Jump to content

De Pol (tripla, 2000 punti in biancorosso)


Recommended Posts

TANJEVIC SCRIVE AL SUO ALLIEVO PREDILETTO

Rassegna Stampa da LA PROVINCIA DI VARESE

”Caro Sandro, è un onore e un piacere festeggiare insieme a te lo splendido traguardo dei 2000 punti segnati con la maglia di quella che ormai è la tua città. Ormai ti tengo d`occhio da quando avevi 14 anni e muovevi i primi passi qui a Trieste. Ogni volta che ci sentiamo al telefono mi sembra di parlare con uno della mia famiglia, con un figlio. Da quando ti ho allenato la prima volta, tanti anni fa, non ho mai smesso di romperti le scatole e darti mille consigli, e non vedo perché dovrei smettere adesso. Quindi ti dico - ma-non c`è bisogno, perché lo sai già - di continuare a fare il possibile e l`impossibile per la gente che ti ama, per l`ambiente di cui sei una bandiera. Di te mi hanno sempre colpito due qualità, che non ho più trovato in nessun altro giocatore: una onestà esemplare e un cuore senza limiti. Grazie ad essi ti sei guadagnato più di quello a cui saresti potuto arrivare. Per colpa della tua generosità unica, che ti fa sopportare sforzi enormi, hai avuto a che fare con tanti problemi fisici che hanno forse accorciato la tua carriera. Ciao, grande Sandrino, ci sentiamo presto. E magari salutami anche quel matto di Meneghin, che non mi telefona mai!”

Bogdan ”Boscia” Tanjevic

Link to comment
Share on other sites

TANJEVIC SCRIVE AL SUO ALLIEVO PREDILETTO

Rassegna Stampa da LA PROVINCIA DI VARESE

”Caro Sandro, è un onore e un piacere festeggiare insieme a te lo splendido traguardo dei 2000 punti segnati con la maglia di quella che ormai è la tua città. Ormai ti tengo d`occhio da quando avevi 14 anni e muovevi i primi passi qui a Trieste. Ogni volta che ci sentiamo al telefono mi sembra di parlare con uno della mia famiglia, con un figlio. Da quando ti ho allenato la prima volta, tanti anni fa, non ho mai smesso di romperti le scatole e darti mille consigli, e non vedo perché dovrei smettere adesso. Quindi ti dico - ma-non c`è bisogno, perché lo sai già - di continuare a fare il possibile e l`impossibile per la gente che ti ama, per l`ambiente di cui sei una bandiera. Di te mi hanno sempre colpito due qualità, che non ho più trovato in nessun altro giocatore: una onestà esemplare e un cuore senza limiti. Grazie ad essi ti sei guadagnato più di quello a cui saresti potuto arrivare. Per colpa della tua generosità unica, che ti fa sopportare sforzi enormi, hai avuto a che fare con tanti problemi fisici che hanno forse accorciato la tua carriera. Ciao, grande Sandrino, ci sentiamo presto. E magari salutami anche quel matto di Meneghin, che non mi telefona mai!”

Bogdan ”Boscia” Tanjevic

Più festeggiato di così...

Onore al merito.

PS. Comunque il Menego non telefona perchè è un taccagno molto parsimonioso.

Link to comment
Share on other sites

Scusate il colpevolissimo ritardo (periodo incasinatissimo, su tutti i fronti...), ma non potevo certo esimermi dall'onorare il grande Sandrino per il traguardo raggiunto, no? Che belle, poi, le parole di Boscia!!!!!

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
×
  • Create New...