Jump to content

Fra certezze e timori scatta l'operaione scudetto


pxg14
 Share

[color=#000000][font=Verdana][size=1][font=verdana, geneva, sans-serif][size=3]Senza crediti né privilegi sei costretto a lottare con furore per dimostrare il tuo valore e conquistare un potere che poi, continuamente sotto mira, difendi con umiltà e coraggio sino a farlo brillare nelle tue mani pulite. Sei un grande conquistatore? No, quel che hai fatto ti distingue e ti nobilita ma devi rimetterlo subito in discussione perché non hai vinto niente, avendo invece tutto da perdere mentre sono gli altri, sin qui superati nei meriti, a poter guadagnare.[/size][/font][/size][/font][/color]

[color=#000000][font=Verdana][size=1][size=3][font=verdana, geneva, sans-serif]Questa è un po' la morale per chi, invece di raccogliere i frutti di una stagione intera, deve rigiocarsi tutto in un'atmosfera pesante e incalcolabile. Ecco, i play off sono serviti. La loro trama, molto thrilling, è nota da sempre, sicuramente benedetta da quelle squadre che trovano porte aperte al titolo nonostante scarabocchi e strafalcioni di mesi. Fortunatamente l'eventuale "bella" di ogni serie si giocherà in casa e, nella focosa e inebriante Masnago, essa compensa gli sforzi da primato per una Cimberio che, giust'appunto, vuole l'unzione di una vera incoronazione.[/font][/size][/size][/font][/color]

[color=#000000][font=Verdana][size=1][size=3][font=verdana, geneva, sans-serif]Scatta questa sera l'operazione scudetto non senza certezze essendo nitida la fisionomia di questa squadra i cui valori (mai passeggeri, al di là di scricchiolii e alcuni risultati avversi, mai però deprimenti) rispecchiano la cultura della sua pallacanestro, ariosa nelle sue ispirazioni attraverso un dettato costituzionale di gruppo, arricchito dall'estemporaneità creativa dei suoi leader. Grande applicazione, virtù innegabili ed esperienze fortificanti fanno un'identità salda, a prova di attacchi feroci.[/font][/size][/size][/font][/color]

[color=#000000][font=Verdana][size=1][size=3][font=verdana, geneva, sans-serif]Ogni medaglia, ovviamente, ha un suo rovescio, come dire di alcuni timori, comprensibili, e non solo emotivamente, per l'opposizione di avversari alla riscossa, quindi per quegli aspetti dell'imponderabile che s'aggrondano in gare così dispendiose di energie psicofisiche e non di meno per eventuali assilli dovuti a un'obbligata conferma, da più forte di tutte.Come dalle corse in piano alle siepi per un purosangue: in realtà il paragone, molto ippico, vale - in fatto di tensioni - per ogni formazione in lizza: l'esito dipenderà, oltre che dalle proprie potenzialità, anche dalla propria impermeabilità all'impatto con sfide che divorano la mente. La prima vittoria che conterà sarà allora quella della serenità sullo stress, nemico più subdolo e infido degli stessi avversari, almeno per una Cimberio che dovrà esprimersi senza tarli.S'inizia a Masnago in un'atmosfera eccitante, persino al ritmo rockettaro di un inno alla Pallacanestro composto dal musicista varesino Flavio Premoli, cresciuto nell'era gloriosa nonché marito della figlia di Giancarlo Gualco, leggendario dirigente. [/font][/size][/size][/font][/color]

[color=#000000][font=Verdana][size=1][size=3][font=verdana, geneva, sans-serif]Dunque, a questa prima sentitissima, Varese non si fa mancare proprio nulla per anestetizzare il tanto temuto approccio alla serie con Venezia che, pure, induce a qualche ammonimento, se non altro con uno sguardo alla storia che narra di dolorosi patimenti inflitti dai lagunari attraverso una retrocessione e una mancata promozione in serie A1 agli atti di due stagioni consecutive: Zanatta, a momenti, ci lasciò la salute. E poi la squadra di Mazzon (foto Blitz) ha battuto due volte questa Cimberio la quale può, però, esibire congrue giustificazioni per pesanti assenze a Masnago e per esperimenti nel match di domenica scorsa. Indubbiamente Venezia possiede un considerevole organico, valendole il paragone - anche per contraddittorietà di prestazioni, seppur fra debite proporzioni - proprio con l'EA7.[/font][/size][/size][/font][/color]
[color=#000000][font=Verdana][size=1][size=3][font=verdana, geneva, sans-serif]Dire che sia una "bestia nera" di Varese ci sembra esagerato, sicuramente va temuta e, soprattutto, non portata alla distanza delle sette gare.[/font][/size][/size][/font][/color]
[color=#000000][font=Verdana][size=1][size=3][font=verdana, geneva, sans-serif]Dunque, una prima col botto è attesa fra entusiasmi ai massimi storici.[/font][/size][/size][/font][/color]

 Share


User Feedback

Recommended Comments

There are no comments to display.



Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Add a comment...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

×
×
  • Create New...