Jump to content

Talts risorsa straordinaria in una sfida ancora una volta diversa dalle precedenti


pxg14
 Share

[color=#000000][font=Verdana][size=1][size=3]Che cosa dobbiamo aspettarci in gara 6 e, speriamo, in gara 7? [/size][/size][/font][/color]

[color=#000000][font=Verdana][size=1][size=3]Una caratteristica di questa strepitosa serie tra Varese e Siena è proprio il fatto che ogni partita è diversa dall'altra. Lo è nello svolgimento di ciascuna gara, nelle soluzioni tattiche via via adottate, nel ricambio continuo di protagonisti.[/size]
[size=3]La Cimberio, dunque, annulla il primo match ball della Montepaschi e promette battaglia anche domani a Siena. La Montepaschi sa di non poter scherzare, sa che Varese ha caratteristiche e potenzialità per realizzare l'impresa, anche se bisognerà valutare prima le condizioni di Bryant Dunston e di Achille Polonara, entrambi messi fuori causa ieri sera da infortuni il cui possibile sviluppo non lascia grandi margini all'ottimismo.[/size]
[size=3]Ed ecco uno dei grandi meriti di Varese: avere vinto ieri praticamente senza Dunston, in campo solo per 16 minuti e per questo in grado di fornire un apporto al di sotto del suo standard (solo 5 tiri, con due canestri, ma 7 rimbalzi). [/size]
[size=3]Ancor meno palpabile la partita di Polonara (solo 4 minuti, un solo tiro, nessun canestro), giocatore importante ma certo meno basilare dello statunitense.[/size]
[size=3]Ebbene, ci pare sia giusto allora rendere grande merito a Janar Talts, a nostro giudizio il vero protagonista della partita di ieri sera e del successo della Cimberio, anche se i numeri che lo riguardano, in assoluto, non dicono moltissimo (5-11 al tiro e 5 rimbalzi in 23 minuti, solo 5 di valutazione).[/size]
[size=3]Ma a volte bisogna saper scegliere i momenti in cui dare il meglio e Talts ieri sera ha saputo dare il meglio quando il "suo meglio" era assolutamente indispensabile. Ad esempio quando, nel terzo periodo di gioco, ha infilato la tripla del 54-40 dopo che Siena si era fatta poco prima minacciosa (47-38); oppure quando ha segnato il canestro del 61-59 spezzando un lungo digiuno offensivo della Cimberio, o ancora quando ha catturato un grande rimbalzo offensivo a 1'30" dalla fine per poi realizzare, poco dopo (a 1'10"), il canestro del 67-61. Interventi "chirurgici", che a nostro parere hanno segnato la partita, con una totale assunzione di responsabilità che il centro estone del resto non ha mai rigettato.[/size]
[size=3]Non conosciamo le intenzioni della Pallacanestro Varese nei suoi confronti (non scordiamo che Talts è l'unico reduce della scorsa stagione) ma sicuramente la prestazione di ieri sera ha fornito punti in quantità allo score del suo futuro...[/size]
[size=3]Giusto sottolineare anche l'impatto della Cimberio con la partita. C'era il rischio che il beffardo esito della partita di sabato scorso a Siena avesse minato la fiducia di Ere & C., i quali invece hanno affrontato il match con un vigore fisico e mentale impressionante. E ancora: il rischio di un crollo psicologico, sul 59-59 e dopo avere avuto 16 punti di vantaggio, ci stava tutto ma la forza di reazione degli uomini di Vitucci è stata ancora una volta straordinaria. E Siena ha dato l'impressione di essere (finalmente) un po' stanca.[/size]
[size=3]Anche questo può fare sperare Varese. La strada è sempre in ripida salita ma tagliare il traguardo da vincitori non è impossibile.[/size][/size][/font][/color]

 Share


User Feedback

Recommended Comments

There are no comments to display.



Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Add a comment...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

×
×
  • Create New...