Jump to content

Servono imprese esterne. L'OJM ci prova a Caserta


simon89
 Share

L'Openjobmetis misura le sue attuali prospettive in chiave salvezza sul campo di Caserta. Oggi al PalaMaggiò (palla a due alle ore 18.15) la truppa di Attilio Caja farà visita alla rivelazione Pasta Reggia provando a fermare a quota 5 il lungo digiuno in campionato che l'ha inchiodata all'ultimo posto della classifica. Un test impegnativo ma indicativo per i biancorossi dopo la definitiva chiusura dell'avventura in Champions League: il tonfo di Oldenburg ha rappresentato il primo passo indietro della gestione "Artiglio", e dunque il riscontro odierno sul campo di una squadra in salute come quella di Sandro Dell'Agnello dovrà chiarire se si è trattato di un semplice incidente di percorso.

Il pronostico è avverso a Varese, ma con 8 trasferte sulle 14 partite ancora da giocare - e una delle 6 a Masnago sarà proprio il derby di domenica prossima contro l'EA7 Milano - ogni partita è buona per recuperare il (tanto) terreno perso nel girone d'andata. Fuor di metafora, all'Openjobmetis servono almeno un paio di imprese esterne per completare una missione-salvezza che - a scapito dei passi avanti dell'ultimo mese - non ha ancora visto muovere la classifica nell'era Caja. E la trasferta al PalaMaggiò, sul campo di una Pasta Reggia guidata dal grande talento offensivo di Edgar Sosa (19.2 punti e 6.6 assist a partita per il play dominicano) ma non certo impenenetrabile per atteggiamento difensivo (peggior difesa della serie A a 85.3 punti a gara), è una verifica importante per capire se l'attuale versione del team biancorosso possiede la sufficiente forza tecnica e mentale per risalire la china in classifica.

Qualsiasi ipotesi interventistica sul mercato è stata rinviata alla pausa, prevista dal 12 al 26 febbraio e riservata alle Final Eight di Coppa Italia. Ma l'Openjobmetis dovrà guadagnarsi sul campo nel trittico Caserta-Milano-Brindisi la fiducia riposta nuovamente da Attilio Caja negli effettivi a sua disposizione dopo il match di Oldenburg. Sotto la lente di ingrandimento ci sarà ancora una volta Eric Maynor, il quale sembra aver superato le noie al ginocchio dei primi giorni della settimana: sarà il play statunitense il primo a dover cambiare registro sul campo, legittimando con un rendimento più affidabile e un piglio più sicuro la leadership che il coach pavese gli riconosce in allenamento. Caserta ha sfruttato a sua volta lo stop tra andata e ritorno per svuotare l'infermeria (recuperato il solido esterno Bostic) e sostituire l'infortunato Czyz con l'ex biancorosso Diawara, subito decisivo settimana scorsa a Reggio Emilia per fermare a quota 5 la sua serie negativa. Varese dovrà giocare una partita lucida e accorta, impostando un match su ritmi e punteggi bassi per non esaltare le folate degli "scorridori" campani che possono contare su lunghi agili come il saltatore Putney e il solido Watt. Coach Caja ha tracciato la rotta, adesso i giocatori saranno capaci di tramutare sul campo le sue indicazioni?

Giuseppe Sciascia

 Share


User Feedback

Recommended Comments

There are no comments to display.



Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Add a comment...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

×
×
  • Create New...