Jump to content

La strada è in salita ma l'esito rimane incertissimo


pxg14
 Share

[color=#000000][font=Verdana][size=1]
[size=3]Il colpo è duro, durissimo, ma la serie non è finita ieri sera con la seconda sconfitta stagionale sotto la volta del PalaWhirlpool.[/size][/size][/font][/color][color=#000000][font=Verdana][size=1]
[size=3]Certo si è avuta conferma che la Montepaschi è la squadra potenzialmente più forte del lotto tra le contendenti che aspirano allo scudetto e alla Cimberio servirà davvero non un'impresa ma una piccola serie di imprese per rovesciare un pronostico che da ieri sera pende leggermente a favore della formazione di Luca Banchi.[/size][/size][/font][/color][color=#000000][font=Verdana][size=1]
[size=3]Sì, in un sol colpo Siena ha cancellato il (presunto?) vantaggio di Varese legato alla brevità della sua serie con Venezia rispetto alle sette battaglie tra Montepaschi ed EA7 Milano e ha accentuato quel (presunto?) vantaggio psicologico determinato dall'esito della finale di Coppa Italia.[/size][/size][/font][/color][color=#000000][font=Verdana][size=1]
[size=3]Ora Varese è costretta a inseguire e, soprattutto, a non fallire martedì sera in gara-2.[/size][/size][/font][/color][color=#000000][font=Verdana][size=1]
[size=3]C'è un dato statistico che "spiega" la partita: Varese ha tirato con il 38 per cento, Siena con il 53 per cento. La Cimberio ha sofferto la eccellente difesa messa in campo dalla Montepaschi, uomo e zona, zona e uomo, con una marcatura chiave, quella di Moss nei confronti di Green. Il "faro" di Varese ha funzionato solo a intermittenza, solo quando non è stato soffocato dalle spire del diretto avversario.[/size][/size][/font][/color][color=#000000][font=Verdana][size=1]
[size=3]Poi hanno deciso le irrefrenabili scorribande di Brown, la ruvidezza di Eze, la puntualità con cui hanno colpito Carraretto e Hackett, meno protagonista che in gara-7 a Milano (questo ruolo ieri sera l'ha lasciato a Brown) ma non meno utile del compagno nelle battute conclusive. [/size][/size][/font][/color][color=#000000][font=Verdana][size=1]
[size=3]Ma la Cimberio non è certo uscita con le ossa rotte: ha reagito a un paio di situazioni di grande difficoltà, quando si è ritrovata sotto di sei punti (sul 40-46, poi sul 57-63) che in una partita come quella di ieri sera non erano poca cosa. Ma alla fine si è dovuta arrendere dando quasi l'impressione di avere accusato la fatica più degli avversari che avrebbero dovuto avere (ma era solo una speranza) la lingua a penzoloni.[/size][/size][/font][/color][color=#000000][font=Verdana][size=1]
[size=3]Frank Vitucci le ha tentate tutte, risparmiandosi solo la zona: quintetti alti (Dunston e Ivanov in coppia), bassi (Green, De Nicolao e Rush insieme) e "normali" (con tutte le altre possibili soluzioni) ma la corazzata Montepaschi ha sempre retto l'urto, trovando risorse un po' ovunque, anche se i pochi minuti di assenza dal campo di Moss e di Brown (0-8 in due minuti nell'ultimo quarto, da 57-63 a 65-63) sono stati pagati a caro prezzo dai biancoverdi.[/size][/size][/font][/color][color=#000000][font=Verdana][size=1]
[size=3]Il peso psicologico di gara-1 a volte diventa insostenibile ma non ci è parso il caso della Cimberio di ieri sera. [/size][/size][/font][/color][color=#000000][font=Verdana][size=1]
[size=3]La Montepaschi ha vinto la partita sul piano fisico, imponendo il proprio ritmo e facendo valere la spigolosità della propria difesa (formato Eurolega"), scontata un po' in termini di falli (25 contro 20) ma non in maniera decisiva. [/size][/size][/font][/color][color=#000000][font=Verdana][size=1]
[size=3]Martedì però può essere un'altra storia e la Cimberio deve assolutamente credere di poterla scrivere.[/size][/size][/font][/color]

 Share


User Feedback

Recommended Comments

Bobby Brown così determinante, dopo averlo visto molto "appannato" nella serie contro Milano, è stato il fattore che ha orientato una gara altrimenti equilibratissima. La difesa di Siena, invece, ci si poteva aspettare. Secondo me sono mancate un po' le "seconde linee": la panchina ha fornito solo 8 punti, Polonara e De Nicolao possono e devono dare di più, così come Rush (che però ha l'attenuante di aver giocato pochino). L'impresa è alla portata, non sarà facile ma si sapeva. Forza Varese sempre!!

Link to comment
Share on other sites



Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Add a comment...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

×
×
  • Create New...