Jump to content

Cimberio, tre sfide per svoltare


pxg14
 Share

[color=rgb(0,0,0)][font=Verdana][size=3][font=verdana]Passa dalle trasferte la chiave di accesso alle Final Eight della Coppa Italia 2014, primo obiettivo concreto per la Cimberio dopo la conclusione precoce dell'avventura in Eurocup. A sette gare dal termine del girone di andata la squadra di Fabrizio Frates è ampiamente in lizza per tornare tra le protagoniste della kérmesse prevista dal 7 al 9 febbraio al Forum di Assago, dove lo scorso anno Varese giocò virtualmente in casa sospinta da un vero e proprio esodo di tifosi biancorossi (ben seimila in occasione della finalissima contro Siena). [/font][/size][/font][/color]

[color=rgb(0,0,0)][font=Verdana][size=3][font=verdana][size=3]Ma per conquistare uno degli otto posti al giro di boa della regular season che valgono l'accesso alla prestigiosa manifestazione sarà indispensabile sfatare un tabù esterno che tra Vilnius, Siena, il campionato e l'Eurocup ha fatto lievitare a quota nove le sconfitte consecutive della Cimberio lontano da Masnago. [/size][/font]
[font=verdana][size=3]Attualmente Ere e soci navigano al settimo posto con 8 punti a braccetto con Milano, Avellino e Reggio Emilia, ma sono gli unici ad avere una media inglese negativa (4 successi casalinghi su 5 impegni al PalaWhirlpool e 3 sconfitte esterne). [/size][/font][/size][/font][/color]
[color=rgb(0,0,0)][font=Verdana][size=3][font=verdana][size=3]Il rush finale per tagliare il traguardo intermedio nella metà alta della classifica passa attraverso tre impegni casalinghi contro squadre di alta classifica (il derby con Cantù di domenica prossima, il posticipo dell'infrasettimanale festivo di Santo Stefano contro Bologna e la chiusura casalinga dell'andata del 12 gennaio contro Roma) e 4 trasferte contro avversarie abbordabili, fatta salva la penultima di andata sul campo dei pluricampioni in carica contro Siena. Dunque Varese si giocherà il passaporto per le Final Eight nei prossimi impegni di Pistoia e Caserta (22 dicembre) e nell'ultimo turno del 2013 a Cremona (29 dicembre). [/size][/font][/size][/font][/color]
[color=rgb(0,0,0)][font=Verdana][size=3][font=verdana][size=3]Ma quale potrebbe essere la quota Coppa Italia al giro di boa? Gli ampi vantaggi acquisiti in occasione delle vittorie casalinghe contro Reggio Emilia (più 19), Venezia (più 12) ed Avellino (più 17) potrebbero essere carte importanti da giocare in caso di arrivo in volata, abbassando a 16 punti la soglia minima di bottino da conquistare nella fase ascendente della regular season. Ma battere avversarie di livello in casa e fare bottino con continuità in trasferta è caratteristica delle squadre di rango, cosa che Varese non ha ancora dimostrato di essere. Certo l'effetto Banks, riscontrato anche in occasione del match di mercoledì a Lione, ha sbloccato un impasse tecnico e mentale che stava rischiando di far precipitare la stagione biancorossa. [/size][/font][/size][/font][/color]
[color=rgb(0,0,0)][font=Verdana][size=3][font=verdana][size=3]Ma proprio lontano da Masnago la Cimberio deve dimostrare di aver acquisito una solidità sufficiente per far valere il suo potenziale offensivo consolidato dal ritorno della guardia di Memphis. [/size][/font]
[font=verdana][size=3]E il trittico di impegni Pistoia-Cantù-Caserta può essere un trampolino di lancio per le rinnovate ambizioni biancorosse, verificando in soldoni se il cambio Banks per Coleman sarà stato sufficiente per cambiare il corso della stagione.[/size][/font][/size][/font][/color]
[color=rgb(0,0,0)][font=Verdana][size=3][font=verdana][size=3]In ogni caso il roster a disposizione di Frates difficilmente varierà prima di Natale, tra le tempistiche per verificare le disponibilità del mercato e per esaurire a livello amministrativo la pratica con la guardia di Houston (col quale è stato intavolato un abbozzo di trattativa per la transazione). Da Lione sono arrivati segnali di ripresa da parte di Hassell, che almeno in attacco ha dimostrato voglia di andarsi a cercare palloni giocabili in termini di rimbalzi d'attacco; i problemi difensivi - sia sul pick&roll che negli aiuti - restano però irrisolti, sebbene non tutte le colpe vanno ascritte al pivot della Virginia visto che anche sul perimetro non abbondano gli stopper (Clark su tutti). [/size][/font][/size][/font][/color]
[color=rgb(0,0,0)][font=Verdana][size=3][font=verdana][size=3]Ma il concetto è quello espresso da Frates dopo Lione in modo lapidario: «Per crescere dobbiamo essere più solidi in difesa». E se non si riesce a progredire con le risorse a disposizione, bisognerà cercarne di diverse all'esterno.[/size][/font]
[font=verdana][size=3]Giuseppe Sciascia[/size][/font][/size][/font][/color]
 

 Share


User Feedback

Recommended Comments

There are no comments to display.



Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Add a comment...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

×
×
  • Create New...