Jump to content

Piano triennale per le opere pubbliche di Varese


Recommended Posts

Strade e scuole le priorità del Comune

--------------------------------------------------------------------------------

Opere stradali in vista dei Mondiali di ciclismo, interventi di messa a norma degli edifici scolastici di proprietà comunale e progetti per gli impianti sportivi cittadini. Questi gli interventi più sostanziosi previsti nel piano triennale delle opere pubbliche, approvato questa mattina dalla giunta di Palazzo Estense. Il piano prevede un movimento, per il solo 2007, pari a circa 54 milioni di euro – contando anche le opere già finanziate negli anni precedenti ma ancora da realizzare – forniti in parte direttamente dalle casse comunali o di altri enti pubblici, in parte da privati tramite “project financing” o altre forme di finanziamento.

IMPIANTI SPORTIVI: La categoria con la voce di spesa più alta è quella degli impianti sportivi: 24 milioni 871mila euro. Tuttavia gli interventi più massicci - messa a norma del palaghiaccio e contestuale creazione del Museo del ghiaccio (7 milioni), ristrutturazione o rifacimento della stadio Franco Ossola (15 milioni) – verranno realizzati con il metodo del project financing, quindi con soldi privati. Inoltre, per quanto riguarda la realizzazione del museo, sono previsti anche dei contributi da parte dello Stato. «Sullo stadio siamo ancora indietro (il progetto presentato da Sogliano era stato respinto perché giudicato troppo generico, nda), per quanto riguarda il palaghiaccio invece stiamo aspettando che i vincitori del bando presentino il piano finanziario, questione di pochi giorni» spiega l’assessore ai lavori pubblici, Gladiseo Zagatto.

L’unica cifra consistente messa a disposizione dal Comune riguarda la piscina di via Copelli: 2 milioni 276mila euro per i lavori di consolidamento delle strutture. Si tratta però di una misura precauzionale adottata dalla giunta solamente per cautelarsi nel caso venga bocciato il progetto di creare una cittadella dello sport in località Schiranna. «Abbiamo intenzione di realizzare una nuova piscina olimpionica – afferma sempre Zagatto - ma finché non avremo il via libera ufficiale alla creazione di una grande area sportiva nella zona che va da Groppello a Capolago non possiamo dare nulla per scontato». In poche parole, se per qualche motivo salta il progetto della nuova piscina, almeno non si fa cadere a pezzi quella esistente.

Nessuna cifra è stata invece stanziata per il palazzetto dello sport: la Whirlpool deve accontentarsi dei 20mila per la manutenzione straordinaria già previsti negli anni precedenti.

OPERE STRADALI: Le spese più consistenti per Palazzo Estense arrivano dalle opere stradali, fondamentali in vista dei Mondiali di ciclismo del 2008: 14.241.690 euro l’importo totale dei lavori, 5 milioni dei quali finanziati dallo Stato perché strettamente collegate allo svolgimento del Mondiale, gli altri divisi tra Comune e Provincia di Varese. Quest’ultima, ad esempio, metterà a disposizione un milione di euro per la realizzazione del nuovo ponte della Rasa, una delle opere più costose.

Con le grandi opere quasi tutte previste nel 2008 e 2009, l’unico intervento di grande rilievo previsto per l’anno prossimo è il nuovo parcheggio interrato a Villa Augusta, in via Nino Bixio a Giubiano. Il costo dell’opera è pari a poco più di 2 milioni e mezzo di euro, un milione dei quali fornito dalla Provincia.

EDILIZIA SOCIALE E SCOLASTICA: Più di 5 milioni e mezzo di euro la spesa prevista per questa categoria, sulla quale incide profondamente la normativa nazionale che ha recentemente inasprito i criteri per giudicare a norma un edificio scolastico. Interventi sostanziali sono così previsti per il liceo Manzoni (circa 500mila euro) e per l’Ipc Einaudi di via Como (1 milione 264mila euro). Lavori di manutenzione straordinaria sono poi previsti un po’ per tutte le strutture di proprietà comunale. In particolare, il Comune spenderà 230mila euro per adeguare l’ex liceo artistico di viale Milano ad ospitare la sede del Giudice di pace.

