Jump to content

Openjobmetis Varese 112 - Grissin Bon Reggio Emilia 118 d.t.s.


Nicolò Cavalli
 Share

La ricorderemo come la notte dei 55 minuti, delle montagne russe, dell'orgoglio mai domo, dei 99 tiri provati dalla squadra di casa, del sano agonismo sciorinato per due ore e mezza di orologio biologico sul [i]parquet[/i]. Purtroppo per il pubblico di casa, Varese perde l'occasione di superare una compagine di eccellente prospettiva. La Reggio Emilia di stasera, priva di Diener, Silins e Taylor compensa con il coraggio, l'onda d'urto dei giovani e la sfrontatezza: farà strada.
Il Poz si porta in dota alcune certezze (il tandem Diawara-Kangur, le doti balistiche di Rautins, l'amore incondizionato del pubblico) e altrettanti grattacapi: la panchina oltremodo corta, la mancanza del colpo dei reni, la svogliatezza apparsa a tratti in alcuni [i]yankees.[/i]
 
[i][b]Pioggia di triple. [/b][/i]Una Grissin Bon rimaneggiata in qualche effettivo mette subito in mostra il talento del diciottenne Mussini, coadiuvato in regia dal play della nazionale Cinciarini. Dopo meno di due minuti Pozzecco spende un time-out per sedare il 3-8, troppo facile, di marca ospite. Daniel sbaglia l'inverosimile nel pitturato, l'ex Polonara colpisce dall'arco in due azioni in fotocopia: 3-14. L'OJM in due minuti di fuoco si tramuta in un organismo geneticamente modificato e recupera lo svantaggio grazie all'acume di Kangur, a una difesa serrata e ai conseguenti contropiedi (16-17 con un 2+1 di Diawara). Menetti schiera con buoni dividendi la zona, Varese mette la testa davanti con Rautins eppure il colpo di coda è reggiano: il dardo di Della Valle, apice di un incredibile 7/8 da tre complessivo nel quarto, e il sottomano di Kaukenas valgono il 22-25.
 
[i][b]Poche idee e confuse. [/b][/i]Appena i padroni di casa peccano in intensità (tiri rifiutati, passaggi molli, uno-contro-uno non contenuti), l'organizzazione di gioco della Grissin Bon prende un nitido sopravvento. Emblematico lo 0-10 di apertura periodo con Lavrinovic e Cervi sugli scudi. La forbice si allarga fino al 25-43 di Della Valle, con Pozzecco rimasto senza minuti di sospensione e valide contromosse (Casella bagna l'esordio stagionale con un [i]airball, [/i]subito ravveduto con un ciuffo dall'angolo). La zona dei rossi d'Emilia induce i prealpini a sparacchiare da tre, complice la regia rivedibile di un sonnolento Deane. Buon per Varese che la dea bendata sia ammiccante in un paio di frangenti somiglianti a un flipper e che Diawara raccolga alcuni punti da scafato cestista: alla pausa lunga il tabellone dice 39-49, con due tiri liberi omaggiati al gigante Cervi.
 
[i][b]Reazione d'orgoglio. [/b][/i]La cattiveria agonistica messa in mostra ad inizio ripresa spinge gli ospiti a diverse forzature, ma in attacco l'OpenJobMetis brucia alcune occasioni ghiottissime prima di poter sfogare il proprio ruggito con la bimane di Diawara in concomitanza del 45-49. La Reggiana spezza l'astinenza con Cinciarini e Kaukenas; Robinson si improvvisa tiratore dalla luna e viene emulato dalla giubba rossa Rautins: 54 pari in un crescendo rossiniano di decibel. In un clima improvvisamente spigoloso, i punti cardinali sfumano all'orizzonte: l'ago della bussola impazzisce e persino le vecchie volpi del parquet (Kangur, Lavrinovic, Deane) si scoprono con il polso tremante. La fine del periodo, sul 60-63, serve a sedare gli animi e i fisici.
 
[i][b]Come una partita di Cluedo senza assassino. [/b][/i]Rautins, caldissimo in attacco e generoso in difesa, spende la quarta penalità prima di siglare il 66-64 da distanza siderale. La partita del canadese termina poco dopo, con sette minuti da giocare, complice un'improvvida manata sul braccio di Mussini levatosi da oltre l'arco. Pozzecco insiste con un quintetto agile (Kangur e Diawara negli spot di 4 e 5), Menetti non si smuove dalla sua zona 2-3 e si affida al carisma dei pretoriani, la terna arbitrale persevera nello scontentare un po' tutte le parti in causa. La tripla glaciale di Rimas Kaukenas consegna agli sfidanti un supplementare virtuale con partenza da quota 70. Kuba esibisce due canestri pesanti da sette metri e una forzatura fuori luogo, Lavrinovic e Cinciarini rispondono con carattere: 76-75. Il finale è un vero e proprio [i]thriller[/i]: l'OJM perde una partita già quasi in ghiaccio per la poca precisione di Robinson (stoppata subita e 1 su 2 dalla lunetta nel momento clou) vanificando un capolavoro di Kangur. La Grissin Bon spreca con Kaukenas e Della Valle ma pesca sulla sirena il ciuffo del pareggio con Cinciarini. Con un mare di rimpianti del PalaWhirlpool per il fallo tattico non speso.
 
[i][b]A un passo dal Paradiso. [/b][/i]Reggio Emilia piomba sul meno sei complice un doppio fallo tecnico (a Cervi e a coach Menetti), però reagisce sfruttando il timido cinismo di Varese. I fischietti restituiscono la sanzione disciplinare a Diawara – quinto fallo dell'MVP con annesse proteste – e così Della Valle e Mussini esaltano la loro beata gioventù scrivendo 88-89. I biancorossi non hanno più benzina, diesel od olio di semi per riprendere la marcia. Si salvano però con la lotteria dei tiri liberi: finalmente Robinson diventa leader, mentre l'ottimo Cinciarini sbaglia il [i]match point [/i]sul 95 pari.
Il secondo [i]over time [/i]vede il tentativo di allungo di Della Valle, la sferzata di Deane, un canestro di Lavronic convalidato sul 105-102 nonostante un'infrazione di passi incredibile, il libero della vittoria sbagliato da cuore d'oro Polonara (quinto fallo anche di Robinson dopo l'uscita di uno zoppicante Daniel).
Il commovente canto del cigno delle seconde linee di Varese scema sul 109-105, quando Mussini e Della Valle (ancora loro) chiudono il match con un'attitudine da veterani. Già, due ragazzi italiani classe 1996 e 1993 decisivi in un campionato di soli stranieri.
 
Il finale assomiglia a quello di “Via col vento”: tutti stremati al termine di un'epica battaglia. Domani è un altro giorno, sembra sussurrare l'applauso sincero dei tifosi. Al di là della delusione del primato sfumato della nostra Varese non si può che uscire innamorati della pallacanestro.[i] I love this game[/i].

 Share


User Feedback

Recommended Comments

There are no comments to display.



Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Add a comment...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

×
×
  • Create New...