Jump to content

Il volto della vittoria è quello di De Nicolao


Nicolò Cavalli
 Share

[b]DUSAN SAKOTA [/b](10 punti; 2/3 2p; 2/3 3p; 0/0 tl), [b]VOTO: 7. [/b]Relegato al ruolo di sesto uomo, risponde con gli attributi e azzanna il [i]parqeut[/i] con il piglio del segugio. Ci auguriamo sia il primo passo verso la redenzione (cestistica).

[b]ADRIAN BANKS [/b](4 punti; 1/2 2p; 0/ 3p; 2/2 tl) [b]VOTO: 7. [/b]Il suo recupero lampo è una ventata di contagioso ottimismo. Appena si siede sul cubo del cambio, scatena l'euforia di un intero palazzetto. Nell'epoca dei mercenari, dei giocatori a gettoni, dei feticisti delle statistiche, dei procuratori furbacchioni, dimostra uno splendido attestato di professionalità.

[b]ERIK RUSH [/b](13 punti; 2/3 2p; 3/6 3p; 0/0 tl) [b]VOTO: 7. [/b]Sempre più coinvolto nei meccanismi del cavallo di Troia sapientemente progettato da Vitucci, si incunea nelle mura nemiche assestando i colpi mortiferi. Battagliero.

[b]JANAR TALTS [/b](5 punti; 1/1 2p; 1/2 3p; 0/0 tl) [b]VOTO: 6. [/b]Nelle vesti di onesto gregario svolge il suo sporco compito senza farsi notare, né in bene né in male. Ordinaria amministrazione per l'orso baltico.

[b]ANDREA DE NICOLAO [/b](14 punti; 4/5 2p; 2/6 3p; 0/4 tl) [b]VOTO: 7,5. [/b]Artefice del successo con un terzo quarto da favola. Dirige l'orchestra come un fine veterano e, all'uopo, si butta nella mischia come un giovane cresciuto nei [i]play-ground[/i]. Un neo, giusto per essere pignoli: lo zero su quattro alla lunetta non va più ripetuto.

[b]MIKE GREEN [/b](13 punti; 4/10 2p; 0/3 3p; 5/5 tl) [b]VOTO: 6,5. [/b]Litiga con il ferro e inventa qualche passaggio largamente fuori misura. Assestata la mira, si diletta con ben otto assist ai compagni. Urge una diminuzione di minutaggio, il rischio di andare fuori giri è tangibile.

[b]ACHILLE POLONARA [/b](9 punti; 3/7 2p; 0/2 3p; 3/5 tl) [b]VOTO: 6,5. [/b]Chiamato al riscatto dopo una settimana complicata, viene lanciato nella bagarre fin dalla palla a due. Tiene a galla Varese nel momento dei patimenti iniziali, nella ripresa si dedica al lavoro occulto senza strafare.

[b]BRYANT DUNSTON [/b](15 punti; 6/10 2p; 0/0 3p; 3/4 tl) [b]VOTO: 7. [/b]I numeri racconterebbero di una prestazione stratosferica, in realtà è soltanto buona. Per tre quarti è il peggior Dunston dell'anno, complici falle difensive macroscopiche. Poi Brindisi si disunisce e lui è bravo a punirla sonoramente, con puntualità e aggressività.

 Share


User Feedback

Recommended Comments

There are no comments to display.



Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Add a comment...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

×
×
  • Create New...