Jump to content

Pit-Stop a Desio, OJM in panne


simon89
 Share

[size=4][color=rgb(0,0,0)][font='Times New Roman']DESIO - L'Openjobmetis in formato cantiere aperto cede il passo a Cremona nella semifinale del Trofeo Lomabrdia. Senza la trazione posteriore garantita da Wayns e Galloway, la squadra di Paolo Moretti fatica ad esprimere gioco con continuità, pagando dazio contro una Vanoli a sua volta priva degli azzurri Vitali e Cusin. [/font][/color][/size]
 
[size=4][color=rgb(0,0,0)][font='Times New Roman']Anche stavolta Varese parte ad handicap, con la squadra di Pancotto che colpisce a raffica dall'arco (13 triple totali), mentre l'attacco biancorosso spreca occasioni banali da distanza ravvicinata: il 4-18 iniziale costringe l'Openjobmetis a giocare stabilmente di rincorsa. Poi comunque l'atteggiamento biancorosso è positivo sul piano dell'impegno, ma senza i due giocatori che nelle strategie estive avranno il compito di accendere i tiratori sugli scarichi e i lunghi di movimento, la squadra di Moretti fatica in attacco e paga dazio in difesa con accoppiamenti fisiologicamente affannosi sul piano atletico. La prima reazione porta la firma di Shepherd e Faye, che dopo il 21-37 del 15', firmato dalle raffiche dall'arco di Southerland e Ga-spardo, riportano Varese a -9 prima dell'intervallo. [/font][/color][/size]
[size=4][color=rgb(0,0,0)][font='Times New Roman']Nel terzo quarto si scatena Cavaliero, che con 11 punti quasi consecutivi frutto di una buona circolazione di palla corale fa rientrare la squadra di Moretti fino al 50-54 del 27'. Ma la Vanoli fa saltare la zona 3-2 utilizzata dall'O-penjobmetis per i problemi di rotazioni (assente anche Campani per un lieve infortunio ad una caviglia nell'allenamento di venerdì sera): il quintetto speedy visti i 4 falli di Bilingha e Gaspardo esalta le doti balistiche di Southerland e dell'ex biancorosso Mian, e Cremona riparte di slancio fino al 58-73 del 34'. [/font][/color][/size]
 
[size=4][color=rgb(0,0,0)][font='Times New Roman']Stasera contro Legnano l'ultimo atto del precampionato biancorosso, con Wayns e Galloway ancora ai box (possibile invece il recupero parziale di Campani): in pratica Varese non riuscirà a giocare in versione completa nessuna delle otto amichevoli di preparazione. Dunque mancherà completamente quel "vissuto" da serie A di cui una squadra con 6 giocatori al debutto nel massimo campionato avrebbe fortemente avuto bisogno di accumulare. Ma soprattutto i riscontri del campo non permetteranno di rispondere a quegli interrogativi sulla consistenza del reparto lunghi e sull'eventuale necessità di un puntello interno (in più o per Varanauskas?) sul quale s'era ragionato negli ultimi giorni. Ma col reparto play in costante emergenza, non è neppure facile stabilire fino a che punto Wayns e Galloway sarebbero in grado di cavarsela da soli e fino a che punto, invece, servirebbe un lungo di scorta in più ad un reparto comunque non sovrabbondante né di fisicità né di atletismo. [/font][/color][/size]
[size=4][color=rgb(0,0,0)][font='Times New Roman']Giuseppe Sciascia[/font][/color][/size]

 Share


User Feedback

Recommended Comments

There are no comments to display.



Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Add a comment...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

×
×
  • Create New...