Jump to content

Sarà l'Indesit l'erede dell'Ignis? Sulle maglie arriva lo sponsor


pxg14
 Share

[color=rgb(0,0,0)][font=Verdana][size=3]
[color=rgb(37,39,37)]Potrebbe essere Indesit il nuovo main sponsor di Varese? Il noto marchio di elettrodomestici recentemente acquisito dalla Whirlpool, storico partner biancorosso che già lega il suo nome al palasport di Masnago, è uno dei due contatti ben avviati che la società di piazza Monte Grappa sta portando avanti per trovare l’erede di Cimberio. Saranno decisivi i prossimi giorni per capire se l’interesse manifestato dal ramo locale della multinazionale statunitense che ha recentemente aumentato gli investimenti nel Varesotto e gli interessi in Italia tramite l’acquisizione dell’azienda di Fabriano potrà portare nuovamente sulle maglie della squadra biancorossa un main sponsor erede dello storico marchio[/color][/size][/font][/color][color=rgb(0,0,0)][font=Verdana][size=3]
[color=rgb(37,39,37)]
Ignis (acquisito dalla Whirlpool a fine anni ’80 rilevandolo dalla Philips, cui il commendator Giovanni Borghi lo aveva ceduto nel 1972). Fermo restando l’accordo in essere per il “naming” del “Lino Oldrini” per il marchio che già dal 2005 al 2007 fu main sponsor di Varese, l’operazione riguarderebbe dunque l’azienda marchigiana già storicamente legata al basket ai tempi della serie A di Fabriano. Le due parti stanno discutendo da qualche settimana sull’operazione, pur con tutti i passaggi tecnici necessari alla “catena di comando” di una multinazionale per stabilire la portata e l’entità dell’eventuale investimento. L’auspicio della dirigenza di piazza Monte Grappa sarebbe quello di poter risolvere il problema principale del main sponsor, legandosi ad un marchio importante con interessi diretti sul territorio che potrebbe dare anche garanzie di continuità. Ma nel momento in cui la “battaglia del grano” ha portato in dote un pugno[/color][color=rgb(37,39,37)]
di contratti di sponsorizzazione “medi” che hanno ridotto dal 25 al 20 per cento l’attuale riduzione del budget rispetto ai 4 milioni e rotti dello scorso anno, c’è comunque necessità di aumentare il “panel” degli sponsor di maglia. Che al momento attuale, se si eccettua la conferma (al rialzo) di Teva, è completamente vuota non solo per quanto riguarda il marchio principale, ma anche gli "accessori". Anche se tra le idee allo studio c’è quella di riservare comunque uno spazio al marchio Cimberio, dando un segnale concreto di gratitudine per i 7 anni di presenza costante come main sponsor. Dunque dalle risposte dei due potenziali parter “di maglia” saranno determinanti per definire la seconda parte[/color][color=rgb(37,39,37)]
del mercato estivo biancorosso dopo le firme dello “zoccolo duro” Robinson-Callahan-Daniel. La campagna acquisti resterà in stand-by ancora per qualche giorno, ossia fino a quando non arriveranno certezze definitive sul budget. Per ora ci sono riscontri complessivamente positivi dalle altre due “gambe”: l’operazione “snellimento” del consorzio (da 73 a 50 soci) ha comunque portato maggior liquidità nelle casse, visto che molti tra quelli che hanno proseguito l’avventura hanno optato per un piccolo incremento dell’impegno. E gli 1813 abbonamenti staccati nella prima fase (la maggior parte dei quali acquistati “al buio”) rappresentano una garanzia di tenuta dello “zoccolo duro” dei ricavi al[/color][color=rgb(37,39,37)]
botteghino. Ma il cardine restano gli sponsor, che negli anni scorsi pesavano attorno al 60 per cento dell’importo complessivo. E dunque incrementare il gettito legato alla maglia garantirebbe una importante iniezione di risorse per sbloccare l’impasse del mercato, dove per il momento si continua a giocare a carte coperte in attesa di avere numeri definitivi sul “monte-spesa” da investire. Aggiungere uno o due sponsor di maglia non significherebbe fare concorrenza a Milano (ma neppure a Sassari, Venezia, Avellino o Reggio Emilia…); ma poter affrontare il mercato in maniera economicamente più “performante” è determinante per costruire la Varese divertente, sfrontata e razzente che incarnerebbe al meglio lo spirito di Gianmarco Pozzecco.[/color][color=rgb(37,39,37)]
Giuseppe Sciascia[/color][/size][/font][/color]
 

 Share


User Feedback

Recommended Comments

There are no comments to display.



Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Add a comment...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

×
×
  • Create New...