Jump to content
  • Tra equilibri e aspetti tecnici

       (0 reviews)

    sam
     Share

    19 Dicembre 2003


    Scritto da Samuele Giardina
     


    Recker non toglierebbe ne aggiungerebbe nulla al potenziale della squadra attuale. L'ho gi� detto anche per Moltedo o altre proposte, abbiamo appena trovato un buon equilibrio, cercarsi problemi non mi sembra il caso. La rotazione degli esterni � piena, non ci sarebbe spazio per un elemento che non sposta a livello assoluto. Per quanto riguarda il problema sotto sono un altro paio di maniche. La nostra media rimbalzi 23,7+8,4 � molto molto simile in tutte le situazioni, siano partite casa, fuori, vinte o perse. Non ci sono squilibri eccessivi tra il numero di reb e il risultato. Andando ancora pi� a fondo si nota come la deficienza maggiore sia nei reb offensivi, nei difensivi siamo sempre in linea con gli avversari di turno. Abbiamo i lunghi chiamati spesso a giocare anche a 6/7 metri dal canestro per precisa scelta tecnica difensiva sui giochi a due, ampi brani di partita li giochiamo con un "falso" 5 come Conti e imbottiti di 2/3 fisicamente molto simili tra loro. Ovvio che poi ci si trovi con De Pol primo rimbalzista e il play a quasi 5 di media, in un certo senso � la pallacanestro "moderna" che porta a risultati di questo tipo.

    Sui reb offensivi c'� effettivamente una carenza confermata di partita in partita chiunque sia l'avversario. Per� anche qui ci sono secondo me dei distinguo da fare. Sui reb fuori competenza lunghi, su quelli di "movimento" o contro difesa zona non vedo particolari problemi, il buon Sandro per esempio non fa mai mancare il suo apporto alla "causa secondi tiri". Il problema si pone quando sono chiamati in causa direttamente Zus o Pavel. Il primo non � certo un fulmine di guerra o un atleta devastante, se una difesa si accoppia bene e lavora bene sui tagliafuori ha poche possibilit� di portarla a casa. Il secondo... bhe lasciamo perdere che � meglio, a 18 anni deve ancora capire che la palla si prende con due mani e non si schiaffeggia o che se sei un 225 non � molto onorevole farsi "rinculare" tutte le volte sotto il ferro dove le uniche palle che puoi raccogliere sono quelle da canestro subito. Alla fine di tutto non so, sono un p� le nostre caratteristiche tecniche e di gioco a "configurarci" come spesso perdenti a rimbalzo, in compenso recuperiamo tanti palloni, tiriamo bene dalla linea e abbiamo un onesto 53 da 2, alla fine rientra tutto nel calderone. Non si spiegherebbe se no come martedi abbiamo tirato per vincere una gara con 20 rimbalzi in meno e una percentuale ridicola dall'arco. Insomma come dicono in America siamo una squadra di "intangibles", dove concorrono a portare al risultato tante cose che non si vedono o che addirittura non vanno nemmeno sulle statistiche.

    Samuele Giardina

     Share


    User Feedback

    There are no reviews to display.


×
×
  • Create New...