Jump to content

«Varese sa sempre come si fa»


pxg14
 Share

[color=#000000][font=Verdana][size=1][font=verdana, geneva, sans-serif][size=3]«Considero Frank Vitucci un mio caro amico, ma sarei pronto a dargli anche un morso se questo servisse per far vincere la mia Angelico Biella!».[/size][/font][/size][/font][/color]

[color=#000000][font=Verdana][size=1][size=3][font=verdana, geneva, sans-serif]Parole che non si possono equivocare quelle usate da Massimo Cancellieri (foto Blitz), coach di Biella, nel presentare, seppur con una battuta un po' forte, il clima del match contro la Cimberio. Clima che, va da sé, sarà infuocato perché se lo “scalpo” di Varese ormai fa gola a tutti, figurarsi a una squadra come l'Angelico che, oltre ad avere un disperato bisogno di punti, sente in pieno la strana atmosfera di quello che potremmo definire “derby extraterritoriale”.[/font][/size]
[size=3][font=verdana, geneva, sans-serif]«Affronteremo la capolista, a casa nostra, in un BiellaForum che - dice Cancellieri - sarà molto probabilmente strapieno; e il fatto che la prima della classe sia la Cimberio, una formazione nei confronti della quale c'è una grande rivalità, è un aspetto tutt'altro che incidentale. La nostra gente si aspetta un'impresa e la mia banda di ragazzi non potrà che trarre vantaggio dall'avere intorno un impianto “ululante” e capace di trasmettere una fortissima carica emotiva. Insomma, detto in altri termini: dovremo attaccarci a tutto per cercare di battere una Varese che, in questo momento, rispetto a noi, è oggettivamente di un altro pianeta».[/font][/size][/size][/font][/color]

[color=#000000][font=Verdana][size=1][size=3][font=verdana, geneva, sans-serif]- Dopo averla vista e affrontata in prestagione a Malnate, avrebbe scommesso su una Cimberio così scoppiettante?[/font][/size]
[size=3][font=verdana, geneva, sans-serif]«Il precampionato è un'altra storia e, in quel periodo, la mia concentrazione era fissata solo su Biella. Tuttavia in quell'occasione avevo già ricavato la sensazione che Varese fosse una squadra lunga, equilibrata nelle rotazioni, interessante nei suoi valori tecnici e atletici. Poi, è chiaro, penso che nemmeno il più ottimista tra i tifosi della Cimberio avrebbe scommesso su un avvio così fulminante ma, devo dire, meritato. Non bisogna dimenticare che Varese finora ha superato brillantemente prove tecniche diversissime tra loro passando dalla pallacanestro pirotecnica dei 120 punti di Brindisi a quella di stampo europeo apprezzata nel match contro Cantù. Il tutto mostrando un'adattabilità sorprendente per una squadra nuovissima. Segnali che mettono nero su bianco una certezza: questa Varese “sa sempre come si fa”».[/font][/size][/size][/font][/color]

[color=#000000][font=Verdana][size=1][size=3][font=verdana, geneva, sans-serif]- E la sua Angelico?[/font][/size]
[size=3][font=verdana, geneva, sans-serif]«Noi, non ancora... Del resto, basta guardare il “verde” del nostro quintetto - Laganà classe '93, Mavunga '90, Chrysikopoulos '92, Brackins '87 e Robinson '86 - per comprendere come la strada verso la piena maturazione e una completa consapevolezza tecnica del mio gruppo sia ancora lunga. I ragazzi lavorano duro in palestra e si applicano con impegno straordinario, ma a questo livello nessuno ti fa sconti e il gap in termini d'esperienza lo paghi per intero. Così, ecco spiegato il motivo per cui questi ragazzi, quando sono in difficoltà, non sanno ancora trovare la forza mentale per reagire. La realtà è che in questo momento ci manca maledettamente un giocatore-faro come Soragna. La figura di Matteo, in una squadra giovane come la mia, assolve la fondamentale funzione di elemento equilibratore. Quello che al momento giusto effettua un passaggio illuminante, scocca il tiro decisivo, recupera il pallone più importante e, quando serve, fa un fallo duro. Tutte giocate che si imparano solo col tempo. Peccato che Soragna non sarà in campo prima di un paio di mesi e che i miei giovanotti di tempo a disposizione per crescere ne abbiano poco».[/font][/size][/size][/font][/color]

[color=#000000][font=Verdana][size=1][size=3][font=verdana, geneva, sans-serif]- Quindi, quali le prospettive per domani?[/font][/size]
[size=3][font=verdana, geneva, sans-serif]«Varese è prima in classifica, più forte, solida e in grandissima forma, ma noi avremo le motivazioni per provarci e scenderemo in campo per quella che potrebbe essere la “giornata dei sogni”. Il sogno di fermare i numeri 1 e strappare due punti che per noi potrebbero valere il triplo».[/font][/size]
[size=3][font=verdana, geneva, sans-serif]Massimo Turconi[/font][/size][/size][/font][/color]

 Share


User Feedback

Recommended Comments

There are no comments to display.



Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Add a comment...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

×
×
  • Create New...