Jump to content

Crocevia d'Europa per l'OJM


simon89
 Share

L' Openjobmetis va in cerca di riscatto anche in Europa per restare agganciata al sogno dei playoff di Champions League. Stasera al PalA2A (palla a due alle 20.30 con diretta su RaiSport) la squadra di Paolo Moretti ospita i polacchi del Rosa Radom per confermare le sensazioni positive espresse dalla vittoria scaccia-crisi di Pesaro e tornare ad imporre il fattore-campo a tre settimane dall'ultimo hurrà casalingo datato 23 ottobre contro Brindisi. L'obiettivo primario di Cavaliero e compagni è quello di dare seguito davanti ai propri tifosi alla corroborante prova di domenica all'Adriatic Arena, dimostrando di aver trovato all' interno del gruppo le risorse tecniche e caratteriali per invertire un trend preoccupante in attesa che la ricerca di rinforzi sul perimetro dia risultati concreti.

Dopo il raid esterno nelle Marche, sia il d.g. Claudio Coldebella che il decano del gruppo Massimo Bulleri hanno battuto sullo stesso tasto: pensare che l'impresa di Pesaro abbia risolto d'incanto i problemi delle ultime tre settimane è fuorviante e sbagliato, per superare i problemi serve lavorare forte per migliorare ulteriormente i meccanismi di gioco, e dare continuità all'identità offensiva basata su coralità e circolazione di palla che ha messo le basi per la vittoria di domenica. Per questo il test casalingo contro il Rosa Radom, squadra con una qualità tecnica e una taglia fisica decisamente superiore a quella della Consultinvest, deve mettere nuovamente alla prova i riscontri del match dell' Adriatic Arena contro un'avversaria più probante rispetto al team di Piero Bucchi. E confermare definitivamente che l'indirizzo delle ricerche sul mercato, concentrato su una guardia con punti nelle mani che possa dare un supporto anche alla costruzione del gioco, possa permettere a Varese quell'upgrade necessario per rilanciare le sue ambizioni di playoff in Italia e in Europa. Di certo la mossa va nell'ottica di affiancare una stampella ad Eric Maynor, confidando che come nel 2015-16 il tempo e il lavoro in palestra possano aiutare il play ex Oklahoma City a migliorare la condizione atletica e di conseguenza le prestazioni in campo. E di dare ulteriore fiducia all'emergente Aleksa Avramovic, utilizzandolo anche in regia in coppia con un giocatore più completo rispetto allo specialista tiratore Melvin Johnson.

L'assetto vincente a Pesaro pagherà dividenti anche in Champions League tenendo in corsa Varese per i piazzamenti playoff di un girone sinora molto equilibrato dietro la fuggitiva Klaipeda? Per sperare ancora nei primi 5 posti servirà a tutti costi imporre il fattore campo nel match di stasera contro i polacchi, squadra che propone un interessante asse play-pivot (il razzente Brazelton viaggia a 17.5 punti e 5.8 assist, l'esperto Jackson - che ha 59 gettoni NBA all' attivo - è attaccante creativo da 11.5 punti e 6.8 rimbalzi) e due esterni pericolosi dall'arco come l'esplosiva guardia Bell (16.5 punti) e il tiratore Sokolowski «Radom è una squadra molto competitiva, che ha tre punti di riferimento offensivi ben definiti e una panchina lunga - spiega Paolo Moretti - Per vincere servirà una partila solida, riproponendo la continuità di rendimento determinante a Pesaro e l'attenzione nel non concedere canestri facili che nell'economia di una partita fanno la differenza».

Giuseppe Sciascia

 Share


User Feedback

Recommended Comments

There are no comments to display.



Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Add a comment...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

×
×
  • Create New...