Jump to content
Sign in to follow this  

La Vanoli stoppa la Cimberio


pxg14

[color=#000000][font=Verdana][size=1][font=verdana, geneva, sans-serif][size=3]CREMONA - La Cimberio segna nuovamente il passo nel suo cammino precampionato a fasi alterne. L'amichevole ufficiale sul campo di Cremona si chiude con una sconfitta piuttosto netta per la squadra di Frates, nuovamente penalizzata da medie “glaciali” nel tiro dall'arco.[/size][/font][/size][/font][/color]

[color=#000000][font=Verdana][size=1][size=3][font=verdana, geneva, sans-serif]Fatale il 5/30 da 3 ai biancorossi nella serata in cui Frank Hassell - in assenza dei lunghi titolari della Vanoli - risponde all'appello almeno sul fronte offensivo: con Clark ancora fuori fase al tiro (1/8 dal campo) e Coleman mai in grado di trovare spazi per le sue brucianti accelerazioni (3/10 al tiro), Varese consuma rapidamente la sua autonomia, subendo la verve in campo aperto della squadra di Gresta dopo un avvio promettente. E se il tiro da fuori non entra con continuità, il potenziale offensivo di una squadra che - pur senza una pedina importante come capitan Ere - ha talento e punti nelle mani in tutti i ruoli si riduce sensibilmente, come dimostra il 39% dal campo con soli 14 liberi della gara del PalaRadi.[/font][/size]
[size=3][font=verdana, geneva, sans-serif]Certo, i carichi della preparazione si fanno ancora sentire nelle gambe dei biancorossi e anche il rientro di De Nicolao (17' di applicazione con 3 assist ma dopo oltre dieci giorni di stop l'energia non era ancora al massimo) non è bastato per cambiare marcia.[/font][/size][/size][/font][/color]

[color=#000000][font=Verdana][size=1][size=3][font=verdana, geneva, sans-serif]Ma proprio la necessità di aumentare l'applicazione in retroguardia è il tema centrale della disamina post-partita di Fabrizio Frates: solo gambe dure oppure il primo problema di una squadra di grandi attaccanti sarà quello di convincerli che senza difesa non si va lontano? «Eravamo partiti bene con vantaggi anche di 10 lunghezze, ma alla distanza abbiamo trovato grandissime difficoltà nel fare canestro sbagliando tiri molto aperti da fuori e commettendo anche errori banali da sotto. E questo ci deve spingere a giocare in maniera diversa dal punto di vista difensivo, non affidandoci solamente alle qualità balistiche dei nostri tiratori: le partite bisogna sudarsele in retroguardia e questa di Cremona per noi dev'essere una lezione importante da capire se vogliamo crescere. Per costruire le nostre fortune bisogna avere altre armi rispetto al tiro da 3 e lavorare meglio in difesa».[/font][/size][/size][/font][/color]

[color=#000000][font=Verdana][size=1][size=3][font=verdana, geneva, sans-serif]Pur senza play né ala forte titolare e col nuovo pivot Kelly in campo soltanto per uno scampolo di gioco 24 ore dopo lo sbarco in Italia, la squadra di Gresta mostra freschezza e intensità sull'asse perimetrale Chase-Rich per girare nei due quarti centrali il senso di una gara iniziatasi nel modo migliore per la Cimberio.[/font][/size]
[size=3][font=verdana, geneva, sans-serif]I primi 15' sono tutti di marca biancorossa con Hassell (9 punti nel primo quarto; alla fine 7/12 al tiro e 5 rimbalzi ma ancora troppi affanni nella difesa sul pick&roll) coinvolto puntualmente dentro l'area e Polonara (4/4 da 2 ma 0/6 da 3) a fare bottino in campo aperto per i vantaggi iniziali della Cimberio (8-13 al 10', 17-22 al 10').[/font][/size][/size][/font][/color]

[color=#000000][font=Verdana][size=1][size=3][font=verdana, geneva, sans-serif]La compagine di Frates controlla con sicurezza anche in avvio del secondo quarto (23-32 al 15') ma le percentuali negative dall'arco (3/16 da 3 a metà gara) bloccano progressivamente l'azione degli ospiti, con la Vanoli che sfrutta la verve di Rich (13 punti a metà gara) per sorpassare alla pausa lunga.[/font][/size]
[size=3][font=verdana, geneva, sans-serif]Dopo l'intervallo l'attacco di Varese gira ripetutamente a vuoto (polare 4/17 dal campo nella terza frazione) e Cremona prende il largo a poco a poco (51-44 al 25', 61-48 al 30') con le incursioni di Chase e i dardi di Spralja. Ultimo quarto in controllo per i padroni di casa (69-58 al 35' e 79-64 al 37') con il finale orgoglioso di Sakota e Rush che permette quanto meno di ridurre il gap.[/font][/size]
[size=3][font=verdana, geneva, sans-serif]Oggi tornerà in palestra capitan Ere in vista di un test ancora più impegnativo come il quadrangolare di Olbia (sabato sfida contro Sassari, al via anche Siena e Galatasaray). Ma, a meno di due settimane dal match contro Oldenburg che inaugurerà il programma del Qualifying Round di Eurolega, il cantiere biancorosso sembra ancora bisognoso di lavorare tanto per arrivare pronto all'appuntamento di Vilnius.[/font][/size]
[size=3][font=verdana, geneva, sans-serif]Giuseppe Sciascia[/font][/size][/size][/font][/color]

Sign in to follow this  


User Feedback

Recommended Comments

There are no comments to display.



Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Add a comment...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

×
×
  • Create New...