Jump to content

Torneo di Bormio


Recommended Posts

Così scrive l'Ufficio Stampa della Fip. Io aggiungo che Kendall ha una mano molto educata e discreti movimenti, e Brempong (possibile che abbia anche un passaporto olandese?) un discreto animale d'area seppur senza fisico strapotente e pesantissimo...

Non perdetevi oggi Italia - Serbia&Montenegro alle 17...!!!

1/07/2006:

Italia-Canada 73 -67 ( 24-16; 35-27; 54-49 ) Italia :Basile 4 (2/3;0/1), Mancinelli 12 (6/6;0/1), Soragna 6 (3/5;0/1), Marconato 5 (1/2), Spinelli, Pecile 9 (2/2;1/2), Mordente 8 (2/3;1/2), Gigli 11 (2/4; 1/3; 5 rimb.), Di Bella 1 (0/1;0/1), Belinelli 8 (4/5; 0/5), Rocca 5 (2/3), Di Giuliomaria 4 (0/1;1/1). Allenatore:Carlo Recalcati

QI: Di Bella, Mancinelli, Belinelli, Gigli, Marconato.

Canada: Young ne, Jeanty 4 (1/1), Anderson 8 (1/4;2/7), Bell, Rautins 2 (1/2;0/3), English 9 (3/9;1/3), Kendall 16 (6/14;1/1), Doornekamp A, Thomas 4 (2/5;0/1), Doornekamp N. 4 (2/4), Anthony, Kuljianin ne, Brempong 15 (5/7), Shepherd ne, Buknor 5 (1/2;1/2). Allenatore:Leo Rautins

QI:Anderson,English,Kendall,Thomas,Brempong.

Arbitri: Koukoulekidis (Gre), Juras (Serbia & M.), Bertelli (Ita)

Spettatori:650

Bormio. Dopo la bella vittoria sulla Turchia (87-71), gli azzurri tornano in campo per il Torneo Internazionale “Diego Gianatti” e Recalcati fa come al solito le sue scelte, decidendo di mettere a riposo: Boscagin, Cavaliero, Cittadini, Garri, Giachetti e Michelori. Partita molto equilibrata che vede la Nazionale azzurra in vantaggio fin dai primi minuti con Rocca che entra per Marconato e subito si mette in mostra con due bei canestri e alcuni rimbalzi.

Siamo ancora un po’ imballati fisicamente e dopo un vantaggio di dieci punti, il Canada fa un break (6 a 0). Partita giocata dagli azzurri con un ritmo inferiore alla precedente e con Basile ancora lontano dalla forma migliore, ma al capitano va dato un po più di tempo. Una nota di merito va data ad Angelo Gigli, che ha dimostrato di essere rientrato in forma. Per Recalcati, l’aver ritrovato una pedina fondamentale come Gigli non può che essere di buon auspicio per il proseguo della preparazione in vista dei Tornei dell’Acropolis e di Berlino.

L’ultimo tempo inizia nel peggiore dei modi con due palle perse ingenuamente dai nostri e Canada che si porta a soli due punti da noi (54 a 52). Oramai si gioca punto a punto, fino a quando Di Giuliomaria non s’inventa un gran canestro da tre e successivamente Mordente ci riporta a +8.Siamo consapevoli delle nostre potenzialità e con delle belle azioni in contropiede grazie al duo Mancinelli-Belinelli ci portiamo 68 a 56. Anche per “Mancio” Mancinelli è una buona giornata, partito con un pò d’affanno successivamente si è messo in luce con buoni movimenti sotto canestro. All’ultimo min di gioco siamo 71 a 63 e il Canada ci punisce con un tiro da due e due liberi messi a segno da Brempong.

Dichiarazioni di Recalcati: ”Partita non esaltante, ma io ho delle priorità per quei giocatori che andranno in campo ai Mondiali e dovranno starci parecchi minuti. Ho tenuto Mordente in campo per cercare di farlo entrare in partita e perché ne aveva bisogno,( è stato qualche giorno a riposo precauzionale) come Basile e Marconato. Il mio scopo è quello di vincere e ci sono riuscito, ma il gioco che avrei voluto vedere non c’è stato, ma a questo punto della preparazione, va ancora bene. Abbiamo difeso abbastanza bene, ma abbiamo concesso un po’ troppi rimbalzi ai nostri avversari. Mancinelli deve imparare ad essere più concreto, per cui meno svolazzi e più concretezza. Da lui mi aspetto che possa giocare sia da 3 che da 4, vista l’assenza di Bargnani come 4 e deve migliorare parecchio;deve essere più completo. Noi come squadra abbiamo bisogno di quintetti diversi a seconda delle situazioni che si verranno a creare durante la partita.”

