Jump to content

Vescovi da la scossa : è addio


pxg14
 Share

Cecco Vescovi lascia la Pallacanestro Varese. Il dirigente biancorosso ha rassegnato le sue irrevocabili dimissioni dal ruolo di responsabile dell'area tecnica assunto lo scorso 30 giugno dopo aver lasciato la presidenza della società.
[size=3][font=verdana]Un vero e proprio choc per tutti coloro che consideravano indissolubile il legame tra colui che è stato giocatore, allenatore, general manager e massimo dirigente del club di piazza Monte Grappa. Ma la lettera che nella giornata di mercoledì è stata inviata al CdA della Pallacanestro Varese - altro incarico dal quale Vescovi si è dimesso - non lasciava margini per un ripensamento: [/font][/size]
[size=3][font=verdana]«L'ho pregato di recedere dal suo proposito prima che scrivesse la lettera ed ancora ieri ho provato a fargli cambiare idea ieri, ma evidentemente ha fatto quello che sentiva di dover fare» ha spiegato Stefano Coppa nella conferenza stampa in cui il presidente biancorosso (al suo fianco c'erano anche il vicepresidente Monica Salvestrin e il consigliere Massimo Cozzi) ha fatto il punto della situazione, spiegando anche le strategie future per ovviare alla perdita di quello che per molti era un punto di riferimento fondamentale a livello tecnico e societario. [/font][/size]
[size=3][font=verdana]Ma quali sono state le ragioni che hanno portato Vescovi a fare un passo indietro, e lasciare il ruolo dirigenziale che aveva assunto nel criticissimo gennaio 2008 (l'anno della retrocessione in LegAdue), riportando immediatamente la Cimberio nella massima serie e poi mettendo le basi per il salvataggio del club attraverso il passaggio di proprietà tra la famiglia Castiglioni ed il consorzio Varese nel Cuore del quale era stato imprescindibile collante? Di certo non è stata una risposta allo striscione esposto domenica dalla Curva Nord (Vescovi e Giofrè solo errori, ora dimissioni): «Posso assicurare che la decisione non è in alcun modo legata alle contestazioni durante la gara contro Venezia: se fatte in maniera civile fanno parte del gioco» assicura Coppa. [/font][/size]
[size=3][font=verdana]Meno civile l'aggressione verbale subita domenica dalla moglie all'uscita dal PalaWhirlpool; resta da chiedersi però perché le dimissioni non siano allora state immediate, ed anzi lo stesso Vescovi sembrava condividere la linea espressa su queste colonne dal presidente e dal suo pari ruolo del consorzio Alberto Castelli sulla necessità di compattarsi e fare quadrato. [/font][/size]
[size=3][font=verdana]«Probabilmente in questi giorni ha ritenuto che questa soluzione non avrebbe sortito gli effetti che al momento servono, e in assoluta autonomia ha preso una scelta diversa: la sua volontà è stata quella di dare una forte scossa all'ambiente ed in effetti per noi è stato uno choc importante».[/font][/size]
[size=3][font=verdana]Lecito a questo punto chiedersi, visto c'era sintonia con gli altri dirigenti, se ci siano stati problemi con Gianmarco Pozzecco: c'è anche chi parla di uno scambio di vedute tra coach e GM nella giornata di mercoledì, ma Coppa respinge questa lettura.[/font][/size]
[size=3][font=verdana]«Sicuramente avranno avuto le loro discussioni tecniche, ma è lecito che nel momento in cui le cose non vanno come tutti speriamo possano esserci discussioni sulle strategie da adottare. Ma il messaggio che Cecco vuole mandare con spirito propositivo è questo: provo io a farmi da parte, per vedere se un terremoto del genere darà modo a tutti gli altri di fare di più per uscire da un momento di difficoltà». [/font][/size]
[size=3][font=verdana]Certo se Vescovi si sentiva d'ostacolo perché la società potesse conquistare i risultati sperati, per certi versi dunque il suo addio responsabilizzerà ulteriormente coach Poz che dovrà ridare serenità e stimoli giusti al gruppo biancorosso senza più il suo alter ego dirigenziale dell'area tecnica. [/font][/size]
[size=3][font=verdana]Al suo posto promozione sul campo per Max Ferraiuolo: «Il Cda ha deciso di sfruttare le risorse interne: abbiamo persone che vivono nel mondo del basket da anni» conferma Coppa. Almeno fino al 30 giugno l'attuale team manager assumerà gran parte delle competenze lasciate libere da Vescovi, mentre Mario Oioli gli subentrerà in diverse mansioni attuali. [/font][/size]
[size=3][font=verdana]Giuseppe Sciascia[/font][/size]

 Share


User Feedback

Recommended Comments

There are no comments to display.



Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Add a comment...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

×
×
  • Create New...