Jump to content

Varese prepara un altro ritorno. Nel mirino Yakhouba Diawara


pxg14
 Share

Cè anche Yakhouba Diawara (nella foto Blitz a destra) nella lista della spesa di Varese tra i possibili obiettivi per il ruolo di ala piccola comunitaria. Il 32enne francese è valutato con attenzione dalla società di piazza Monte Grappa che, dopo il nulla di fatto col giovane grecoAntekotuonmpo, sta considerando di riproporre la coppia di ali Diawara-Kangur già vista in biancorosso nella stagione 2011/2012.
Daltra parte il mercato delle ali piccole comunitarie offre relativamente poco, mentre per qualità offensive ed esplosività il giocatore del 1982 - settimo marcatore della serie A di tre anni fa a 15,2 punti col 53% da 2 e il 36% da 3 più 5,2 rimbalzi in maglia Cimberio - avrebbe le caratteristiche giuste per incarnare il profilo del giocatore atletico richiesto da Gianmarco Pozzecco. E di sicuro a Diawara non mancherebbero le motivazioni, visto che non ha mai fatto mistero - anche attraverso il suo profilo Twitter - della sua disponibilità di tornare a Varese, ossia il club nelle cui file ha disputato la miglior stagione europea dopo la conclusione della sua esperienza nella NBA.
Nel 2012/2013, infatti, lala francese accettò la lucrosa offerta di Venezia, dove chiuse a 13,1 punti e 4,8 rimbalzi, venendo eliminato nei quarti di di finale dagli Indimenticabili di Vitucci. Lo scorso anno il ritorno in Francia al Gravelines (11,9 punti e 3,7 rimbalzi), avventura chiusa a fine febbraio tramite una rescissione consensuale.
Diawara non è lunica pista seguita dai biancorossi, ma sembra comunque molto più calda rispetto a quella dellaltro ex Ebi Ere, che sul piano atletico e motivazionale darebbe meno garanzie rispetto al francese, avvantaggiato anche dalla compatibilità tecnica e difensiva già evidenziata con Kangur nella Varese 2011/2012. Ma potrebbe diventare un obiettivo primario qualora arrivasse il sì della guardia americana con qualità balistiche e capacità di giocare anche in regia che la società starebbe individuando in contemporanea alla scelta dellala piccola comunitaria.
Per ora il g.m. Cecco Vescovi glissa sullargomento Diawara, ma ribadisce che il mercato si chiuderà con la scelta dei due giocatori mancanti del quintetto base: «Se troveremo gli incastri giusti tra guardia americana ed ala comunitaria avremo completato le operazioni di mercato. E a chi storce il naso per la panchina corta, rispondo che è quel che ci potevamo permettere vista la riduzione delle risorse per costruire il roster. Il nuovo sponsor (Openjobmetis, ndr) ci sarà di grande aiuto per arrivare alla copertura quasi totale del budget, che sarà comunque inferiore a quello della scorsa annata; ma è inutile guardare ora il pelo nelluovo. Come sempre stiamo operando in base alle nostre disponibilità».
Vescovi ribadisce dunque la sua piena fiducia nei confronti dellorganico attuale: «Abbiamo scelto delle certezze per il quintetto che confidiamo di completare a breve, mentre in panchina ci sono delle scommesse che speriamo possano pagare nel rapporto costo-rendimento. Personalmente spero di non cambiare nessuno e se le vinceremo tutte non ci sarà bisogno di interventi suppletivi; se poi emergerà il bisogno di qualche correttivo lo valuteremo al momento, in base alle risorse supplementari che riusciremo a raccogliere. Ma di certo partiamo con la massima fiducia nei confronti dei giocatori che si presenteranno al raduno del 28 agosto».
Giuseppe Sciascia

 Share


User Feedback

Recommended Comments

There are no comments to display.



Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Add a comment...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

×
×
  • Create New...