Jump to content

Champions amarissima. Varese non sa più vincere


simon89
 Share

La cura PalA2A non guarisce l'Openjobmetis. Non bastano grinta e volontà alla squadra di Moretti per aver ragione di un Paok ruvido e ben organizzato, ma non certo irresistibile. Varese ritrova piglio combattivo e grinta, ma complice l'emergenza lunghi i biancorossi sono costretti a giocare una partita su ritmi troppo "sincopati" per non farsi impastoiare dal ritmo ipnotico dei greci. Col reparto interni martoriato dai falli e penalizzato dalla perdita di Anosike (out dopo 5' con la schiena bloccata ma nel dopo-gara è giallo) la truppa di Moretti non riesce più ad accendere il motore del contropiede che nel primo tempo aveva esaltato le doti acrobatiche di Eyenga (7/11 al tiro, 9/11 ai liberi) e nascosto la serata nerissima degli esterni (2/19 da 3).

Il quarto periodo giocato stabilmente a metà campo, complice anche qualche sbavatura di troppo con quintetti improvvisati, fotografa nuovamente gli evidenti problemi tecnici della squadra, che nei 10' finali fattura un glaciale 2/17 dal campo (0/7 in due per gli "scentrati" Maynor e Avramovic). Così, nonostante qualche correttivo tecnico provato da Moretti (Cavaliero in quintetto - e spesso in regia - per un Johnson ancora impalpabile), la serie negativa sale a quota 3 e domenica arriva la lanciatissima Avellino: il rischio è inanellare una striscia piuttosto lunga viste le successive trasferte a Ventspils ed a Pesaro: se gambe e cuore non bastano, si inizieranno a valutare rimedi concreti?

L'emergenza lunghi che costringe Moretti a schierare a lungo una zona 2-3 che non ha sufficiente intensità per negare al Paok un nettissimo vantaggio a rimbalzo (51 contro i 35 dell'OJM) è a fattore-chiave di un match che però Varese ha perso per un mix di forzature e cattive letture a difesa schierata nel quarto periodo. Ad uscire dalle secche di un costante inseguimento (17-25 al 13', 35-43 al 22') è stato soltanto il quintetto d'assalto con tre piccoli e Kangur da pivot d'emergenza per l'unico sorpasso con un frizzante 12-4 negli ultimi 4' del terzo quarto (dal 43-48 del 26' al 55-52 del 30'). Ma la squadra di Moretti fattura 5 miseri punti nei primi 8' del quarto periodo e il Paok sorpassa con uno 0-9 firmato Chrysikopulos e Bryant (60-66 al 38'). I greci sprecano ripetutamente l'occasione per chiudere i conti, nonostante errori marchiani in attacco l'OJM ricuce sul 66-68 con i 2/2 di Eyenga e Cavaliero, ma dopo lo 0/2 di Peiners il rimbalzo d'attacco con Clanton (con quinto fallo di Campani) spegne le velleità di rimonta biancorosse.

Giuseppe Sciascia 

 Share


User Feedback

Recommended Comments

There are no comments to display.



Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Add a comment...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

×
×
  • Create New...