Gli esclusi per la partita con la Serbia & Mont. sono: Di Giuliomaria, Gigli, Mancinelli, Pecile, Rocca e Spinelli.

Edited by Silver Surfer
Link to comment
Share on other sites

Così scrive l'Ufficio Stampa della Fip. Io aggiungo che Kendall ha una mano molto educata e discreti movimenti, e Brempong (possibile che abbia anche un passaporto olandese?) un discreto animale d'area seppur senza fisico strapotente e pesantissimo...

Non perdetevi oggi Italia - Serbia&Montenegro alle 17...!!!

Gli esclusi per la partita con la Serbia & Mont. sono: Di Giuliomaria, Gigli, Mancinelli, Pecile, Rocca e Spinelli.

sono a Bormio e non me la sono persa, ma l'hanno persa: ho visto qualche sprazzo al tiro di Belinelli, abbastanza redditizio Michelori, in complesso poca voglia di soffrire in difesa, Recalcati mi pare un pò bollito anche per la Nazionale, sia ieri che oggi i giocatori mi sono sembrati più in cerca di talento più che di un posto per il Giappone

marisa

Link to comment
Share on other sites

Infatti...ecco il commento della Fip.

Oggi Italia - Grecia sempre su Rai Sport Sat alle 16.

Domenica, 23 luglio 2006

 

Bormio.Italia sconfitta dalla Serbia & Mont. 70 a 75

22/07/2006:

Italia - Serbia & Mont. 70 - 75 ( 15-17;34-35; 55-55)

Italia : Giachetti, Basile 10 (1/2;2/5), Soragna 10 (1/2;1/2), Marconato, Cavaliero n.e., Michelori 12 (4/5;0/1), Boscagin 1 , Mordente 9 (2/4; 1/3), Garri 2 (0/1;0/2), Cittadini 6 (1/3;0/1), Di Bella 3 (1/3), Belinelli 17 (4/5; 3/10). Allenatore:Carlo Recalcati

QI:Mordente, Soragna, Belinelli, Michelori, Marconato.

Serbia & Mont.:Popovic 5 (0/2;1/2), Jorovic 9 (0/1;3/4), Avdalovic 8 (0/2;2/3), Raicevic 4 (1/1;0/1), Ilic 4 (2/3) , Tripkovic, Milicic 17 (2/16;2/3), Nikolic 9 (3/7), Marinovic 2 (1/2), Bogdanovic ne, Radenovic ne, Erceg 7 (1/2;1/1), Cvetkovic 10 (0/2;2/2). Allenatore: Dragan Sakota

QI:Jorovic,Avdalovic,Milicic,Nikolic,Cvetkovic.

Arbitri: Koukoulekidis, Fox, Facchini.

Spettatori:1200

Bormio. Siamo alla seconda partita, dopo la vittoria sul Canada, gli azzurri sono tornati in campo per il Torneo Internazionale “Diego Gianatti” per affrontare la quotata Serbia & Mont., Campione del Mondo in carica e squadra capace di rifilarci ben 28 punti di scarto nella prima amichevole giocata qui a Bormio domenica sorsa. Come ogni anno al “Pentagono” si registra il tutto esaurito.

Partita che inizia con delle belle giocate degli azzurri che ribattono colpo su colpo, con Michelori e Mordente in evidenza. La Serbia & M. si innervosisce e Milicic fa un brutto fallo su Basile a centrocampo scalcia il cartellone pubblicitario e viene punito con un fallo tecnico siamo 12 a 10 Italia a 2.30 dalla fine del primo quarto. Recalcati effettua alcune rotazioni, ma tenendo in campo il capitano Basile autore di 5 punti, ma proprio all’inizio del secondo quarto mette un tiro “ignorante” proprio davanti alla panchina azzurra, che esplode letteralmente. Per qualche minuto c’è un guaio al tabellone, ma viene prontamente ripristinato. Incontro che a 4 min. dalla sirena è sul 26 pari.

Dopo la sosta gli azzurri tornano in campo con la consapevolezza di essere una squadra e un alley –hoop di Belinelli ci porta al –1 (40 Ita-41 Ser).Partita con molti falli da una parte e dall’altra e con qualche decisione arbitrale abbastanza discutibile, Soragna segna la tripla del pareggio e ci pensa Belinelli con un tiro dei suoi da tre a portarci in vantaggio 49 a 44.Facchini fischia un fallo tecnico a Marconato, non si capisce il perché e riporta la Serbia a –1.La partita s’infiamma e Garri sotto canestro stoppa addirittura Milicic, siamo 51 pari. Si chiude il tempo sul 55 pari.

