Jump to content

Cavaliero non ci sta. "Attacchi eccessivi"


simon89
 Share

[size=4][color=rgb(0,0,0)][font='Times New Roman']Daniele Cavaliero non ci sta a questo gioco al massacro. Il capitano biancorosso, ancora ai box in attesa di recuperare dall'infortunio alla spalla destra riportato contro Cantù (ipotesi realistica di rientro il 24 febbraio nella gara 2 degli ottavi di FIBA Cup), ha sfogato sulla propria pagina Facebook tutto il suo dissenso nei confronti di chi ha sparato a zero contro tutto e tutti (giocatori, allenatore, g.m. e presidente) dopo la sconfitta di Pesaro. «Dobbiamo salvarvi e levare il disturbo tutti? Forse lo faremo, forse siamo indegni di questa maglia, ma se per qualsiasi motivo qualcosa dovesse cambiare, non provate a salire sul carro del vincitore perché giuro che vi faccio scendere personalmente».[/font][/color][/size]
 
[size=4][color=rgb(0,0,0)][font='Times New Roman']Uno sfogo a caldo che il giocatore biancorosso racconta così: «Qualcuno dice che prima ci vogliono i fatti e poi le parole, e strategicamente non era forse il momento migliore. Però proprio mentre stavo girando tra una stanza e l'altra dello specialista di Forlì dove sto facendo riabilitazione ho letto quelle cose che mi hanno dato fastidio, e mi sono sfogato di pancia. Le critiche sulla partita di Pesaro sono legittime, però c'è modo e modo: chi si scaglia in questo modo contro tutto e tutti non fa certo il bene della Pallacanestro Varese, e troveranno sempre in me un muro per difendere la mia squadra». Una presa di posizione che Cavaliero non lega al suo ruolo di capitano all'interno dello spogliatoio: «Ho scritto di getto quel che pensavo, senza neppure pensare al mio ruolo di capitano. Stando fuori ho la possibilità di vedere con altri occhi quel che succede intorno a noi: capisco la frustrazione quando le cose non vanno bene o commettiamo errori banali, però vedo troppa rabbia e troppo livore. Vedere un mio compagno uscire tra fischi e insulti, per quanto possa aver giocato male, è una cosa che dà fastidio. A Varese il basket si vive con una passione viscerale, ed è bellissimo anche per questo; però se l'obiettivo comune è quello di vincere partite e regalare emozioni alla gente, certi toni di certi attacchi fanno solo male a quello che viene considerato come un bene di tutti». [/font][/color][/size]
 
[size=4][color=rgb(0,0,0)][font='Times New Roman']Dunque l'intento di Cavaliero è stato quello di mettere un argine di fronte a toni considerati eccessivi: «Vero che certe volte non ci siamo meritati l'appoggio del pubblico e della stampa e che possiamo apparire un bersaglio troppo semplice da raggiungere. Ma quando si supera un certo limite ritengo giusto prendere posizione come ho fatto»[/font][/color][/size]
 
[size=4][color=rgb(0,0,0)][font='Times New Roman']Giuseppe Sciascia[/font][/color][/size]

 Share


User Feedback

Recommended Comments

There are no comments to display.



Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Add a comment...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

×
×
  • Create New...