima serata anche sotto il profilo dell'entusiasmo del pubblico che ci ha seguìto in massa ad Assago. Però, adesso mettiamo tutto da parte e pensiamo a Cremona: non dobbiamo commettere l'errore di pensare di essere così forti da poterci permettere di prendere sottogamba partite che possono sembrare facili. Ma la nostra forza è stata proprio quella di aver sempre dimostrato la capacità di rimanere sul pezzo contro chiunque».[/font][/size]
[size=3][font=verdana, geneva, sans-serif]E davanti ai novemila spettatori del Forum, con la ribalta nazionale della Tv, la Cimberio capolista ha riscosso unanimi consensi guadagnandosi una ulteriore patente di credibilità nel suo ruolo da capolista.[/font][/size]
[size=3][font=verdana, geneva, sans-serif]«Di solito quando si cambiano giocatori c'è una reazione emotiva importante: certamente Milano ci sperava molto e il rischio di subire il contraccolpo di una sua sferzata di energia ci poteva essere. Invece siamo stati bravi ad essere noi stessi, imponendo il nostro ritmo e scegliendo noi i temi su cui portare la sfida. Tutte cose che possono aver sbalordito quelli che non ci vedono all'opera tutti i giorni, non certo chi vede quotidianamente lavorare da quattro mesi con la stessa energia questi ragazzi». [/font][/size]
[size=3][font=verdana, geneva, sans-serif]E l'aspetto della mentalità vincente da mettere in campo contro qualsiasi avversario è una chiave fondamentale per i successi biancorossi: «Che non siamo una meteora ormai è chiaro per tutti, allo stesso tempo non lo diventeremo col passare del tempo se manterremo questo tipo di atteggiamento. La mentalità giusta per andare lontano è quella di non alzare mai la testa e considerarsi arrivati e affrontare ogni impegno con la fame di chi non si accontenta mai: era la grande qualità della Siena dominatrice delle ultime stagioni, pur con ovvie differenze rispetto a quello squadrone».[/font][/size]
[size=3][font=verdana, geneva, sans-serif]In ogni caso neppure il raid del Forum distoglie Vescovi dalla necessità di vivere alla giornata, sempre in attesa di novità positive sul fronte sponsor: «Guardiamo all'impegno di domenica contro Cremona che ci avvicinerebbe al primato a metà stagione, utile più che altro per il tabellone di partenza delle Final Eight pur volendo evitare Milano che a febbraio potrebbe essere diversa da quella di oggi. Gli sponsor mancanti? Ad oggi non ci sono novità e la cosa fa pensare: la stagione è lunga anche per quello ma se a fine anno la situazione non cambiasse qualche riflessione dovrà essere fatta».[/font][/size]
[size=3][font=verdana, geneva, sans-serif]Giuseppe Sciascia[/font][/size][/size][/font][/color]

 Share


User Feedback

Recommended Comments

There are no comments to display.



Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Add a comment...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

×
×
  • Create New...