Jump to content

Lontano da casa ritornano tutti i limiti


simon89
 Share

[size=4][font=arial][color=rgb(0,0,0)]La grintosa Bologna risveglia l'Openjobmetis a suon di ceffoni e riapre il dibattito sugli squilibri di una squadra che in trasferta e contro una difesa ruvida ripropone un basket di qualità modesta. [/color][/font][/size]
 
[size=4][font=arial][color=rgb(0,0,0)]Troppo contorno e poca sostanza per i biancorossi nella versione Futurshow Station, in particolar modo dalla coppia Wayns-Davies che per investimenti salariali e qualità tecniche avrebbero dovuto rappresentare l'asse portante della squadra dal punto di vista del fatturato offensivo. Invece troppo spesso Varese è stata condizionata dalle lune del giocatore di Philadelphia, che funziona solo quando gli entra il tiro da fuori, e dall'inconsistenza del pivot ex Brigham Young, troppo alterno nel suo rendimento per questioni caratteriali prima ancora che tecniche. [/color][color=rgb(0,0,0)]Di fatto le - supposte - punte della squadra non sono affidabili, e pur con tutta la sostanza dei correttivi Wright e Kangur - ieri peraltro inferiori al rendimento delle gare precedenti - l'Openjobmetis non può prescindere dal rendimento offensivo dei suoi elementi di maggior qualità.[/color][/font][/size]
 
[size=4][font=arial][color=rgb(0,0,0)]Dunque si torna al "tutto sbagliato e tutto da rifare" in vista della costruzione della Varese che verrà? Sentenza finale rimandata dopo il 30 aprile - meglio ancora l'1 maggio, data dell'eventuale finale di FIBA Cup - con la giuria ancora in camera di consiglio. Ma resta la sensazione di una squadra che possiede un'ossatura sufficientemente solida cui dare continuità, a patto di azzeccare i ritocchi giusti nei ruoli cardine. In ogni cantiere che funzioni serve il giusto mix di operai, geometri e ingegneri: ruolo quest'ultimo è clamorosamente mancato all'appello in tutte e tre le "declinazioni" in regia (con Ukic prima, con Wayns poi e con Wright ora). [/color][/font][/size]
 
[size=4][font=arial][color=rgb(0,0,0)]La trasferta di Bologna serve per rimettere in chiaro le cose, confidando che il fattore campo possa dare a Varese gli stimoli giusti per sprigionare quel basket intenso e reattivo delle tre vittorie precedenti. L'Openjobmetis in formato trasferta soffre l'agonismo degli avversari, ma la spinta del pubblico riesce comunque a nascondere certi limiti atavici. E a Masnago la squadra di Moretti giocherà 4 delle ultime 7 gare dì campionato più due delle eventuali tre gare dei playoff di FIBA Cup contro Anversa, ed auspicabilmente - in caso di qualificazione e burocrazia permettendo - le eventuali Final Four della competizione europea. Dovranno essere i tifosi a trasformare l'Openjobmetis versione "Cenerentola" lontano da Varese nella squadra graffiante che ha messo sotto avversarie di livello come Cremona, Cantù, Gaziantep e Trento negli ultimi due mesi e mezzo.[/color][/font][/size]
 

 Share


User Feedback

Recommended Comments

There are no comments to display.



Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Add a comment...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

×
×
  • Create New...