Ovviamente sono previste altre opere minori in diversi ambiti. Uno degli interventi più consistenti riguarda il risanamento ambientale nella zona di Bizzozero, per il quale Palazzo Estense spenderà poco meno di un milione e mezzo di euro. Altre spese di rilievo riguardano invece l’ampliamento dell’Archivio storico di via XXV aprile (555.000 euro), il ripristino dell’alberatura storica di viale Aguggiari (360.000 euro) e gli interventi sui giochi d’acqua del parco di Villa Toeplitz (254.000 euro).

L’iter amministrativo prevede che la giunta presenterà in Consiglio comunale il piano triennale delle opere pubbliche contestualmente al bilancio, dato che ovviamente i provvedimenti adottati dovranno essere provvisti di copertura finanziaria. Intanto, tutti i cittadini hanno sessanta giorni di tempo a partire da oggi per presentare le proprie osservazioni al piano: la giunta deciderà se accoglierle o meno.

Mercoledi 22 Novembre 2006

Michele Mezzanzanica

Varesenews

Postato cosí senza averci ancora rimuginato su.

In generale mi sembra che le prioritá siano condivisibili, strade e scuole innanzitutto.

Un po' di amaro in bocca per il palazzo rimane, tuttavia se qualcuno ritiene di poter tirare fuori milioni 7 per mettere in bolla il pala-ghiaccio e costruire un fantomaticissimo "Museo del ghiaccio" :brr: allora deve essere possibile tramite il project financing anche livellare quella striscia di Gaza dimenticata da dio e dagli uomini che porta all'ingresso Ovest del Lino Oldrini... ^_^

Ultimo commento: da quasi tutto traspare un feeling di "reattivitá" ovvero tutto si fa per evitare qualcosa piuttosto che per generare qualcosa. Si evita un crollo, si ripristina una agibilitá, ci si para da eventuali crisi, mai che si dica "Questa opera é strategica per dare questo nuovo assetto a Varese nel lungo periodo"

Non esattamente una magnifica pubblicitá per le gestioni precedenti, dal prossimo giro magari...un po' piú di lungimiranza...20 anni di navigazione a vista sarebbero davvero un po' troppi. :ike:

Link to comment
Share on other sites

io però veramente vorrei anche dire che per la prima volta abbiamo visto un interesse a delle opere che sono andate al servizio di tutta quella base che pratica basket!

Vorrei sottolineare il rifacimento della palestra daverio quella del ferraris e il progetto per l'anno prossimo dell'itis!

poi per quanto riguarda il palazzo credo che serva un po' di coraggio da parte di società e amministrazione per promuovere un decent progetto...sogliano almeno ci ha provato!

Link to comment
Share on other sites

io però veramente vorrei anche dire che per la prima volta abbiamo visto un interesse a delle opere che sono andate al servizio di tutta quella base che pratica basket!

ti faccio solo notare che un turno serale della palestra dello scientifico viene occupata dai corsi di ballo, per non parlare di tutte le palestre "profanate" da squadre di calcetto.

saprai anche che una squadra di csi (Bobbiate) ha dovuto adattarsi a giocare fuori casa tutte le partite del torneo perchè non ha trovato "asilo" in nessuna palestra utilizzabile per le partite di basket, e anche la nostra squadra ha rischiato di fare la stessa fine.

Link to comment
Share on other sites

ti faccio solo notare che un turno serale della palestra dello scientifico viene occupata dai corsi di ballo, per non parlare di tutte le palestre "profanate" da squadre di calcetto.

saprai anche che una squadra di csi (Bobbiate) ha dovuto adattarsi a giocare fuori casa tutte le partite del torneo perchè non ha trovato "asilo" in nessuna palestra utilizzabile per le partite di basket, e anche la nostra squadra ha rischiato di fare la stessa fine.

in giappone ti vendono l'auto solo se dimostri di avere il posto dove metterla, costituire una squadra senza essere certi di avere un posto dove performare mi sembra un tantino un azzardo... :spiteful[1]:

Link to comment
Share on other sites

in giappone ti vendono l'auto solo se dimostri di avere il posto dove metterla, costituire una squadra senza essere certi di avere un posto dove performare mi sembra un tantino un azzardo... :spiteful[1]:

scusami, ma è un intervento "alla cazzo".

le richieste di palestra da parte delle squadre di CSI vengono prese in considerazione dalla provincia solo a ridosso di ottobre (proprio appena prima dell'inizio del campionato), quando le squadre dei campionati federali sono state tutte "accomodate". Questo anche se la richiesta viene fatta con mesi e mesi di anticipo, e anche se la squadra (come nel nostro caso) nella stagione precedente aveva già affittato una palestra.

