Jump to content

Cimberio la medicina è vincere


pxg14
 Share

[font=verdana][size=3]Semaforo verde per il campionato 2013/2014: la Cimberio inizia il suo cammino stagionale ospitando la Grissin Bon Reggio Emilia sul campo neutro di Casale Monferrato (palla a due alle 18.15 al PalaFerraris di via Visconti 16). Dopo i fasti della squadra degli Indimenticabili che lo scorso anno fece riassaporare a Varese emozioni da vertice, si riparte con la prospettiva di centrare i playoff per la quarta volta consecutiva in un campionato livellatissimo dietro la favorita Milano. Ma c'è ancora una fastidiosa eredità da portarsi appresso per quanto riguarda la stagione passata, legata al burrascoso finale della gara-7 contro Siena. L'esordio stagionale casalingo si disputerà infatti nell'impianto piemontese distante oltre 100 km da Masnago, e Fabrizio Frates dovrà rinunciare a Dusan Sakota (appiedato per tre turni, il suo rientro coinciderà con il vero debutto a Masnago contro la Sidigas di Frank Vitucci). Problemi in più con i quali fare i conti in vista di un esordio che nasconde molteplici insidie per una Cimberio ancora in pieno rodaggio nonostante un lunghissimo precampionato. Tra elementi in ritardo di condizione per problemi fisici (su tutti Ere ma anche De Nicolao e Scekic) e un assetto tecnico bisognoso di ulteriore messa a punto soprattutto sul nuovo asse play-pivot Clark-Hassell, i biancorossi arrivano con qualche punto interrogativo alla prima di campionato. Ma per supportare la crescita di una squadra che per mille motivi non può permettersi il peso dei paragoni costanti con quella irripetibile della stagione 2012/2013, c'è bisogno che i tifosi facciano sentire il peso dell'entusiasmo che ha scatenato la febbre biancorossa degli abbonamenti. E mettendo da parte qualche mugugno prematuro dopo le sconfitte di Vilnius e Siena, i 3167 fedelissimi seguano in massa la Cimberio a Casale per sostenere gli sforzi inaugurali di Ere e soci contro un avversario ostico come la squadra di Max Menetti (ex vice di Frates a Reggio Emilia - il coach milanese ha guidato a due riprese gli emiliani, dal 2004 al 2006 e dal 2010 al 2011 - ed a Montegranaro). Dopo la brillante stagione da matricola chiusa alla gara-7 dei quarti  con Roma, la Grissin Bon ha confermato il nucleo  alla base del sesto posto della scorsa stagione; l'azzurro Cinciarini in regia, il talento del veterano Bell sul perimetro, le doti balistiche del capitano Antonutti e il mix di fisicità e dinamismo del pivot Brunner sono uno zoccolo duro di spicco per un club che punta ai playoff. E dopo aver aggiunto un elemento di sostanza come la guardia Karl ed allungato la panchina con il play Filloy e il tiratore Frassineti, il botto finale del mercato è stato l'ingaggio di James White, l'esplosiva ala ex Pesaro e Sassari reduce da una stagione NBA con i Knicks. Reggio vanta un buon mix di esperienza, talento e fisicità; per iniziare la stagione con il piede giusto servirà una prestazione all'insegna della concentrazione difensiva, limitando gli sbalzi di tensione fatali a Vilnius e Siena. Per far scattare la scintilla tra la nuova Varese e il suo pubblico non c'è niente di meglio che partire con un successo... [/size][/font]
 
[size=3][font=verdana]Giuseppe Sciascia [/font][/size]

 Share


User Feedback

Recommended Comments

There are no comments to display.



Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Add a comment...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

×
×
  • Create New...