Jump to content

Kangur, bomba da infarto. Varese debutta col botto


simon89
 Share

L'Openjobmetis inaugura col botto la sua avventura in Champions League. La squadra di Paolo Moretti piega in volata i campioni di Francia dell'Asvel: decide una tripla di Kristjan Kangur - l'unica dopo 5 errori - a 69 centesimi di un match giocato con grande intensità dai biancorossi. Mai come in questo caso gli assenti hanno avuto torto: i 1.400 spettatori presenti a Masnago per il "vernissage" casalingo deh'avventura europea hanno vissuto emozioni forti trasmesse da una squadra ancora in fase di messa a punto, ma capace di fiammate davvero pregevoli specialmente quando Moretti ha utilizzato asserti dinamici per aumentare aggressività difensiva e fluidità offensiva.

Il match winner è "KK", autore degli ultimi 5 punti di Varese dopo una prova a dir poco incolore, mal' eroe della serata è Aleksa Avramovic, il cui "battesimo del fuoco" a livello internazionale è stato a dir poco esaltante (11/17 al tiro e 5/7 ai liberi in 25'). Proprio il mancino serbo (13 in 10' a metà gara) ha saputo dare la scossa insieme con capitan Cavaliero dopo un primo quarto all'insegna del torpore difensivo e di un attacco "ingessato" (16-25 col 57% per gli ospiti contro il 21% di Varese). L'atleta del 1994 ha aggiunto perocolosità dall'arco e profondità in penetrazione, scuotendo anche un Maynor meno "svaporato" nella ripresa.

Difesa più aggressiva uguale ritmo più alto, e con spazio per colpire in transizione anche gli esterni dell'Openjobmetis scaldano la mano (4/6 da 3 nella seconda frazio- ne): i dardi di Cavaliere e Johnson valgono il 37 pari del 18', peccato però per i troppi errori da sotto (33% da 2 a metà gara) che impediscono di concretizzare l'inerzia favorevole. Così l'Asvel riaccende la macchina delle triple e graffia con la duttilità di Dragovic (39-47 al 22'), ma un Anosike più reattivo sugli aiuti ed a rimbalzo d'attacco aumenta decisamente i giri della difesa biancorossa (14 punti col 31 % dal campo per gli ospiti nel terzo quarto). L'assetto con 4 piccoli scelto da Moretti esalta l'atletismo di Eyenga, che firma il primo sorpasso con due schiacciate consecutive: Masnago si scalda per il rombante 14-2 con Avramovic ancora in evidenza (57-53 al 26'). Ma le alchimie tra assetti e quintetti ruotati sono ancora piuttosto fragili: basta un passaggio a vuoto difensivo per sciupare il promettente più 7 del 31' e favorire il controbreak francese firmato dalle soluzioni interne di Noua e Watkins (69-71 al 35').

Finale segnato dal duello tra i piccoli biancorossi e la punta ospite Hod-ge (74-76 al 37'): Moretti trova la chiave giusta con la marcatura di Eyenga, ma Sy (2+1 da sotto) e Dragovic (tripla dall'angolo) replicano ai sorpassi bianco-rossi e Maynor fallisce la parità a meno 30". Varese sceglie di difendere sul meno 2, Eyenga sporca l'affondo di Hodge lasciando 7 secondi all' attacco biancoros-so; Avramovic si butta nel traffico venendo murato da Uter, ma la palla arriva nell'angolo sinistro a Kangur: solo rete col boato di Masnago, meglio di così l'avventura in Champions League non poteva iniziare...

Giuseppe Sciascia

 Share


User Feedback

Recommended Comments

There are no comments to display.



Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Add a comment...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

×
×
  • Create New...