I Serbi si portano in vantaggio di 7 lunghezze, ma Belinelli con un tiro da tre ci porta a –4. E’ ancora lui a pareggiare le sorti dell’incontro mancano 3 min e siamo 66 pari. Perdiamo un pallone con Belinelli e in contropiede Mordente fa fallo antisportivo siamo 71 a 68 per la Serbia, ma consapevoli di essere una buona squadra che lotta fino alla fine. La panchina Serba chiama time out a 1 sec e 20 dalla sirena con 2 liberi messi a segno da Nikolic. Dichiarazioni di Recalcati: ”Sono molto soddisfatto della prestazione della squadra, ma abbiamo ancora molto da lavorare. Al di là del risultato sono comunque soddisfatto e loro sono stati molto bravi in attacco. Abbiamo peccato di ingenuità nell’essere troppo aggressivi in momenti poco opportuni della partita.

La grinta che ho visto deve essere sempre nel nostro DNA e abbiamo sopperito all’assenza per 5 falli di Marconato con delle rotazioni. Noi fisicamente siamo inferiori a parecchie squadre e per sopperire a questa mancanza abbiamo provato altri schemi che hanno funzionato. Se ci fosse stato fischiato il fallo su Belinelli , sicuramente la partita sarebbe finita in altro modo. Come ho detto ieri per la partita precedente ho aumentato il minutaggio di: Basile, Soragna, Mordente e Marconato. Per Belinelli apro un capitolo a parte, deve farsi più furbo, deve imparare a giocare con la squadra e dopo il battibecco con l’arbitro Facchini l’ho voluto tenere in campo per farlo maturare ulteriormente .La crescita di un giocatore passa anche da queste cose e lui mi è piaciuto perché non si è innervosito, ma ha continuato a giocare.

Anche Garri deve capire il contesto nel quale gioca (la Nazionale) e deve dimostrare di poter stare in campo con una certa maturità. A Porto San Giorgio ne porterò 16.”

Torneo Internazionale Diego Gianatti – Bormio 21 – 23 luglio 2006

21 luglio

ore 15.00 ITALIA – CANADA 73- 67

ore 18.30 GRECIA – SERBIA & MONT. 75 - 79

22 luglio

ore 17.00 ITALIA – SERBIA & MONT. 70-75 (diretta Rai SportSat)

ore 21.00 CANADA – GRECIA

23 luglio

ore 16.00 ITALIA – GRECIA (diretta Rai SportSat)

ore 19.00 CANADA – SERBIA & MONT.

Classifica:Serbia & Mont. 4 punti, Italia 2, Canada e Grecia 0 punti.

Ufficio Stampa FIP

Link to comment
Share on other sites

Italia 62 - Grecia 83.

Non c'è stata storia, salvo per un buon momento dell'Italia nel 2° quarto, che ci ha riavvicinato alla fine del 1° tempo 33 - 37. Poi: Davide contro Golia, ma con un diverso epilogo... ;)

Subissati nel gioco. Massacrati sotto da una batteria di lunghi che ci ha sovrastato ai rimbalzi come anche nelle azioni difensive ed offensive.

Contrariamente al Marine Bonamico, non riesco ad essere molto ottimista per i Mondiali in Giappone.

Link to comment
Share on other sites

Italia 62 - Grecia 83.

Non c'è stata storia, salvo per un buon momento dell'Italia nel 2° quarto, che ci ha riavvicinato alla fine del 1° tempo 33 - 37. Poi: Davide contro Golia, ma con un diverso epilogo... ;)

Subissati nel gioco. Massacrati sotto da una batteria di lunghi che ci ha sovrastato ai rimbalzi come anche nelle azioni difensive ed offensive.

Contrariamente al Marine Bonamico, non riesco ad essere molto ottimista per i Mondiali in Giappone.

fondamentalmente io credo che questi saranno dei mondiali "di passaggio", in preparazione degli europei dell'anno prossimo che ci porteranno alle olimpiadi del 2008.

Link to comment
Share on other sites

fondamentalmente io credo che questi saranno dei mondiali "di passaggio", in preparazione degli europei dell'anno prossimo che ci porteranno alle olimpiadi del 2008.

"di passaggio" per la maggior parte dei nostri, non sono tutti tutti da nazionale, ma questo è quello che passa il convento-campionato italiano per il momento

P.S.: presente con il Canada e con la Serbia, visto: canadesi scarsi e i nostri si sono adeguati // slavi tutti con gli occhi di tigre dall'inizio alla fine - i nostri con occhi sognanti o per le Under 16 presenti (che tra l'altro facevano un tifo forsennato per Mordente) o per le proprie rispettive donne nel parterre

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
×
  • Create New...