Jump to content

Varese fa il pieno di entusiasmo


pxg14
 Share

[color=rgb(0,0,0)][font=Verdana][size=3]Prove tecniche di vera Varese nella prima semifinale del Città di Fabriano. La squadra di Gianmarco Pozzecco travolge Trento e vola alla finalissima del quadrangolare marchigiano: chiusa a quota 8 la lunga serie di sconfitte consecutive contro le future avversarie della serie A 2014/2015, i biancorossi fanno il pieno di fiducia ed entusiasmo schiantando la matricola Dolomiti Energia con una prova tutto ritmo e intensità. Stavolta coach Poz può contare sul roster quasi al completo, con l'unica eccezione di Kristjan Kangur: completamente recuperato Craig Callahan, che alla fine è il migliore in campo (5/8 al tiro, 7 rimbalzi, 3 recuperi e 3 assist in 30' di grande sostanza), mentre sia Andy Rautins (3/8 al tiro e 6 rimbalzi in 19') che Ed Daniel (4/6 da 2 e 5 rimbalzi in 17') danno un contributo fattivo dimostrando di essere sulla strada giusta verso la migliore condizione. E con rotazioni finalmente profonde, contando anche i 21 minuti di sostanza di Jacopo Balanzoni (vera scoperta di questo precampionato in emergenza: il mancino del 1993 potrà rubare qualche scampolo di partita nella rotazione dei lunghi?), l'Openjobmetis può mostrare quel volto aggressivo e dinamico che il tecnico triestino aveva impostato in sede di costruzione del roster.[/size][/font][/color][color=rgb(0,0,0)][font=Verdana][size=3]

Una vittoria importante che dà credito e valore al lavoro in palestra svolto nelle ultime settimane a dispetto delle forze numericamente limitate. E soprattutto dà morale all'ambiente dopo che gli ultimi stop in serie - seppure con mille attenuanti - avevano suscitato qualche mugugno tra i tifosi più scettici.
«Con rotazioni quasi ottimali abbiamo messo in campo grande energia in difesa - esclama soddisfatto Pozzecco -. Sono contento non solo per la vittoria in sé, ma per la mentalità che abbiamo messo in campo. Con Callahan, Rautins, Daniel che hanno dato grandi risposte, abbiamo dimostrato che questa è una squadra in grado di vincere delle partite in serie A. Ancora bene Balanzoni, che conferma di poter tenere il campo; ci siamo tolti... la scimmia. In generale, se mettiamo in campo questa intensità e riusciamo a giocare di squadra, avremo finalmente trovato il percorso giusto da seguire».
Stasera (ore 21.30) la finale contro la Sidigas Avellino degli ex Vitucci, Banks e Bizzozi: test di spessore ben più elevato rispetto alla sfida con la Dolomiti Energia, pur con gli irpini in condizioni a loro volta rimaneggiate (ieri out Cadougan e Cortese per infortunio e il play titolare Gaines per l'influenza).
Varese fa l'andatura (11-7 al 3') macinando gioco sulla spinta di un tonico Diawara (11 punti e 8 rimbalzi alla pausa lunga). Trento regge il passo solo nel primo quarto (19-18 al 10'), poi i biancorossi accelerano con la trazione posteriore Robinson (6/11 da 2, 4/5 ai liberi e 4 assist)-Deane che costruisce soluzioni fluide in campo aperto. Il ritorno di Callahan dà sostanza a rimbalzo e l'Openjobmetis allunga il passo nel finale del secondo quarto (42-34 al 20'). Nella terza frazione la squadra di Pozzecco dilaga: 9-0 iniziale in contropiede monetizzando una difesa attenta ed aggressiva che lascia solo 8 punti in 10' a Trento. E dopo il 51-34 del 23' la strada è in discesa.
Giuseppe Sciascia[/size][/font][/color]
 

 Share


User Feedback

Recommended Comments

There are no comments to display.



Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Add a comment...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

×
×
  • Create New...