Non esiste un minimo diritto di prelazione, tant'è che noi siamo stati "sfrattati" dalla palestra che avevamo lo scorso anno (Bisuschio) in quanto il turno il nostro turno è stato assegnato ad una squadra che gioca in quarantacinquesima divisione (o giù di lì) di calcio a 5.

Il fatto che le palestre vengano assegnate a gente che pratica uno sport che nasce nel fango e che nel fango dovrebbe rimanerci non fa altro che elevare alla decima potenza la velocità angolare di rotazione dei miei maroni.

ps: grazie al cielo in provincia c'è gente che almeno si sbatte per cercare di accontentare tutti, pur dovendo seguire un regolamento che sembra scritto apposta per metterla in quel posto agli appassionati

Edited by Leasir
Link to comment
Share on other sites

scusami, ma è un intervento "alla cazzo".

le richieste di palestra da parte delle squadre di CSI vengono prese in considerazione dalla provincia solo a ridosso di ottobre (proprio appena prima dell'inizio del campionato), quando le squadre dei campionati federali sono state tutte "accomodate". Questo anche se la richiesta viene fatta con mesi e mesi di anticipo, e anche se la squadra (come nel nostro caso) nella stagione precedente aveva già affittato una palestra.

Non esiste un minimo diritto di prelazione, tant'è che noi siamo stati "sfrattati" dalla palestra che avevamo lo scorso anno (Bisuschio) in quanto il turno il nostro turno è stato assegnato ad una squadra che gioca in quarantacinquesima divisione (o giù di lì) di calcio a 5.

Il fatto che le palestre vengano assegnate a gente che pratica uno sport che nasce nel fango e che nel fango dovrebbe rimanerci non fa altro che elevare alla decima potenza la velocità angolare di rotazione dei miei maroni.

ps: grazie al cielo in provincia c'è gente che almeno si sbatte per cercare di accontentare tutti, pur dovendo seguire un regolamento che sembra scritto apposta per metterla in quel posto agli appassionati

certo che ti scuso :spiteful[1]: , avevo anche messo la faccina...

capisco l'incazzatura e condivido anche il tuo punto di vista sullo sport fangoso, ma, dal quadro che hai dipinto, non mi sembra di aver detto una cosa tanto insensata. :whistle:

Link to comment
Share on other sites

Allora non venirmi a dire certe cose!

Visto che di palestre ce ne sono si poche e i turni vengono dati principalmente a società più vecchie secondo le preferenze!

poi prima vengono date a tuttte quelle società iscritte alla federazione e poi a quelle csi!

Se il corso di ballo è comunale oppure fatto da una società più vecchia è giusto che venga occupato....adesso non è che solo perchè noi siamo appassionati di basket sia d'obbligo avere sempre e comunque la precedenza!

Link to comment
Share on other sites

Allora non venirmi a dire certe cose!

Visto che di palestre ce ne sono si poche e i turni vengono dati principalmente a società più vecchie secondo le preferenze!

poi prima vengono date a tuttte quelle società iscritte alla federazione e poi a quelle csi!

Se il corso di ballo è comunale oppure fatto da una società più vecchia è giusto che venga occupato....adesso non è che solo perchè noi siamo appassionati di basket sia d'obbligo avere sempre e comunque la precedenza!

quindi per te è giusto che una società di CSI che per un anno occupa una palestra -diciamo- il giovedì sera, venga "sfrattata" l'anno successivo in quanto una società di calcetto di quarantacinquesima divisione si affitta il doppio dei turni che aveva l'anno precedente (in conseguenza del fatto che la provincia ha nel frattempo dimezzato i costi di noleggio).

se la pensi così, viviamo su due isole diverse.

Link to comment
Share on other sites

Proprio adesso che ero tornato in forma e pensavo anche di venire ad allenarmi ma...dove?

non ho detto che non siamo riusciti ad ottenerla, ma che abbiamo fatto una fatica enorme (e dobbiamo ringraziare l'impegno della responsabile delle strutture scolastiche) per avere il campo da gioco.

se lunedì vuoi venire all'allenamento fammi un fischio.

Edited by Leasir
Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
×
  • Create New...