Jump to content

«Impariamo dai nostri errori»


pxg14
 Share

[color=#000000][font=Verdana][size=1][size=3]SIENA - Cecco Vescovi (nella foto Blitz con il coach Frank Vitucci) non getta la spugna dopo la pesante sconfitta subita in gara-3 dalla Cimberio: il presidente biancorosso preferisce “pensare positivo” e soprattutto auspica che la squadra - e in particolare gli americani - sappiano fare tesoro degli errori commessi giovedì sera per cambiare faccia nel quarto atto di stasera. Il messaggio è forte e chiaro e parte dall'apprezzamento dell'opera del secondo quintetto nel finale di gara-3: «Ripartiamo dalle note positive giunte dalla panchina cercando di adeguarci in fretta al livello della partita e degli avversari. Non tutti sono abituati a giocare gare di questa importanza davanti a un pubblico caldo e contro un'avversaria di livello elevato in termini di intensità e organizzazione difensiva. Dunque ci può stare che, almeno per alcuni, l'impatto iniziale possa lasciare il segno; l'importante però è fare tesoro della lezione di giovedì (Banks e Dunston nelle foto Blitz in alto) ed entrare in campo in gara-4 con l'atteggiamento giusto, perché almeno i ragazzi della panchina hanno dimostrato di saperlo fare. E con la testa giusta dovremo riuscire a stare in partita fino alla fine, provando ad approfittare della loro stanchezza che è emersa nel finale di gara-3». [/size][/size][/font][/color]

[color=#000000][font=Verdana][size=1][size=3]Una sconfitta dunque legata a un diverso approccio mentale prima ancora che ad aspetti tecnici, ma per invertire il trend della servirà reggere meglio l'urto della “falange macedone” difensiva dei biancoverdi: «E' indubbio che Siena abbia nel Dna questo tipo di atteggiamento, allenato da tante partite di Eurolega giocate a questo livello. Logico dunque che la MPS parta con un vantaggio in più rispetto a noi se riesce a impostare la partita sui binari che le sono più congeniali; noi però dobbiamo imparare in fretta come si giocano sfide di questo genere e soprattutto capire cosa non fare a livello di approccio della partita. Dobbiamo aspettarci anche stasera la loro aggressività e un impatto fisico sulla gara, stavolta però dobbiamo essere pronti a reagire di squadra senza affidarsi alle iniziative individuali come è accaduto nel quarto periodo». [/size]
[size=3]Vescovi esclude che il problema che ha condizionato il rendimento di Green ed Ere sia legato alla fatica di recuperare energie nelle partite ravvicinate ogni 48 ore e chiede alla squadra di replicare l'efficacia difensiva decisiva nella gara-2 di Masnago: «Non credo che sia una questione di stanchezza, anzi in realtà Siena ha molti più chilometri nelle gambe rispetto a noi. Ma la MPS ha 10 chili in più di noi in tutti i ruoli perimetrali e sino ad ora questo ha fatto la differenza in un gioco fisico da playoff che i nostri avversari sono sempre stati molto bravi a impostare. Per lunghi tratti in gara 3 abbiamo subito il loro mix di atletismo e fisicità, ora dobbiamo essere bravi a mettere in campo le nostre armi che devono essere l'imprevedibilità e la velocità: se saremo in grado di replicare la sfrontatezza e l'energia della seconda sfida di Masnago potremo controbattere alla forza degli avversari».[/size]
[size=3]In ogni caso il presidente biancorosso ribadisce la sua fiducia nel gruppo e nella sua capacità di rigenerarsi dopo una sconfitta così netta, considerata la necessità di vincere almeno una partita a Siena per conquistare la finale: «Non vedo perché dovremmo arrenderci proprio ora e personalmente non vedo perché non dovrei credere nella capacità di questa squadra di imparare dai suoi errori e giocare una partita completamente diversa questa sera. La sconfitta di giovedì non mi toglie la fiducia in questa squadra e in questo gruppo: sono convinto che abbiamo dentro la forza morale per affrontare una partita in maniera decisa e comunque giocare con un piglio diverso da quello di giovedì. Poi questa non è una squadra che deve andare in finale per forza: la Mens Sana resta campione in carica, noi siamo gli sfidanti e dobbiamo dimostrarlo con un atteggiamento adeguato».[/size]
[size=3]Giuseppe Sciascia[/size][/size][/font][/color]

 Share


User Feedback

Recommended Comments

There are no comments to display.



Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Add a comment...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

×
×
  • Create New...