Jump to content

Abbiamo un sogno nel cuore


Massud
 Share

Recommended Posts

da www.repubblica.it

CALCIO, FALLIMENTO COMO: PREZIOSI AGLI ARRESTI DOMICILIARI

La storiaccia del fallimento del Como si arricchisce di un nuovo capitolo, inquietante: ad Enrico Preziosi, imprenditore nel settore dei giocattoli, ex presidente del club lariano, attualmente presidente del Genoa, è stata notificata oggi un'ordinanza di custodia cautelare per gli arresti domiciliari. Il provvedimento rientra nell'inchiesta per bancarotta seguita al fallimento della società.

Link to comment
Share on other sites

Eccomi.

Non voglio assolutamente difendere a priori Preziosi anche perchè per principio sono assolutamente convinto che la magistratura faccia il proprio lavoro senza guardare in faccia a nessuno, non credo ai complotti e anzi non capisco solo perchè, solo per fare un esempio a caso, il presidente del Milan sia ancora a piede libero.

Però...........certo che quest'anno lo stanno massacrando per benino il nostro presidente, non mi stupirei se tra pochi giorni lo incriminassero anche per il delitto di Cogne....

Link to comment
Share on other sites

Eccomi.

Non voglio assolutamente difendere a priori Preziosi anche perchè per principio sono assolutamente convinto che la magistratura faccia il proprio lavoro senza guardare in faccia a nessuno, non credo ai complotti e anzi non capisco solo perchè, solo per fare un esempio a caso, il presidente del Milan sia ancora a piede libero.

Però...........certo che quest'anno lo stanno massacrando per benino il nostro presidente, non mi stupirei se tra pochi giorni lo incriminassero anche per il delitto di Cogne....

31179[/snapback]

io ti dico chiaramente che per quanto riguarda il livello sportivo certamente qualcuno contro di potente ce l'ha e giustamente deve combattere, anche se a mio avviso ha poco da difendere....

...

per quello che riguarda il Como...be' li è indifendibile anzi...è già stato un provvedimento ritardato!

Link to comment
Share on other sites

io ti dico chiaramente che per quanto riguarda il livello sportivo certamente qualcuno contro di potente ce l'ha e giustamente deve combattere, anche se a mio avviso ha poco da difendere....

...

per quello che riguarda il Como...be' li è indifendibile anzi...è già stato un provvedimento ritardato!

31190[/snapback]

Ma non ho capito, ha fatto fallire il Como e invece di premiarlo lo condannano? :rolleyes:

Link to comment
Share on other sites

(ANSAweb)-GENOVA, 20 SET- Insulti e spintoni a due vigili urbani di Genova

uno dei quali, per puro caso, si chiama pure Grifone di cognome. Andra' a

giudizio il 25 ottobre, davanti al giudice di pace Bertiati, Matteo

Preziosi, figlio dell'ex presidente del Genoa, accusato di aver insultato

e minacciato due vigili urbani genovesi che l'avevano fermato in auto per

un controllo. La querela fu presentata nel gennaio scorso dai due vigili

per i fatti avvenuti nell'ottobre del 2004. Stamani Prezioni si e'

presentato davanti al giudice assistito dall'avvocato milanese Lorenzo

Crippa. Nelle querele si legge che il giovane Matteo avrebbe aggredito i

due vigili con parole poco consone, insulti e presunzioni del tipo ''hai

visto come mi chiamo? tu non conti un c..., fammi la multa e levati dai

piedi''. Non contento avrebbe poi spintonato uno dei vigili - Rodolfo

Grifone, appunto - dicendogli, sempre secondo querela: ''levati quel c...

di divisa... se mandi avanti quel verbale, ti passo addosso con la

macchina''. (ANSAweb).

<_<

Link to comment
Share on other sites

(ANSAweb)-GENOVA, 20 SET- Insulti e spintoni a due vigili urbani di Genova

uno dei quali, per puro caso, si chiama pure Grifone di cognome. Andra' a

giudizio il 25 ottobre, davanti al giudice di pace Bertiati, Matteo

Preziosi, figlio dell'ex presidente del Genoa, accusato di aver insultato

e minacciato due vigili urbani genovesi che l'avevano fermato in auto per

un controllo. La querela fu presentata nel gennaio scorso dai due vigili

per i fatti avvenuti nell'ottobre del 2004. Stamani Prezioni si e'

presentato davanti al giudice assistito dall'avvocato milanese Lorenzo

Crippa. Nelle querele si legge che il giovane Matteo avrebbe aggredito i

due vigili con parole poco consone, insulti e presunzioni del tipo ''hai

visto come mi chiamo? tu non conti un c..., fammi la multa e levati dai

piedi''. Non contento avrebbe poi spintonato uno dei vigili - Rodolfo

Grifone, appunto - dicendogli, sempre secondo querela: ''levati quel c...

di divisa... se mandi avanti quel verbale, ti passo addosso con la

macchina''. (ANSAweb).

:blink:

31234[/snapback]

Come sempre in questi casi quando inizia a piovere grandina.

Che famiglia ragazzi... che famiglia... ^_^:o:lol:

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
×
  • Create New...