Jump to content

Cimberio, Giofrè ha detto si


pxg14
 Share

[color=#000000][font=Verdana][size=1][size=3]E' pronto anche il secondo tassello per ricostruire la “filiera” decisionale che ha portato Varese ai vertici del basket italiano. [/size][/size][/font][/color]

[color=#000000][font=Verdana][size=1][size=3]Dopo Cecco Vescovi, anche Simone Giofrè sembra vicino a prolungare il suo rapporto con la società di piazza Monte Grappa; il colloquio di ieri tra i membri del CdA del club e il direttore sportivo che ha scovato nel sottobosco dei campionati europei Bryant Dunston e Adrian Banks sembra aver posto le basi per il rinnovo del contratto in scadenza al 30 giugno proponendo un nuovo accordo su base triennale. Ossia l'arco temporale della fase 2 del Consorzio per la quale si vorrebbe contare anche su Vescovi e Vitucci.[/size][/size][/font][/color]

[color=#000000][font=Verdana][size=1][size=3]Il dirigente canturino si è riservato un paio di giorni di riflessione prima di comunicare la risposta definitiva alla società, ma la sensazione è che con Vescovi di nuovo sul ponte di comando con mansioni votate interamente all'area tecnica (l'ufficialità dell'accordo con la bandiera del basket cittadino arriverà nel weekend ma comunque i contatti tra l'ormai ex presidente e il mondo degli agenti conferma implicitamente la sua operatività nel ruolo di g.m.) Giofrè sia destinato ad accettare le proposte del club di cui ha contribuito a fare le fortune con la sua opera di scouting. E nel quale avrà un ruolo ancora più strategico rispetto allo scorso anno se sarà necessario aumentare ulteriormente il rapporto già eccellente tra disponibilità economiche ridotte e capacità di scelta sul mercato dei campionati stranieri meno conosciuti. [/size][/size][/font][/color]

[color=#000000][font=Verdana][size=1][size=3]Ora resta lo snodo principale legato all'allenatore: l'incontro di domani con Frank Vitucci dovrà aggiungere un altro tassello fondamentale per la costruzione della Varese che verrà. La società illustrerà al tecnico veneziano i programmi per la stagione 2013/2014, legati a un budget fisiologicamente inferiore con il rischio di dover rifare almeno quattro quinti del quintetto base, pur potendo contare sul solido nucleo degli italiani della panchina cui aggiungere eventualmente qualche altro reduce del gruppo degli "Indimenticabili". [/size][/size][/font][/color]

[color=#000000][font=Verdana][size=1][size=3]Chiaro che in termini meramente economici l'alternativa proposta da Avellino, pronta a offrire a Vitucci un biennale a cifre davvero notevoli e in grado di muoversi sul mercato con un budget decisamente superiore a quello della Cimberio in termini di “monte stipendi”, sembra più allettante rispetto al pacchetto completo che a oggi può offrire Varese. [/size]
[size=3]A Varese però l'attesa per le risposte degli sponsor in scadenza che dovranno rinnovare gli accordi (certa l'uscita di scena di Air One ma gli altri marchi dovrebbero restare, con l'incertezza però delle cifre) potrebbe mutare da qui a un mese gli scenari attuali e alzare l'asticella delle risorse verso una situazione più stimolante. [/size][/size][/font][/color]

[color=#000000][font=Verdana][size=1][size=3]Ma le prospettive economiche non sono l'unico parametro di giudizio, dunque la dirigenza biancorossa dovrà convincere Vitucci della validità e soprattutto della continuità nel medio periodo dei programmi futuri del club. [/size]
[size=3]Nel momento in cui si riscontrerà una condivisione delle idee di massima allora la società sarebbe pronta anche a proporre al coach veneziano una estensione del contratto annuale ancora in corso; nel caso contrario invece partirà la trattativa economica tra Avellino e Varese per monetizzare con un buyout la rescissione dell'anno di contratto che ancora lega Vitucci alla società di piazza Monte Grappa. [/size]
[size=3]La dirigenza varesina non ha neppure preso in considerazione l'ipotesi di sondare il mercato per trovare un'alternativa a Vitucci. Segnale importante relativamente alla convinzione dei dirigenti biancorossi di poter proporre al tecnico veneziano un progetto comunque allettante. Che, ripartendo da Vescovi e Giofrè, darebbe comunque garanzie solide anche allo stesso coach veneziano. [/size]
[size=3]Giuseppe Sciascia [/size][/size][/font][/color]

 Share


User Feedback

Recommended Comments

There are no comments to display.



Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Add a comment...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

×
×
  • Create New...